martedì 4 agosto 2009

RU486 e quella macabra propaganda

La RU486, oltre ad essere meno dolorosa e pericolosa per la donna di quanto non sia un aborto chirurgico, interromperebbe la gravidanza ad un livello di sviluppo embrionale più precoce.
Per anni gli antiabortisti hanno volantinato agghiaccianti fotografie di aborti di feti al quinto mese, quegli aborti terapeutici cioè che oggi vengono spesso fatti per esempio a causa di una legge - quella sulla fecondazione assistita - che impedisce a chi soffre di malattie genetiche di selezionare l'embrione subito dopo la fecondazione.

In pratica - tutto fa pensare che gli antiabortisti di fatto ritengano preferibile abortire un feto formato piuttosto che un embrione ad uno stadio precoce, a dispetto dei cuoricini che battono, delle gambine che scalciano, dei pollicini succhiati, e di tutta quella retorica che per anni è stata il cavallo di battaglia del Movimento per la Vita.

Non ritengono - gli antiabortisti - che questa retorica sia - a tutti gli effetti - orribilmente ipocrita, e che dovremmo casomai noi volantinare quelle agghiaccianti foto degli aborti che - a puro scopo punitivo - i militanti pro-life vogliono rendere più frequenti di quanto non sarebbero con la RU486 o con una legge meno barbara sulla fecondazione assistita?

Per chi sia interessato ad eventuali risposte o considerazioni (non che ci speri) degli antiabortisti, la domanda è stata postata anche sul gruppo di discussione it.cultura.religioni.cristiani.

31 commenti:

Anonimo ha detto...

Ammiro la tua disponibilita' al dialogo (e non ti sto prendendo per il culo).
Ma temo faresti prima a convincere un talebano dello spreco di stoffa legato all'uso del burka.

Shylock

rosalux ha detto...

x shy: lol

Anonimo ha detto...

Ma io ero serissimo :-(

Shylock

Psalvus ha detto...

occhio che non vede, cuore che non duole

nella RU486 c'è più solitudine, e molto più dolore fisico. C'e' poi qualche complicazione in più (in una percentuale del 10 -20 % bisogna rimetterci le mani chirurgicamente); è una procedura piu' onerosa per la comunità per le giornate di degenza. Inoltre è più facile a clandestinizzarsi perchè con una pillola si può fare commercio clandestino e fiorente mercato criminale piu' che con le "mammane"...

Nell'aborto chirurgico c'e' condivisione da parte della donna con il medico che lo pratica, non vede niente perchè c'e' l'anestesia generale e tutto si conclude in 10 minuti...

No, la RU486 non è un progresso, se non per le case farmaceutiche. Ma come farlo capire ai talebanprogressisti?

farlocca farlocchissima ha detto...

be' l'ipocrisia è una qualità molto cattolica. provoca effetti paradossali tipo: sono sposato/a, ho un amante, ci faccio sesso solo sul divano così posso dire che non ci sono andato/a a letto... una roba così. :-)

rosalux ha detto...

x psalvus: la RU aumenta il progesterone, che è quello che accade con gli aborti spontanei. Nessun dolore, nessuna solitudine (ma non avevi detto occhio non vede cuore non duole?) : viene fatto in una struttura tale e quale. I giorni di degenza sono probabilmente inutili, e - occhio non vede cuore non duole - nell'aborto chirurgico si fa la anestesia totale, che ha certamente una percentuale di complicazioni e di morti più alta del progesterone. Quello che mi fa orrore è la profonda e totale insincerità dei vostri argomenti. Non sarebbe (tanto) più semplice dire "la donna che abortisce deve soffrire"?

E poi non hai minimamente centrato il tema del post. Per te è la stessa cosa abortire una cellula, un embrione, un feto, o uccidere un bambino? Esiste una differenza? Se per te - come mi pare di capire - non esiste (per me sì) per quale diavolo di motivo non convieni con me che la propaganda pro-life è fondata su una enorme e ributtante menzogna?

