mercoledì 1 aprile 2009

massacri monelli

Dov'è sui giornali di oggi la notizia del pakistano massacrato a Tor Bella monaca insieme alla moglie (che ha perso il figlio), da monelli nostrani?
Non fa notizia nemmeno che pochi giorni fa sia successa la stessa cosa a un bengalese, sempre in quel quartiere, e che l'aggressore sia - poverino - agli arresti domiciliari?
Tutto bene, no?
Questo schifo - laddove degli episodi di nera che vedono coinvolti extracomunitari che finiscono in carcere a dispetto del loro DNA si parla per mesi - è semplicemente un invito al massacro.

Se massacrate un immigrato, non ci sarà ne' punizione ne scandalo, ma piccoli rimbrotti sottovoce.

56 commenti:

Anonimo ha detto...

Beh, l'episodio del bengalese
-ha fatto così poca notizia che è ancora sulla homepage di Repubblica:
http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/cronaca/razzismo-roma/razzismo-roma/razzismo-roma.html
-di 'razzista' non mi pare abbia granché, mi sembra più teppismo / bullismo che aveva già preso di mira altre persone (di etnia non specificata) con le stesse modalità.
Visto che tu sei quella garantista / umanitaria e io il forcaiolo / trucido, non dovresti lamentarti se dei giovanissimi stanno a casa invece che al gabbio: io un bel po' di lavori forzati glieli darei.

Shylock

rosalux ha detto...

"garantista" lo dici a tua sorella.

sam ha detto...

Personalmente ritengo corresponsabile tutti quei politici che, se non incitando direttamente all'odio razziale (e comunque ce ne sono) solleticano gli umori. E il ministro dell'Interno con i suoi provvedimenti è uno di quelli.

Anonimo ha detto...

Ah scusa dimenticavo: tu sei garantista coi Diversamente Gage'.

Shylock

Psalvus ha detto...

a proposito, ma Sansonetti perchè scrive che la colpa delle centinaia di morti dei migranti nel Canale di Sicilia è del povero Bobo Maroni?

Anonimo ha detto...

d'accordo con la prima parte del post ma mi sfuggono un paio di cose: A) quelli che hanno pestato il bengalese da quanto si evince dall'articolo lo hanno pestato per rapinargli soldi e cellulare. Non credo che l'etnia c'entri un granche'. L'avrebbero gonfiato anche se fosse stato svizzero. In secundis, in Italia esiste il concetto di 'proporzionalita' della pena' in base al quale se uno ti rapina e ti fa una faccia cosi'non si becca l'ergastolo, ma la pena corripondente alla gravita' delle lesioni e al corrispondente articolo del codice penale. Ed e' giusto e civile cosi'. Infine, riguardo a 'Se massacrate un immigrato, non ci sarà ne' punizione ne scandalo, ma piccoli rimbrotti sottovoce', beh Rosa, errori e orrori giudiziari a parte, questo forse accade nello Zimbabwe di Mugabe ma non in Italia.


Yossarian

rosalux ha detto...

Guarda, a me ha colpito moltissimo che il secondo caso in pochi giorni fosse a stento menzionato su tutti i giornali italiani. E parliamo di uno in coma, con la moglie che ha perso il bambino. Sentivo radio 3, ha telefonato una indignata, e quello che faceva la rassegna non trovava la notizia su nessun giornale (sarà stato qualche trafiletto). Inoltre se non siamo lo Zimbabwe come mai il rumeno scagionato dal DNA resta in carcere mentre quello che massacra il bengalese è agli arresti domiciliari?

Anonimo ha detto...

Yoss, suvvia, perché vuoi distruggerle la fede nella Befana Multiculti?
La rassicura, la fa sentire più ggiusta... è tanto un brutto mondo, là fuori.

Shylock

Anonimo ha detto...

e comunque, mi sembra più significativa questa notizia:
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/notizie/cronaca/2009/2-aprile-2009/bus-linea-solo-gli-immigrati--1501144861929.shtml
Ci spiega in che direzione andiamo.

Shylock

rosalux ha detto...

x shy: misure molto efficaci, quelle di fare i raid nei campi nomadi e lasciare intoccato il lavoro nero, che è la causa prima per cui l'italia è appetibile per i clandestini. Applaudi, applaudi alla lega, che ti aiutano loro a calmarti i nervi. Che poi quello che fanno sia assolutamente inefficiente, e anzi dannoso non ha alcuna importanza, l'importante è il percepito di Shylock, che se no gli prende lo strizzone che magari qualcuno gli odori le scale di cumino.

Anonimo ha detto...

