venerdì 4 novembre 2011

domande sparse guardando sull'abisso

Ho postato, nei commenti sul blog Petrolio delle domande che mi faccio da un po':
Ma è proprio vero che ci si trova di fronte ad uno scontro tra fisica ed economia (che verrebbe indubitabilmente vinto dalla fisica) ? La crescita economica è necessariamente legata al consumo abusivo di risorse "fisiche"? Nella costruzione di un treno, non veniva impiegato più ferro con le locomotive a vapore, che con quelle attuali? E l'informatica non dovrebbe implicare un risparmio (carta trasporti) di risorse piuttosto che un incremento? Premesso che dobbiamo incrementare e promuovere il risparmio di risorse e la denatalità, siamo proprio sicuri che il minore consumo di risorse implichi necessariamente una decrescita economica?

1 commenti:

fardiconto ha detto...

Il peso delle locomotive è cambiato di poco; oggi consumano meno energia, ma a prezzo di infrastrutture più costose. Faccenda complicata assai.