E in ultimo, vedi, dare dei talebani a chi è favorevole al non imporre d'ufficio le proprie scelte e quindi è - per definizione - il contrario esatto della "talebanità" è veramente osceno. Ma davvero.

rosalux ha detto...

x farlocca: sì, non ce ne è uno che dica: l'embrione ha l'anima, ha un destino che è identificato nella biologia e chi si mette in mezzo al destino è colpevole e deve soffrire. Questo semplificherebbe le cose, ma loro fingono di appellarsi ad argomenti razionali.

Psalvus ha detto...

Tu non sei informata Rosa, la RU486 è un antiprogesteronico, non "aumenta il progesterone", che' senno sarebbe usata come antiabortivo! Non fare come Emma Bonino che non fa distinzione tra RU486 e pillola del giorno dopo (sentito a Radio Radicale con le mie orecchie).

Quando la RU486 induce l'aborto - è lo fa ottimamente (ma se è per questo lo faceva anche il vecchio methotrexate che costa infinitamente meno) questo dev'essere espulso. In quel momento viene assunto il secondo tipo di pillola della procedura, le prostaglandine. Esse hanno il solo scopo di far contrarre l'utero. La cosa piu' dolorosa è il transito di questi tessuti e coaguli attraverso il canale cervicale. I dolori non sono contrastabili con gli antispastici che interferirebbero sulle contrazioni determinate dalle prostaglandine.

Nonostante cio' talvolta (20%) l'utero non riesce a svuotarsi completamente e inizia una emorragia che fa ritornare la donna in ospedale per essere sottoposta allo svuotamento chirurgico dell'utero, cioè con la stessa procedura che si usa nelle interruzioni fatte fino ad oggi.

La RU486 riesce ad "abbattere" una gravidanza in qualsiasi momento ma hanno consentito l'assunzione fino alle sette settimane non certo per motivi etici (piu' piccolo è, piu' ammazzabile è?) ma perchè gli effetti collaterali che dopo le 7 settimane diventano rapidamente enormi...

Se aveste a cuore veramente il benessere della donna dovreste in questo caso allearvi con gli oppositori di questo stupido metodo d'interruzione della gravidanza, ma questo nel vostro talibanismo antitalebano non lo farete mai.

Il tempo mi darà ragione.

Yossarian ha detto...

Mi sa che avete ragione sia tu che Shy.

Ma i cattolici del PD cosa ne pensano?

Si tratta di semplice curiosita', non di vis polemica.

rosalux ha detto...

x psalvus, sì, ovviamente volevo dire diminuisce il progesterone.

Anonimo ha detto...

Psalvus, "talibanismo antitalebano", come no: fra un po' che t'inventi, l'umidita' asciutta?
Se non sai piu' che cazzo dire, ammettilo, fai piu' bella figura.

Shylock

Psalvus ha detto...

ma io ho detto quello che mi sentivo in dovere di dire, ho portato argomenti razionali alla stupidità dell'uso della RU486, non ci tengo a far bella figura con uno che mi dice che non so che cazzo dire

Anonimo ha detto...

Psalvus, ma che problema c'e', anch'io mi sentivo di dirti che hai detto una cazzata, condita di giudizi irrazionali sulla 'stupidita'' di un farmaco usato da decenni in tutti i Paesi civili, quelli dove voi talebani con la papalina al posto del turbante non riuscite a infilare il becco nell'utero delle donne.
Non per 'dovere', ne' perche' aspiri a convertirti: l'anti-talebano si riconosce da questo, perche' io, a differenza tua, i tuoi pregiudizi sessuofobici e misogini te li lascio tranquillamente; goditi o rovinati la vita quanto ti pare, ma tieni le zampacce lontano dalla mia o da quella di altre persone libere, il cui orizzonte mentale s'estende oltre le colonne dell'Avvenire.