Se c'e' una percezione distorta, caramia, e' proprio la tua.
Senza andar a tirar fuori le tue fantasie con me in versione Arancia Meccanica (che ormai non c'ho neanche l'eta'), la reazione della Casta a tangentopoli e' stata il liberitutti, col risultato che non si riesce a tener dentro manco le mamme schizzate sbudellafigli, figurarsi i bamboccioni che ti menano per un cellulare.
Che cazzo c'entri il razzismo, lo sai solo tu.
Da queste parti, quando fanno i rastrellamenti a colpo sicuro e portano in questura un po' di pusher beccati con la roba addosso (mica fumus persecutionis), dopo mezzora sono fuori a riaprir bottega: potrei mandarti un articolo a settimana, senza neanche cercarli, cosi' vediamo se dopo t'indigni per quelli.
Quindi quello che ci puoi fare col 'percepito' te lo lascio solo immaginare: sono un signore, io.

Shylock

PS: quella razzista in realta' sei tu, nel senso che hai la Herrenrasse che poverini li perseguitano, anche se violano sistematicamente le leggi civili e pure quelle naturali (vedi l'uso e l'abuso che fanno della propria prole). Proprio ieri, sempre in zona, in un 'raid in un campo nomadi', i carabinieri hanno recuperato 20mila euri di gioielli, l'altra settimana 50mila - ah, il valente artigianato rom, nobili tradizioni che vanno perdute nel vortice del Grande Flusso capitalistico-borghese!

Shylock

rosalux ha detto...

Se mi trovi un solo post garantista, qui o su usenet, ti pago una cena da piperno.
Spero che fossero gioielli rubati, o lo dai/date per scontato?

Anonimo ha detto...

LOL: ma sei schizofrenica, o tu e la semantica avete divorziato gia' al tempo delle canne al liceo?
Non ti rendi conto che la seconda affermazione contraddice totalmente la prima, ovvero, come al solito, cogli zingari sei garantista non fino a prova contraria, anche oltre, mentre se io starnutisco addosso ad un extra fai i titoloni sulle ronde razziste che spargono epidemie?
Per la cronaca:
"In un'abitazione in via xxx gli agenti dell'Arma hanno trovato la 21enne xxx, latitante dopo essere fuggita nel 2007 dagli arresti domiciliari cui era stata costretta da una condanna a un anno e 10 mesi per concorso in furto aggravato. [...]
L'attivita' rientra nel filone avviato l'altra settimana con una prima iniziativa che aveva portato all'arresto di una 23enne, xxx, a xxx con il recupero di gioielli e orologi di marca rubati per un valore complessivo che si aggirava sui 50mila euro."
Ma del resto e' normale, no, vivere accampati con nidiate di bimbi cenciosi, senza uno straccio di attivita' legale e avere mucchi di gioielli.
Altro che garantista, negazionista sei.

Shylock

rosalux ha detto...

mavah, è solo che conoscendoti di vedo a dare per scontato che se uno zingaro ha gioielli, sono sicuramente rubati.
Figurati, pensavi che fosse vera anche quella della zingara che si era ficcata il bimbo sotto la gonna in spiaggia!
Se li hanno rubati davvero, niente da dire a che vengano sbattuti in galera, e ci mancherebbe solo.

Anonimo ha detto...

@Rosa: condivido appieno le tue preoccupazioni sulla recrudescenza del razzismo e dal momento che ti reputo una persona degna della massima fiducia, accetto incondizionatamente la tua valutazione sulla negligenza della stampa nel riportare la notizia.
Ciodetto, entriamo nello specifico: riporto quanto scritto dal giornalista de "Il Tempo", che se l'esperienza non m'inganna, si sara' basato sul verbale della denuncia passatagli dal maresciallo dei caramba. L'aggressione e' avvenuta a scopo di rapina e questo per il momento e' il capo di accusa. Due dei membri della banda che hanno aggredito il bengalese hanno precedenti penali, e non per reati ideologici o di matrice razzista, bensi' per furto e reati contro il patrimonio. Nessuno di quei farabutti ha insultato in maniera razzista il bengalese, o peggio preso come scusa per il pestaggio la semplice appartenenza etnica della vittima.
Il dialogo si e' svolto in maniera semplice: "Dammi soldi e cellulare". "No". Raffica di sganassoni e i cinque bastardi si danno alla fuga. Inoltre, cito ancora testualmente, "Dall'inizio del mese i militari di Tor Bella Monaca hanno ricevuto altre due segnalazioni di aggressioni avvenute allo stesso modo, da parte di uno stesso gruppo: giovanissimi che prendono di mira loro coetanei per rapinarli di cellulare e portafogli, finendo l'agguato a calci e pugni". Dei cinque, quattro sono stati spediti seduta stante al riformatorio locale e quello che presumibilmente sembra essere il capo e' stato messo agli arresti domiciliari. Il provvedimento a carico di quest'ultimo lascia perplesso anche il sottoscritto, ma forse e' incensurato o forse il gip ha in mente qualcos'altro, dal momento che si tratta di una banda.
Il motivo per cui non li hanno ancora tradotti all'Isola del Diavolo a scavare pozzi artesiani nel granito, come mi sembra vorresti tu, e perche' l'Italia come tutti paesi civili ha adottato da tempo nel proprio sistema giuridico, e lo ripeto, i concetti fondamentali di "presunzione d'innocenza" e di " "proporzionalita' della pena". Se tu mi sferrassi un poderoso gancio destro sulla mascella (come probabilmente vorrai fare dopo aver letto il commento), probabilmente non mi "massacrerai". Saro' costretto a suggere brodo per almeno una decina di giorni mentre tu mi risarcirai o passerai qualche tempo al fresco, ma non finirai a cacciare zanzare nella Siberia orientale. Ed e' giusto e civile. Chi invece e' stato massacrato e' il pakistano e lo e' stato solo perche' era pakistano e di conseguenza mi auguro che i responsabili finiscano all'Isola del Diavolo. Non confondiamo criminalita' comune e razzismo. Se nel codice penale (e civile) italiano venisse introdotta automaticamente l'aggravante del motivo razzista, per ogni reato o querela che coinvolge un cittadino straniero, credo che prenderei in seria considerazione l'eventualita' di chiedere asilo politico al governo inglese.
Quanto ai due rumeni, mi sembra che uno sia stato giustamente scagionato e sia finito pure da Vespa. Questo, Rosa, e' un esempio di giustizia andata in vacca, e non perche' la vittima e' rumena, ma perche' prima di dare in pasto alla stampa nomi e cognomi di chiunque sia unicamente indiziato di uno dei reati piu' infamanti che esistano, sarebbe il caso di produrre, prove, processi e sentenze.


