domenica 23 settembre 2007

sospensione dell'incredulità

"Cristianesimo: La credenza che uno zombie ebreo cosmico possa farti vivere in eterno, purchè tu ne mangi simbolicamente le carni e gli dica per via telepatica che lo accetti come tuo Signore per consentirgli di rimuovere la forza maligna nella tua anima, forza che affligge l'umanità intera da quando una donna-costola fu indotta da un serpente parlante a mangiare il frutto di un albero magico ." [hat tip: una macchina di amorosa grazia]

Questo viene insegnato come fatto negli asili pubblici del nostro paese a bambini innocenti di tre anni, e per evitare la contaminazione memetica occorre fare apposita richiesta, accettando che il proprio figlio venga isolato nei corridoi della scuola.

E qui intanto c'è chi ritiene fondamentale denunciare che in una università australiana hanno messo un bidet per consentire ai musulmani le abluzioni rituali.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

semplicemente inquietante.
violet rouet

Anonimo ha detto...

ops... avevo scritto un commento stamattina. Dov'e' andato a finire?

Psalvus

rosalux ha detto...

Boh? Non sto moderando e non ho cancellato nessun post, di certo è un disguido tecnico.
Perchè non lo rimandi?

Anonimo ha detto...

ok, dicevo che i bambini di tre anni dovrebbero essere salvaguardati allo stesso modo dalla contaminazione memetica di cappuccetto rosso.

Dei memi bisognerebbe poi scegliere quelli benefici, che apportino buoni anticorpi critici contro il pensiero mitico-simbolico-magico-religioso.

Suggerirei un'apposita commissione interministeriale ad hoc che stili apposite linee guida. Di solito funziona.

Psalvus

rosalux ha detto...

Psalvus: salvaguardarsi dalle infezioni memetiche è del tutto impossibile, il punto è non istituzionalizzarle. Io non penso che si debba vietare a nessuno di parlare della propria fede, di raccontare favole, di esternare le proprie convizione sui segni zodiacali, sui fantasmi, su babbo natale e sugli UFO: ci mancherebbe altro. Ma non capisco perchè la "tradizione" debba legittimare alcune storie e stigmatizzarne altre.
Credo semplicemente che la scuola dovrebbe astenersi dal proporre la fede come se fosse scienza. In questo senso non ci sarebbe alcun bisogno di interventi repressivi ministeriali sui memi di nessuno: nessuna psicopolizia. Basterebbe - come è nei paesi civili - eliminare l'ora di religione e i simboli religiosi dalla scuola.