venerdì 18 gennaio 2008

strani sogni

Ho sognato, stanotte, di essere l'Australia. Esatto, non di essere in Australia, proprio di essere l'Australia. Il problema è che ritrovandomi così inaspettatamente grossa non riuscivo ad avere il controllo su quello che accadeva al mio enorme corpo continentale. Canguri, aborigeni, metropoli, deserti, cercavo di comprendere e di assorbire la mia natura di sconfinato territorio senza riuscirci, e stavo male.
Sono tornata il 15, ho 40 di febbre, il jet lag e una consegna irrimandabile il ventuno.
L'Italia è veramente uno choc, devono essere le faccende fantapatetiche di questo paese ad avermi ridotto così.

7 commenti:

falecius ha detto...

Bentornata.
Ho avuto la stessa sensazione di sconcerto tornando dalla Tunisia, ti capisco.
Ah, anche io stanotte ho fatto sogni preoccupanti.

rosalux ha detto...

Grazie del bentornata, vado che sono una ciofeca febbricitante.

psalvus ha detto...

ma, scusa la curiosità, ma tu che mestiere fai?

(e' consentita risposta ermetica, criptica, enigmatica o enigmistica)

rosalux ha detto...

Un tipo particolare di traduzioni. Perchè?

Psalvus ha detto...

cosi', per focalizzarti meglio ...

riccardo ha detto...

che sogno che è quel continente... anche per me è stata una esperienza indimenticabile...

Anonimo ha detto...

beati voi!
a me questa sensazione di sconcerto non mi abandona..MAI
beh, si meglio che non mi fascio un viaggetto...i sogni preocupanti, diventereberò incubi?????