Yossarian

rosalux ha detto...

Sai cosa mi lascia in dubbio? Il fatto che siano avvenuti a pochi giorni di distanza, e nello stesso quartiere, dove erano già avvenute segnalazioni di episodi contro immigrati. Nel caso del bengalese, gli hanno preso un cellulare, poi l'hanno fracassato perchè non piaceva, l'hanno derubato e prima di scappare hanno detto "tornatene a casa tua". Io credo che ci sia una sufficiente dose di violenza gratuita per sospettare che non ci sia solo il furto. Non è che una cosa escluda l'altra, e "tornatene a casa" mi pare piuttosto esplicito.

rosalux ha detto...

Questa è del 3 ottobre. La vittima era un cinese e il quartiere tor bella monaca.
http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/roma-aggressione/aggressore-scuse/aggressore-scuse.html?ref=search

rosalux ha detto...

Questo è un articolo dell'espresso del 16 marzio. A quella data i cittadini del bangladesh aggrediti erano dodici. Direi che mi fermo qui, anche perchè mi viene la nausea.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/razzismo-in-due-mesi-ventinove-aggressioni/2074255

Anonimo ha detto...

Ro', ti e' mai sorto il dubbio che, semplicemente, nel quartiere in questione e in Italia in generale d'immigrati ce ne siano proprio tanti e che quindi, statisticamente, di episodi di cronaca che li coinvolgono (e non solo come vittime) ce ne siano diversi?
E che i media diano risalto agli uni o agli altri a seconda del momento e/o dell'orientamento ideologico (come fai tu, del resto)?
E che collegare un fatto di oggi con uno addirittura di ottobre scorso sia un po' pochetto per gridare alla Kristallnacht Reloaded?

Piuttosto, dei bus di Bari che ti ho linkato che ne pensi?

Shylock

Anonimo ha detto...

@Rosa: E io ti ripeto ancora: hai ragione, e' molto preoccupante, specie i dati dell'Osservatorio del razzismo.
Ma sono storie ben diverse dai cinque stronzi e il bengalese. Io, con tutto il rispetto, la frase "tornatene a casa tua", non l'ho letta nell'articolo. Mi sembra un condizionale alla Loche, ti ricordi 'Avanzi'? E poi scusa, hai un amico avvocato penalista? Ecco, telefonagli e domandagli: "Gino, secondo te si puo' configurare l'aggravante di razzismo in una aggressione a scopo di rapina in cui alla vittima extracomunitaria pare sia stato detto, 'tornatene a casa tua'?" Io credo che Gino ti risponderebbe che al momento ha da fare e il giorno dopo si precipiterebbe in tribunale per assumere la difesa dei cinque stronzi e vincere cosi' la causa piu' facile della sua carriera. E comunque, in base a quali prove bisognerebbe aggiungere l’aggravante della matrice razzista a una gia’ grave aggressione a scopo di rapina per la quale i responsabili verranno puniti? Forse perche’ in quella zona si sono verificate numerose aggressioni razziste? In sostanza, la giustizia non dovrebbe fondarsi su basarsi su prove e fatti, ma su una successione ‘verosimile’ di collegamenti empirici il cui esito finale e’ totalmente a discrezione del giudice e della sua affiliazione ideologica. Quindi, o ‘Mississippi Burning’ in cui si assolve il Ku Klux Klan che va in giro a linciare i neri, oppure OJ Simpson, nel qual caso passi moglie e amante nel frullatore, ma vieni scagionato perche’ sei nero e il processo e’ un complotto dei bianchi. Scusa, Rosa, ma io in in un paese cosi’ o mi do’ alla lotta armata o alla fuga.