Shylock

Psalvus ha detto...

mi aspetto una difesa d'ufficio dalla moderatrice

rosalux ha detto...

bah, la mia linea di moderazione è in buona sostanza che cancello i troll e i messaggi che potrebbero rivelare dati personali: per il resto siete adulti e vaccinati. Fra l'altro una volta tanto che quella peste è d'accordo con me, dovrei aizzarmela contro? Sarai mica matto, spero.

Anonimo ha detto...

(Grazie, Ro', te ne devo una: confessa che ti diverti;-)

Psalvus, se ho detto qualcosa che secondo te non riproduce abbastanza fedelmente le tue posizioni, convincimi del contrario.
Com'e' che dicevi tu? Ah, si': argomenta razionalmente, invece di fare il giulianoferrara in sedicesimo.

Il tono chiagnoso di quello che va a lamentarsi dalla maestra, poi, suvvia: da un soldatino di Cristo confermato e unto con tutti i crismi, ci si aspetterebbe una disponibilita', se non proprio al martirio fisico, almeno ad una testimonianza di fede che regga a qualche critica robusta.

Shylock

Anonimo ha detto...

Ecco, adesso s'e' imbronciato e non gioca piu' ;-(

Psalvus, dai, essu', non fare cosi', si scherzava!
Uff, Rosa, diglielo anche tu, che io faccio la faccia feroce, ma non sono cattivo...

Shylock

rosalux ha detto...

beh, beh, feroce, via. Diciamo stizzosetta livorosina, dai.
:-D

Psalvus ha detto...

veramente avevo gia' risposto, ma blogger se la dev'essere mangiata. Ma perche' non usi le chapka per filtrare i commenti?

rosalux ha detto...

le chapka? non servono per filtrare lo spamming? che vantaggi ne avrei?

Cmq quando non vedi un tuo post puoi star sicuro che non ti ho cassato, rimanda pure.

Anonimo ha detto...

Stizzosetto io?
Ma se mi son preso del demoproletario senza fare una piega!

Shylock

rosalux ha detto...

Sto ancora ridendo, giuro.

Anonimo ha detto...

Eh, tu ridi, intanto ce n'e' un altro che mi ha risposto 'voi donne': comincio ad avere le crisi d'identita'...

Shylock

rosalux ha detto...

Sarà mica colpa mia, se sei così uterino....

Anonimo ha detto...

mavafangu'

Shylock

Psalvus ha detto...

ragazzi, per resettare la discussione al suo specifico e farvi uscire dalle vostre tubazioni (massi', tubate come due piccioncini in amore) dovete riflettere...
Sul fatto che non sempre ciò che è una novità è di per sè un bene; non sempre cio' che le altre nazioni già fanno da vent'anni è di per sè una garanzia, ipso facto, di modernità.

Talvolta per pura serendipity (botta di culo) una situazione di "arretratezza" è darwinianamente vantaggiosa.

Date retta, ve lo dico a ragion veduta, fidatevi del babbo: la RU486 è una boiata pazzesca!

Anonimo ha detto...

Psalvus, hai usato due termini ('darwinianamente' e 'ragione') che sono l'antitesi dell'oscurantismo vaticano.
Comunque, se uno non si fida della RU486 fa benissimo a non prenderla; lui. Invece e' tipico dei nipotini di quelli che volevano arrostire Galileo voler imporre la loro arretratezza ottusa anche agli altri.

Shylock

P.S. La battuta sui piccioncini che tubano e' vecchia, l'ho usata io qualche post piu' sotto. Vabbe' che il Nuovo e' il Male, ma non esagerare.

rosalux ha detto...

"P.S. La battuta sui piccioncini che tubano e' vecchia"

Eh, quando si tratta di darmi della cioccola, tutti in prima fila qua. Le serpi in seno, mi covo.

Anonimo ha detto...

E comunque a me le tettone non piacciono, ecco.

Shylock

Anonimo ha detto...

Ehi, pssst...
ti sei persa l'imbeccata.

A questo punto tu dovevi dire: 'Chi disprezza, compra'.

Shylock

rosalux ha detto...

x shy: che fai, te la canti e te la soni?