domenica 30 agosto 2009

dalla come il verderame e salverai il mondo!

U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Ho mal di testa.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Sono biologicamente predeterminata a mettere su famiglia.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè non ne ho voglia.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè non mi hai ancora offerto una cena.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè ti puzza l'alito.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè la tua insistenza mi smonta.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè hai il pisello piccolo.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè sono fidanzata.
U: Me la dai?
D: No.
U: Perchè?
D: Perchè sei lubrico.
U: Me la dai?
D: Sì.
U: Sì?
D: Sì.
U: E perchè?
D: Perchè - come femminista - sono convinta che la prostituzione sia una piaga millenaria da sconfiggere, e non tollero la vista delle povere rumene sfruttate, per non parlare delle africane, che spesso sono vittime di episodi di razzismo, e siccome sono convinta che per ogni donna ci sia un futuro lontano dal marciapiede, in collaborazione con Don Benzi e Paolo Barnard ho iniziato una attiva militanza come volontaria nel gruppo "diamola come il verderame"

22 commenti:

gillipixel ha detto...

In fondo è stato un immenso sacrificio speso nel nome della cultura e della conoscenza antropologica...
Ah, come mutano rapidamente le sfumature della semantica, quali acrobazie di senso ci tocca osservare...un tempo li chiamavamo spazzini, oggi operatori ecologici...un tempo li chiamavamo puttanieri, oggi operatori del sapere :-D

farlocca farlocchissima ha detto...

M E R A V I G L I O S O!!!

rosalux ha detto...

:-)

Anonimo ha detto...

"Dalla come il verderame" mi mancava, in effetti.

Shylock

Paolo ha detto...

Che bello il riferimento agreste...tanto per richiamare Il rinomato tira più "un pelo di f*** verso l'alto che cento paia di buoi verso valle" :-))

rosalux ha detto...

eehhehhehhheeh, sì, molto bucolico! :-D

Eugenio Mastroviti ha detto...

Applausi

Yossarian ha detto...

Bah, il concetto sara' anche giusto in linea di principio, ma a me sembra un discorso un po' da sfigato.

Mi spiego, e sottolineo che il sottoscritto non e' certo un latin lover e conserva borse piene di due di picche.

Mi tocca fare un'osservazione ai colleghi maschi, e tieni presente che a me le femministe fanno generalmente venire il latte alle ginocchia.

Mettiamo da parte il tipo di donna frustrata da condizionamenti sociali e di marketing di cui Bernardi parla nel post.

Su questo Bernardi ha ragione.

Ma se il concetto generale e' giusto,da parte degli uomini, e voglio parlare dell'approccio, c'e' generalmente una incapacita'diffusa di capire che spesso e volentieri ci vuole qualcosa in piu' del classico " io Tarzan, tu Jane"

Ora, Bernardi ha ragione: quando parli con una siorina avvenente, su cinque litri di sangue, quattro e mezzo sono concentrati in un unico punto e ne rimane poco per alimentare il cervello. Non ci si puo' fare niente.

Tuttavia, se prendessimo la cosa da un punto di vista erotico, ossia un gioco, o una sorta di assedio sofisticato il cui scopo come l'Odisseo e' quello di espugnare... mi stava venendo una battutaccia orrendamente maschilista et volgare, che poi mi censuri il commento...mi fermo qui :-)

No, dicevo, se da parte nostra si manifestasse una volonta' verso la parte ludica dell'approccio, uno si prenderebbe dei due di picche lo stesso, ma almeno ci si divertirebbe entrambi.

Ripeto e sottolineo: io sono lontano anni luce dall'archetipo del Latin Lover o del 'Cucadores', pero' siccome che c'ho la battuta facile e mi diverto a chiaccherare, attaccare bottone e' sempre stato il mio sport favorito con le siorine: poi magari andavo in bianco lo stesso, ma questo e' un altro discorso.

E questa cosa, complice il mio amore per le sfide mentali, verbali, tattiche et strategie e giochi, alla fine trascese in aspetti surreali.

Prima di rincoglionire allo stato attuale, mi divertivo a provare le cose piu' ardite e dementi, e almeno per quanto riguarda l'approccio credo di aver capito qualcosa della geniale et mefistofelica mente femminile (come diceva Ambrose Bierce, 'ah le donne, sarebbe cosi' bello abbandonarsi nelle loro braccia, senza cadere nelle loro mani' ).

esempio:

Due siorine stragnocche sedute a un tavolo in piazza.