Goodnight


Yossarian

rosalux ha detto...

La giustizia ha le sue regole ed è assurdo forzarle in nome della correttezza politica: il caso di OJ è assurdo. Ma resta che se in una strada vengono rotte vetrine e rubate cose, e di tanti negozi si sceglie solo Cohen, Levi, Di Nepi, non posso fare a meno di notare la coincidenza, e di rilevarla. Non capisco poi bene perchè ti scandalizzi il fatto che "tornatene a casa tua" sia una aggravante razzista. La frase è razzista tanto quanto "negro di merda", per quale motivo non dovrebbe aggravare averla pronunciata?

rosalux ha detto...

qua riporta il commento:

http://www.repubblica.it/2009/03/sezioni/cronaca/razzismo-roma/razzismo-roma/razzismo-roma.html

rosalux ha detto...

Fra parentesi, notavo come non fosse stato commentato dai giornali la questione del tipo in coma, e quella era a tutti gli effetti una aggressione razzista (avvenuta dopo più di venti aggressioni ad extracomunitari, con tasso di razzismo variabile).

Anonimo ha detto...

@Rosa:io generalmente non mi scandalizzo, ma m'incazzo, e nel caso del "tornatene a casa tua", quel che mi fa incazzare quanto l'epiteto e' il 'pare che'... i fatti 'sono che' il bengalese e' stato brutalmente pestato, e per questo i cinque stronzi dovranno risponderne. Se all'aggressione si aggiungera' anche l'accusa di razzismo, allora pagheranno (pagherete caro, pagherete tutto...hihi, vai di Balestrini) anche quella. Sull'accusa di razzismo, per il momento non ancora verificabile e finche' non lo sara', la parola del bengalese vale quanto quella delle cinque merde. Ed e' giusto e civile cosi'. Se una donna mi accusa di stupro, gradirei che l'accusa venisse provata, altrimenti finiamo come il rumeno (beh, io non andrei da Vespa). E a proposito di razzismo, sul quale condivido le tue preoccupazioni, l'episodio riportato da Shylock (grazie della dritta Shylock) mi ha fatto fare un balzo sulla sedia, e non scherzo. Immagino che fra poco avremo una Rosa Parks italopakistana. Bella merdata, benebravibis, complimentoni, proprio da andarne fieri. Oltretutto mi e' toccato anche schierarmi con Nicky Vendola...o tempora, o mores!

Yossarian


PS adoro i duelli fra te e Shylock

Psalvus ha detto...

Cosa passa il convento della debordiana Società dello Spettacolo questa settimana?

In Pakistan 24 frustate a una ragazza presunta adultere filmata con telefonino. Lo puoi vedere su YouTube quindi è come se succedesse in Italia, riflettici.

Gli innumerevoli morti sul canale di Sicilia son già spariti dal carnet delle notizie indignanti.
Oggi nessun giornale già ne parla più.

Gran Torino di Eastwood, meglio di un gran trattato di sociologia.

"L'invito al massacro" come dici tu è nelle cose.

Anonimo ha detto...

Yoss, grazie ma 'duelli' mi pare esagerato: piu' che altro, je meno ;-)
Piuttosto, non facciamo paragoni blasfemi. Rosa Parks era una rispettabilissima signora che voleva, giustamente, parità di servizio a parità di prezzo. Non un branco di energumeni senza alcun titolo per calpestare il suolo di questo Paese to begin with, men che meno per usufruire a sbafo dei suoi mezzi pubblici.
Perché qualcuno mi dovrebbe pur spiegare, porcocazzo, perché mi ricordo distintamente, un paio d'anni fa, l'ultima volta che ho visto un extra timbrare il biglietto in autobus: per la cronaca, era un'africana, l'ultima domenica del mese e pioveva.
E perché, ariporco e aricazzo, quando il controllore, a colpo sicuro (per esperienza professionale, mica per razzismo), li coglie in fallo, l'unica cosa che riesce ad incassare sono insolenze e improperi (se non peggio: qui da un po' i controllori sui bus girano coi vigilantes, per evitare aggressioni). Come ad esempio sul treno, qualche tempo fa, io testimone oculare, protagonisti il malcapitato controllore e le due troie di turno. Che non so se lo facessero di mestiere e poco m'importa, ma di sicuro si comportavano da tali.
Alla richiesta di biglietto, prima hanno fatto finta di cercarlo, poi sono passate alle scuse lacrimevoli (non c'avevano i soldi, pore stelle, che già cogli stivaletti da tangenziale di una ci pagavano l'abbonamento in sei), successivamente alle moine e agli ammiccamenti, infine, di fronte all'inflessibilità dell'addetto e alla sua decisione, dietro rifiuto di esibire alcun documento, di consegnarle alla Polfer alla fermata successiva, le signore si sono mostrate in tutta la loro civiltà:
-Tu rasisto|
-No, io faccio solo il mio mestiere. Pagate e vi lascio andare.
-No, tu sdronso rasisto! col ditone ingioiellato sotto il naso del malcapitato, finché la Polfer non le ha portate giù di peso (tanto saranno risalite sul prossimo, chettecredi).
Ecco, a proposito di percepito, ho come la percezione di essere io il bovero sdronso che zitto e paga, sennò sei sdronso rasisto.

