venerdì 30 settembre 2011

squarci abbaglianti

Distrattamente, e solo perchè quest'epoca strana te lo consente, clicchi sulla foto di una amica di un amico mai conosciuto, e ti ritrovi in una commovente antica casa georgiana, soffitti altissimi, finestre immense e muri scrostati. Lei ha un età indefinibile, forse la mia, ed è bellissima e dolce. Bella, dolce e soavemente indifferente al tempo, come la sua casa: ha le rughe e il sorriso di una ragazza. Tiblisi sembra splendente, e mi commuove, e ogni tanto si alterna qualche panorama aperto, un lungo molo su un lago - ah, deve essere il mar nero? - i commenti dei suoi amici serrati nella privacy invalicabile di un alfabeto pazzesco - con cui la mia ignoranza del mondo è costretta a confrontarsi. Sembra hindi, ma è georgiano. Il viaggio dura poco, termina con qualche foto scolastica in bianco e nero - non la conosco, lei, eppure la riconosco subito! - che - chissà perchè - mi stringe il cuore: in quel momento la sua vita è anche la mia, in una sintesi fulminea che finisce con la carrellata delle "diapositive" di facebook. E' un epoca buia e piena di squarci abbiaglianti di luce, la nostra.

3 commenti:

Gillipixel ha detto...

Che bella questa tua mini-illuminazione, cara Rose :-) forse però, cambiano i mezzi ed i tempi, ma le epifanie sono sempre uguali, hanno un sapore simile in ogni epoca: sia che scaturiscano dalla vista di un fiore o da facebook...ma io, si sa, sono un inguaribile passatista, per cui non farci caso, non faccio testo :-D

Bacini illuminati :-)

rosalux ha detto...

Hai ragione, è che mi affascina sbirciare le vite degli altri. Quando guardo una rosa invece dopo un po' mi scasso le balle. (ahahahah non è vero, lo dico solo solo per "epater le gillipix")

Gillipixel ha detto...

Niente "patè" per me, cara Rose :-) anzi, ti dirò che una cosa simile a me succede quando vado nei musei o a vedere mostre o simili...sulle prime sono un po' spinto dall'entusiasmo della curiosità, e la mia attenzione è tutte per le opere...poi, pian piano, lo sguardo è inevitabilmente calamitato dalle persone, dagli altri visitatori e ogni volta, alla fine penso che non c'è nessuna opera al mondo che possa eguagliare il mistero della persona e dei volti umani :-)

Anzi, ti dirò di più: ci scrivo su un articoletto :-)

Bacini ispirati :-)