Io " scommetti 10.000 lire che attacco bottone e ci provo?"

Amico "andata, per me non ti cagano di pezza"

Io mi munivo di giornale, e mi sedevo al tavolino di fronte, ma proprio di fronte, due metri o giu' di li', alle due siorine.

Gli altri tavoli erano vuoti, credo che da parte delle siorine stragnocche, difficilmente si potesse equivocare la mia intenzione.

"Ecco, e' arrivato il rompicoglioni, il Rocco Siffredi dei poveri"

E invece , voila' ribaltamento della situazione: io non le cagavo di pezza e leggevo il mio giornale.

Dopo l'iniziale sollievo da parte delle due siorine, credo che dopo dieci minuti di lettura attenta del giornale senza cagarle di striscio, nella loro mente scattasse il seguente ragionamento:

"ma chi cazzo si crede di essere, sto stronzo per non cagarci? Fosse un Adone, ma e' pure brutto..chi cazzo si crede di essere per non cagare noi che siamo stragnocche?"

Inevitabilmente, erano LORO ad attaccare bottone, con una scusa qualsiasi, spinte dalla curiosita' e da una sana dose di orgoglio femminile.

Che poi finisse in un boudoir, e' un altro paio di maniche, ma almeno ci avevo provato senza sbavare due litri di saliva.

Saro' scemo, ma sono fatto cosi'

rosalux ha detto...

Ah, ma infatti chi cucca è solo chi si diverte a corteggiare e mette a punto delle tecniche. (o chi ci prova con milioni di donne, per un fatto statistico, ma è comunque fatica)

Avevo una amica bellissima - ma proprio da sturbo - che aveva stuoli di maschi che le sbavavano dietro.
Un giorno, in un campeggio delle tremiti, si avvicina un tizietto veneto che le fa, povero tesoro: "ciavemo"? Quella lo guarda basita e vagamente disgustata e lui, didascalico: "la ciavata l'è 'na cosa natural!"
Io ancora ci rido, a pensare a quanto era in salita per lui la faccenda del rimorchio...un po' come quest'altro che cerca di convincere l'intero genere femminile a scopare per motivi politici...campa cavallo! ahahahhahahaa

Yossarian ha detto...

"un po' come quest'altro che cerca di convincere l'intero genere femminile a scopare per motivi politici...campa cavallo! ahahahhahahaa"

Esatto: e' un pirla. Un pirla sfigato.

Quell'uomo e' demente. Cioe', scusa, ma il ragionamento che fa e' una cosa tipo: "se le donne la dessero via costantemente, non ci sarebbero stupri"

Ma, ci rendiamo conto? E' da internamento immediato e camicia di forza.

Io su molte istanze femministe, francamente mi ci faccio delle grasse risate, ma dio santo qui non c'entra il femminismo: qui siamo alla base dei rapporti umani.
Il tizio e' ancora allo stadio Neanderthal, nemmeno Cro-Magnon.

E' l'equivalente maschile di quella sciroccata della Banetti ( esiste ancora?) secondo la quale 'ogni rapporto sessuale e' uno stupro'.

Secondo me dovrebbero fidanzarsi.

rosalux ha detto...

Mah, guarda: l'assunto generale secondo me è vero: la domanda maschile di sesso è assolutamente non commisurata all'offerta, e la prostituzione ne è il risultato. La cosa che sfugge a lui è che le donne tendono a darla "se" e "quando" per lo stesso motivo per cui gli uomini la cercano "sempre": è un motivo biologico, punto. E' così e basta.
Hai presente i gay? Con tutte le eccezioni del caso, se sono maschi fanno sesso come sgranocchiar noccioline. Sono maschi con interlocutori maschi, e fanno quello che farebbero tutti i maschi se le femmine facessero "sesso ludico". Se sono femmine l'è tutto un dramma amoroso di gelosie, di parole, di cose, ovviamente moltiplicato per due... è che semo fatti diversi, nel comportamento sessuale, tutto qua.

Yossarian ha detto...

Rosa, sull'assunto generale ha perfettamente ragione, e l'ho anche detto.