Shylock

rosalux ha detto...

Sai cos'è, Shy? Che le tue tirate in stile "signoramia" "non c'è più religione" hanno la meravigliosa caratteristica di essere il controcanto a chi non fa le cose vere - per evitare i clandestini - perchè perderebbe davvero tanta clientela elettorale. Oppure pensi che i figuri che fanno lavorare nei campi i negri-cattivi-che-non-pagano-i- biglietto-del-bus sarebbero contenti, di doverli mettere in regola? E quelli che affittano a trecento euro a letto appartamenti di 80 mq con trenta letti? E non sto parlando di cose che sopportano i poveri nei quartieri poveri: conosco persone che hanno vicini così, nella ricca Prati. Appartamenti straboccanti di gente dello Sri Lanka che esce per andare a vendere le rose. Conviene assai di più affittare a trenta immigrati che ad una famiglia di italiani:purchè siano clandestini, beninteso, perchè gli altri gli abusi li possono denunciare. Pensi che non siano inseriti in un sistema tutto italiano, che li vuole, che ci marcia con il fatto di avere persone totalmente sfruttabili senza pericolo? Quindi il sistema è - da un parte si fa la voce grossa, così si accontantano le sciurette Shylock, che questi negri non pagano il biglietto, e dall'altra tutto resta come è - e sono in molti a ringraziare. Non sei razzista, semplicemente non ci arrivi.
Ah, mio padre - 77 anni - sostiene che in metropolitana sono due categorie di persone ad alzarsi: i suoi coetanei e gli immigrati.
Signora mia, non c'è più religione.

Anonimo ha detto...

Conosci persone che affittano in nero a clandestini?
Bene, anzi male: denunciale, senno' la complice sei tu, non io.
Io chiedo semplicemente parita' di diritti e di doveri. Ad esempio, sia i lavoratori pendolari che le pendolari del sesso hanno il dovere di pagare il biglietto perche' entrambi poggiano il culo su un sedile dello stesso treno: razzismo e', viceversa, accettare come scontato che i culineri viaggino aggratis, anzi reagire col fastidio misto a spocchia tipico - questo si' - delle sciurette quando te lo fanno notare.

Shylock

rosalux ha detto...

Ti ho fatto osservare che sei funzionale ad una politica, quella del governo, che è incapace di risolvere il problema "clandestini"perchè è probabilmente complice di chi - e sono molti - i clandestini li sfrutta. La "sciuretta Shy", con il suo disgusto per il cumino, che applaude alle classi differenziali, ai medici delatori e a tutte le vaccate dannose e inefficaci di questo governo, è esattamente il target della pubblicità di questo governo. Ha bisogno di gente che - come te - non usa più la testa per ragionare ma il buco di culo.

Anonimo ha detto...

Con tutta la tua spocchietta non m'hai risposto: perche' io devo pagare il biglietto e loro no?
C'ho la rogna? Puzzo?
Sono evolutivamente piu' vicino alle scimmie?
Dammi un solo buon motivo.

Shylock

rosalux ha detto...

Mostrami dove e quando ho sostenuto che ci sia una particolare categoria di persone che non debba pagare il biglietto o non sia tenuta a pagare la multa se non lo fa, e ti mando a casa un assegno da cento euro. Se non lo trovi, invece, dovrai scrivere "sì, lo ammetto, sono un grandissimo testa di minchia".

Anonimo ha detto...

No, ciccia, tu hai spostato il problema da un'altra parte, e ma quelli che affittano in nero blabla, e ma Berlusconi ribla...
Come se domani tu andassi in Germania, come e quando ti pare, a fare lo stracazzo che ti pare, e se sali sul bus e ti chiedono il biglietto gli fai: e ma voi Auschwitz, sbroc-sbroc, e ma Marzabotto yakka-yakka.
Che sono discorsi del cazzo e razzisti, appunto.

Shylock

rosalux ha detto...

Ma piantala! il tuo approccio "i negri non pagano l'autobus" è una generalizzazione che non ha alcun interesse, non genera soluzioni. I "negri" a volte (non sempre, è pieno di gente che ha l'intera rete) non pagano l'autobus, ma io ho visto con i miei occhi i controllori in metropolitana "avvertire" un gruppo di coattelli romani che sotto c'erano i controlli, e che funzionavano da vera e propria rete "acchiappa-negri". Per te questa è una normale selezione, fondata sulla certezza che i negri delinquono?
Queste tue ossessioncelle nulla aggiungono alla necessità imprescindibile di gestire l'immigrazione. A cui si possono dare risposte intelligenti: perseguendo il mercato nero del lavoro e degli affitti, facendo indagini sulla tratta nei paesi in cui avviene, regolarizzando i clandestini incensurati e che dimostrino di avere un lavoro "legale", cercando di favorire l'inserimento nelle scuole e nella vita del paese dei legali, e ovviamente punendo gli illeciti senza sconti: cosa che non ho mai negato si debba fare.
A questo problema invece tu - come i nostri governanti - non dai alcuna soluzione efficiente, ma solo borborigmi da vecchio babbione e pillolette per calmarti i nervi scossi.

