mercoledì 2 aprile 2008

c'è gossip e gossip

aggiornamento: il post di quella buontempona di Tupaia era un pesce d'aprile!


Come in effetti la tracina dalla bocca larga ha tempestivamente intuito, si trattava di un pesce (crostaceo) d’aprile e non esiste nessun Thermaganius sharpei.

Devo dire che non e’ stato facile mettere insieme questo post.
Il soggetto della foto e’ l’etichetta sfilacciata della mia sciarpa che ho distrutto per noia in treno, accorgendomi poi della sua forma vagamente da crostaceo. Un tocco di photoshop ha cancellato i polverosi sedili di un eurostar dallo sfondo (ma il numero uno che ha visto la tracina non c’era, al massimo c’erano le istruzioni per il lavaggio).


Di vittime impotenti e di carnefici efferati, di personaggi eterodiretti e inconsapevoli, di torture e di morte, di imperialismo razzista e di quanto la luce nasconda dietro un'apparenza mirifica ombre sinistre.
Se non è un pesce d'aprile (ma se lo è non cambia nulla, per avere qualche dubbio sulla moralità della natura bastano i cuculi e Leopardi) è uno scoop, pare che fra un po' la cosa arriverà ai giornali. Buon divertimento.

6 commenti:

Psalvus ha detto...

ma non ho capito, sei tu anche l'orologiaio miope?


PS: Grazie per avermi portato al blog chinaski77, uno spasso.

rosalux ha detto...

No, no, non sono io. Scusa il rincoglionimento, ma chinaski77 quando l'ho segnalato? Io l'avevo beccato attraverso psicocaffè...

Tupaia ha detto...

Rosalux: per inciso, il "Thermaganius" e' stato creato mentre venivo a Forli' per il raduno con voi. Fu un viaggio piuttosto lungo e noioso, per fortuna la permanenza fu molto piacevole, se si escludono le patologie assortite di Mr Inmnoranza.
Tupaia

rosalux ha detto...

beh, complimenti. Solo ora realizzo a cosa si riferisce "sharpei" :-D

Psalvus ha detto...

no, e' che nel sito animali orrifici c'era il link preferiti chinaski che ripeto e' carino... verificare, prego

rosalux ha detto...

sì, sì, lo conosco, ma non avevo notato che anche Tupaia lo linkasse: io ci ero arrivato attraverso il sito psicocafè. Comunque è divertente, vero.