martedì 30 marzo 2010

una breve pausa, poi torno a tacere

Due parole, prima di tornare a NON scrivere e a NON occuparmi di politica, presumibilmente fino alle prossime elezioni.

Dell'anestesia di quell'otto per cento di quelli che "i politici sono tutti uguali" non parlerò nell'elenchino, perchè l'astensionismo ha penalizzato sia destra che sinistra. Non comprendo e anzi mi repelle l'astensionismo, in particolar modo quando l'evidenza di una cappa nell'informazione, di una politica basata sulla paura, sulla menzogna, sulla arroganza e della conseguente degenerazione del tessuto sociale è tanto dolorosamente evidente. Chi non se ne è accorto se ne accorgerà, e probabilmente - come accade sempre in Italia, diventerà improvvisamente un antiberlusconiano di vecchia data. "Non ho mai preso la tessera". Quante volte l'abbiamo sentito? E anche lì, erano le adunate oceaniche a "dare ragione". Era il Popolo.

Io continuo a pensare che per quanti enormi torti abbia la sinistra, quello che accade in Italia sia peculiare e conturbante. Sono convinta che il Popolo non sia affatto metro della ragione e del torto, in nessun caso.

La sinistra ha perso per lo stesso motivo per cui sta perdendo da sempre.

1) L'effetto NIMBY. La ferrovia non s'ha da fare e voto Grillo.
2) l'ecologismo delirante. La ferrovia non s'ha da fare e voto Grillo.
3) Voto per perdere, tanto destra e sinistra sono uguali. Voto Grillo.
4) Il partito democratico ha tentato in ogni modo di farci perdere anche la Puglia. Non gli è riuscito per un pelo.

Solo per dire che non è chi vota a destra l'oggetto della mia furia, soprattutto se si tratta non di chi lo ha fatto per la pigrizia "culturale" di non abbeverarsi ad altra fonte che a quella televisiva, "colpa" comunque relativa perchè le regole del gioco sono alterate a monte.

Non ce l'ho con chi è mio avversario. Chi in Sardegna vuole costruire a manetta senza alcuna attenzione al territorio è persona da battere politicamente, ma ha degli interessi legittimi. Immagina semplicemente un mondo diverso dal mio. La politica è fatta così.

Detto questo non ho nulla di originale da dire, e quello che è peggio non sono assolutamente più capace di dirlo con ironia, ne' con leggerezza, quindi torno a NON scrivere.

11 commenti:

Shylock ha detto...

L'ultimo che ha detto qualcosa di originale è morto da un pezzo. Quanto al 'come' dirlo, forse non è più tempo per l'ironia e la leggerezza, ma per la pesantezza e l'ira.
C'è un tempo per ogni cosa, diceva l'Ecclesiaste: forse è tempo che recuperi un po' delle tue radici.
(Poi fai come ti pare, chiaro.)

rosalux ha detto...

Cosa intendi, per "recuperare le radici"?

Shylock ha detto...

Ecclesiaste, appunto ;-)

Anonimo ha detto...

Io aggiungerei che e'ora di cambiare i dirigenti del PD, espellere chi fino ad oggi ha perso tutto tranne la poltrona. La gente non ne vuole piu' sapere di loro. E sono sicura che il successo di Vendola sia dovuto al fatto che e' stato avversato da D'Alema & Co.
Io mi offro volontaria per trovare una bella miniera africana per i dirigenti del PD.

Dovresti tornare a scrivere comunque. Dobbiamo riguadagnare terreno proprio nella comunicazione.

-clio-

rosalux ha detto...

x shy: non che le ecclesiaste siano esattamente quel che ci vuole per tirarsi su di morale, cmq.

x clio: iniziassero a fare le primarie vere, sarebbe già un bel passo. Quanto allo scrivere, sono troppo preoccupata e triste per lo stato delle cose per mantenere una minima quota di ironia e humor, ma farne a meno è troppo antiestetico, per i miei parametri.

Shylock ha detto...

E' comunque un testo molto bello: non so a te, ma a me la bellezza riesce sempre a tirar su il morale.

rosalux ha detto...

Bellissimo ma disperato.

Giovanni Fontana ha detto...

Io sono geloso. Quando te l'ho detto io: no, yuhu, continua a non scrivere - nessun risultato, niente.
Quando te lo scrive la prima squinzia che si affaccia al balcone, invece, ti fa cambiare idea.
Ora ti faccio una bella scenata.

Psalvus ha detto...

del Qohelet ne faceva uno spettacolo Gassman negli ultimi tempi della sua vita... io lo scopersi grazie a lui. Gassman soffriva del male oscuro e diceva che lo aiutava. Poi mi sono studiato Ceronetti, che ne ha fatto una famosa traduzione.

Anonimo ha detto...

Mi fa piacere rileggerti, mi mancavi.
Però non ho capito bene il punto (4): volevi dire che il PD ha cercato di perdere anche in Puglia ma è riuscito a perdere anche nel voler perdere? :-)

Ciao,
Keawe

rosalux ha detto...

Ah, grazie. Mah, mi riferisco al fatto che il pd non voleva fare le primarie, e comunque cercava di non candidare vendola. Come dire, se c'è una scelta da evitare e profondamente perdente, quella sarà la scelta del pd....