Anonimo ha detto...

Signova mia qvanto sono volgave e genevalizzante...
A differenza tua, io coi mezzi ci giro da una vita, quindi vedo cosa succede.
E a differenza tua, vedo quel che succede perche' non ho le fette di kebab sugli occhi (con o senza cumino).
E potrei citarti il controesempio, ovvero lo studentello indigeno che l'altro giorno s'e' preso la multa perche' non aveva ancora rinnovato l'abbonamento perche' a inizio mese c'e' la fila agli sportelli e lui quel giorno non aveva avuto tempo/voglia di aspettare, embe'?
Quel che non realizzi, intelligentona, e' che, ammesso che riescano a fargli la multa senza essere minacciati o peggio, non la incasseranno mai: e' la strafottenza e prepotenza che viene dall'impunita', e' lo 'sdronso rasisto' che sanno di potersi permettere perche' ci sono i beoti come te che e ma il problema e' a monte, e ma le politiche repressive, e ricerchiamo soluzioni piu' avanzate, e l'accoglienza...
Invece delle cene da Piperno che dovresti pagarmi per tutte le volte che hai strillato al regggime e al pogrom per gli uni e all'ingiusta persecuzione per gli altri a seconda della etnia/nazionalita', invita a casa tua un bell'autobus di simpatici passeggeri di Bari, hai visto mai che ti fai un'idea del mondo meno farlocca.

Shylock

rosalux ha detto...

Giro solo in autobus, testa di minchia.

Anonimo ha detto...

Ah ma allora sei un caso più disperato di quel che pensassi. Perché non arrivi a capire che un viaggio sui mezzi pubblici di qualsiasi città italiana è uno spottone più efficace di sei mesi di Studio Aperto (e non puoi nemmeno cambiare canale).
Ecco perché ci aspettano 10, 100, 1000 Bari. Ce n'est qu'un début, madame.

Shylock

rosalux ha detto...

Un viaggio sui mezzi pubblici fatto da chi ha nella scatola cranica un filtro costruito su misura dai leghisti per renderlo totalmente beota. Io viaggio in autobus tutti i giorni, sicuramente mi capita di vedere gente che non fa il biglietto (di tutti i colori, e molti hanno l'intera rete).
Gli autobus sono pieni di immigrati, e non ho mai, dico mai, visto nessun atto di arroganza da parte di questa gente.
A meno che - per te - sedersi, odorare di cumino, avere dei vestiti del mercatino, o i capelli ricci non siano atti di abominevole arroganza, cosa che non mi stupirebbe affatto.
Ripeto, sei il target ideale per poter lasciare il più possibile invariata una condizione che fa comodo a molti. Azioni muscolari, e tutto il resto resti com'è.

E per favore spiegami se pensi che tutto il sommerso che c'è in Italia e che si basa sul lavoro dei clandestini potrebbe sopportarne la regolarizzazione (che passa attraverso l'assunzione regolare).

Ma figura se me lo spieghi. Sei incantato dalla filastrocca beota che i nigger ti stanno togliendo l'ossigeno.

Cretino.

Anonimo ha detto...

Non hai argomenti a parte gli insulti. Sei l'equivalente verbale di quelli che fanno la Guerra Globbale al Grande Flusso spaccando vetrine.
Fai piu' rumore che puoi per non sentire la realta', ma dato che la realta' ha questa fastidiosa caratteristica di non lasciarsi sopprimere, molta piu' gente di quanta potrai mai cercare di zittire col tuo manganellino virtuale la vede, la sente, la vive sulla sua pelle e si regola di conseguenza.
Ed e' questo che ti fa sclerare: testa di minchia - sbroc-sbroc - cretino - blabla - cumino - yakka-yakka.
E come i fascistelli da corteo, ripeti i mantra all'infinito sulle colpe del Sistema ignorando che chi si comporta da incivile e', comunque, dalla parte del torto; a prescindere.
Ah ma io mica m'offendo eh? anzi, sono piuttosto divertito.
"Gli autobus sono pieni di immigrati, e non ho mai, dico mai, visto nessun atto di arroganza da parte di questa gente."
Che tu non veda, lo credo benissimo. Peccato che io invece si'. E c'e' chi vede anche di peggio, visto che finisce sul giornale.

Shylock

rosalux ha detto...

Mi scuso per gli insulti, ma vedere una persona che aveva degli interessi, una vivacità, una testa, degli argomenti, ridotta ad una larva umana per paura dei negri è terrificante: dà la misura di quello che sta succedendo alla coscienza delle persone.

Anonimo ha detto...

Ribadisco, trovo piu' insultante che tu usi la carta razziale, che per me e' assolutamente irrilevante: io ne faccio una questione culturale, o meglio ancora di etica pubblica.
Se non rispetti le regole, non puoi pretendere rispetto. E io disprezzo chi non paga sul bus tanto quanto chi parcheggia il SUV sul marciapiede, anche se nel novanta e passa per cento dei casi appartengono a etnie diverse: entrambi mi 'tolgono l'ossigeno' della civile convivenza.

Shylock

rosalux ha detto...

Prima di tutto, impara a parlare come si deve, che se tu che parli di "bovero negro" perchè va tanto di moda l'anticorrettezza politica, poi ti becchi del lurido razzista. Mi ricordi "io non sono razzista: è lui che è negro".
Secondo poi continui a discutere come un pazzo contro i mulini a vento. Mai detto che non si debba far la multa agli immigrati o punire chi delinque. Chi delinque, però: non che ad ogni mamma isterica che denuncia la zingara cattiva che ha messo il bimbo sotto il gonnone ci siano articoloni e le smentite (che arrivano sempre) siano regolarmente microscopiche perchè quello è violento, disgustoso, abominevole razzismo. Come accusare gli ebrei di avvelenare i pozzi. Ma proprio uguale uguale, eh?
Inoltre, che tu sia diventato monocorde nel borborigma contro gli immigrati e che assomigli a Borghezio è semplice dato di fatto. Mi pare che tu non abbia altro interesse che a veder negri in manette, e che tu accusi me di non avere argomenti e che neghi l'organicità dei clandestini in un paese che vive di lavoro nero è altrettanto incredibile.
Eppure: non una parola da parte tua contro chi non sfiora il lavoro nero. Beh, per me questa può essere solo o complicità o rincoglionimento.

Anonimo ha detto...

Piuttosto, non facciamo paragoni blasfemi. Rosa Parks era una rispettabilissima signora che voleva, giustamente, parità di servizio a parità di prezzo.

maria
ah rosa parks voleva parità di servizio a parità di prezzo,!!
Senti, ma intendi fare una battutina spiritosa o sei grullo di tuo?

S.
Non un branco di energumeni senza alcun titolo per calpestare il suolo di questo Paese to begin with, men che meno per usufruire a sbafo dei suoi mezzi pubblici.

maria
ma non mi dire, culi neri, troie varie, ed energumeni,come tu definisci graziosamente alcuni stranieri, sarebbero gli unici a non pagare il biglietto sul bus a fronte di virtuosi cittadini italiani o altri tipi di stranieri che non mancherebbero di farlo?

A me non risulta, vedo quotidianamente gente nera che oblitera il suo biglietto come vedo gente bianca che viaggia a sbafo, e il fatto che i primi siano in maggior numero, non mi stupisce o scandalizza più di tanto vista la loro condizione, anzi ti dirò che trovo ben più scandaloso affittare tuguri di merda a gente disperata,o dire a qualcuno "tornatene a casa" dopo averlo gonfiato di botte!

Ah già, dimenticavo che tale frase non è sinonimo di razzismo, ma un modo di dire innocuo e trascurabile!

E più in generale, se io finissi scrivendo, a rileggersi bianco di merda, tu come reagiresti?

Anonimo ha detto...

Quella che deve imparare proprio l'ABC del dialogo in rete, nonostante i pipponi sui memi, i newsgroup, etc., sei tu.
Se attribuisci a qualcuno dei virgolettati che non ha usato, dici il falso.
Se gli attribuisci tra virgolette parole che hai usato tu, invece, sei anche in malafede.
In questo thread hai parlato ossessivamente di 'negri' tu, io manco una volta.

Shylock

rosalux ha detto...

"razzismo e', viceversa, accettare come scontato che i culineri viaggino aggratis"

Vai cordialmente a fare in culo, Shy.

Anonimo ha detto...

No, vai scordialmente tu a farti un corso d'italiano, ché mi sa che hai delle carenze pregresse.
Vediamo se a spiegartelo più facile ci arrivi.
Io sono per l'uguaglianza: one culo = one ticket.
Culibianchi seduti vs culineri in piedi = razzismo.
Culibianchi a pagamento vs culineri gratis = razzismo.
It's that simple.

Shylock

rosalux ha detto...

Eccerto, se io dico che i giudei debbono smetterla di controllare i media mica sono antisemita, sono loro che sono ebrei.

Anonimo ha detto...

OK, e' troppo complicato per te.
No problemo, sono abituato ad abbassare il livello fino a rasoterra e oltre, se necessario.
Se io dire 'ebrei dovere smettere controllare media' = io razzista.
Se io dire 'negri dovere smettere fare come scimmie' = io anche razzista.
Ma se io dire 'bianchi dovere pagare biglietto come neri' io no razzista.
Solo razzista pensare che quello che dovere fare uni no dovere fare altri.
Solo razzista rovescia pensare che a neri non potere dire niente senno' essere razzista.

Shylock

rosalux ha detto...

Sì, tutto molto divertente: quello che ti sfugge è che essere razzisti significa avere dei pregiudizi e fare delle generalizzazioni. Quello che fai tu quando teorizzi che "i negri non fanno i biglietti dell'autobus" insomma, glissando su qualsiasi altro tema. In pratica tu ti stai godendo un mondo visto dagli occhi di Calderoli, e nemmeno ti rendi conto che all'origine della tua spaventosa e raccapricciante mestizia esistenziale non c'è il mondo reale, ma il filtro che serve a quell'osceno ciccione per sopravvivere politicamente.

Anonimo ha detto...

Sì, ti prendo per il culo (che presumo sarà pallido quanto il mio) perché ti rendi ridicola.
Io non 'teorizzo', constato che gli extracomunitari sui mezzi pubblici che uso io, a stragrandissimissima maggioranza, non pagano il biglietto.
Non 'i negri' come, con malafede pervicace, sostieni tu. Peraltro, tra quelle dello 'sdronso rasisto' e la sparuta timbratrice dell'altr'anno non ricordo differenze cromatiche significative, quindi di certo non ce l'hanno nel sangue...
A te tutto questo sfugge o, se proprio ci sbatti il muso, lo neghi con ferocia: ecco perché ti prude tanto il suddetto culo che io invece lo veda e lo faccia notare.
Ed ecco perché l'"osceno ciccione" (da quando sui Diversamente Magri si può pisciar sopra, brutta razzista?) prospera politicamente: non per le chiacchiere mie o tue, ma per i fatti che chiunque può vedere (che poi il ciccione ci marci e non sappia risolvere i problemi, è un altro discorso).
Anzi, il negazionismo di quelli come te secondo me irrita moltissimo chi invece gli occhi li usa e si sente pure preso per il culo da chi lo rimbrotta dandogli del razzista. Infatti, pure i politici di sinistra che stanno sul territorio e devono prendere i voti veri, non quelli del porcellum, se ne sono accorti (vedi Cofferati, Zanonato, etc.).

Shylock

rosalux ha detto...

Il novanta per cento della gente - bianca nera e gialla - a roma ha l'intera rete. Quindi è impossibile sapere se uno non sta facendo il biglietto perchè fa il furbo o perchè ha la tessera. A parte i razzisti come te che danno per scontata la prima ipotesi se è nero e scontata la seconda se è bianco.

rosalux ha detto...

Guarda che non me ne frega nulla che tu non supporti il tuo pregiudizio con teorie razziali (anche se ami condire i tuoi discorsi di riferimenti al colore della pelle che fanno tanto figo-trasgressivo-yeah-me-ne-sbatto-della-correctness)

Il pregiudizio è pregiudizio, anche senza teorie biologiche, genera odio nello stesso modo.

Anonimo ha detto...

Il mio è semmai _post_giudizio: osservo, poi giudico.
Qui gli abbonamenti costano, per cui a parte gli studenti li hanno in pochi: anche i vecchietti (che in assoluto son quelli che timbrano di più) girano coi biglietti singoli o coi blocchetti.
Comunque oggi è una data da segnare: ho visto un cinese che timbrava.
Quanti punti-Borghezio ho perso (o vinto: il cinese di solito è piuttosto palliduccio)?

Shylock

rosalux ha detto...

Palle. L'abbonamento è per risparmiare.

Anonimo ha detto...

Ciccia, io collezionavo abbonamenti quando tu collezionavi ancora i dischi di Rosanna Fratello: la convenienza dipende dalle tariffe e comunque si ha da una certa frequenza di uso dei mezzi in poi.
Poi saro' sfigato io, saran sfigati i controllori che, tra tutti gli immigrati integerrimi che pagano l'abbonamento indefessi e contribuiscono al 115% del PIL, vanno sempre a beccare gli unici portoghesi, vil razza dannata.

"(anche se ami condire i tuoi discorsi di riferimenti al colore della pelle che fanno tanto figo-trasgressivo-yeah-me-ne-sbatto-della-correctness)"

Macché, lo faccio solo per épater les bourgeois comme toi.

Shylock

rosalux ha detto...

"Macché, lo faccio solo per épater les bourgeois comme toi."

Tutti i "fighi-trasgressivi-yeah-me-ne-sbatto-della-correctness" lo fanno per epater les bourgeois, dov'è la novità?

Anonimo ha detto...

Infatti, nessuna novita' o trasgressione particolare: i borghesi, da sempre, si epatano facilmente.
Dove sta il divertimento allora? Semplice, e' la tecnica del tormentone: si sa che il Coyote finira' nel canyon e il Roadrunner gli mostrera' un palmo di lingua.
Banale, ma funziona sempre.

Shylock