Io non credo che per far sesso bisogna avere 'il grande amore': il sesso ludico, 'una botta e via',le orge e via discorrendo vanno benissimo. Tutta salute: w le tette e per le donne w i cazzi.

Il problema e' che lui 'idealizza' esattamente come quelli che credono che per fare sesso devi avere un amore tipo Wuthering Heights (dove di sesso, fra l'altro non ce n'e' fra Catherine & Heathcliffe).

Ne fa come dici tu: una questione politica, una sorta di utopia, un 'mondo perfetto'.

Dire, 'se tutte la dessero, noi non andremmo a puttane', e' banale.
E' come dire 'se tutti si volessero bene, non ci sarebbero le guerre'.

Ha ragione per quanto riguarda, un certo tipo di donna, ma le donne non sono tutte cosi', come gli uomini non sono tutti gorilla che sbavano.

La differenza fra me e' quel signore e' che io sono un uomo a cui piace il sesso e la sgnacchera (e anche le veline hahahaha), lui e' semplicemente un maschio, e se permetti la sua idea di sesso e' molto antierotica.
Mi fa venire in mente l'idea svedese di sesso nudo e 'clinico' contrapposta all'idea italiana, spagnola e francese, di calze nere, giarrettiere, tacchi a spillo etc etc.

Meglio quest'ultima credo.

Sia per noi, sia per voi, credo.

Comunque, sempre sull'assunto generale e su un certo tipo di donna, il tizio non ha tutti i torti.

Tempo fa, tanto per dirne una, ero al telefono con un'amica che me la menava coi matrimoni arrangiati dei musulmani, che sono orribili etc etc.

Io a un certo punto le ho detto: " scusa, ma con tutte le differenze del caso, non mi venire a raccontare che in una citta' di provincia occidentale come Pavia, i matrimoni della piccola-medio-alta borghesia non sono al 70 per cento arrangiati, se no m'incazzo. Hai mai visto la rampolla del commercialista xyz, sposare un tornitore?"

Ovviamente sono diventato Yossarian l'Imam, il filo-sharia.

HAAHAHAHA, il sottoscritto filo-sharia HAHAHA

Roba da pazzi.

rosalux ha detto...

eh, l'idealismo, brutta bestia.
Ma, ora che ci penso, anche te ti trovo un po' idealista! :-D

Palmiro Pangloss ha detto...

Oltretutto, se tutte la dessero a tutti - se la dessero come il verderame secondo la felice trovata di Rosa - ci sarebbe comunque chi va a puttane. Perche' non mi dite che gente come Hugh Grant, beccato a LA con una prostituta di strada manco particolarmente bella, non troverebbe sesso a volonta' e senza impegno. Quelli che vanno a puttane perche' altrimenti non trovano alcun altro modo di fare sesso penso siano solo un sottinsieme dei puttanieri.

rosalux ha detto...

in effetti...

Eugenio Mastroviti ha detto...

Mah, non so, a parte le facili battute sulla sfiga di Paolo Barnard, io sospetto che le cose non stiano proprio come dice lui anche per altri motivi.

Perchè vivo in un posto in cui, mi si perdoni, le donne la danno già via come il verderame, e diciamo che non è raro per un uomo sentirsi pizzicare il culo in un pub della City o del West End anche se al momento sta già chiacchierando con un'altra donna, e così via, e credetemi, non è che siano tutte ubriache, anzi è pratica comune, dai discorsi che sento fare in ufficio, mostrarsi un po' più brille di quel che si è per avere una scusa in più per comportamenti "esagerati". Sesso, ludico e non, se ne fa eccome, eppure la prostituzione mi sembra diffusa almeno quanto in Italia ed anzi in molti posti è ben più visibile sebbene lontana dalla strada - pubblicità a siti web e bigliettini da visita più che espliciti si trovano un po' dappertutto.

farlocca farlocchissima ha detto...

una volta, un tale che conoscevo, bello, figo etc. mi confessò che a lui andare a puttane piaceva. gli piaceva per una serie di motivi da nevrotico, tipo "così non ci sono complicazioni, io pago e chiedo quel che voglio, così comando io" etc. il mio suggerimento fu di spendere quei soldi da un bravo terapeuta che l'effetto è più duraturo.

Anonimo ha detto...

> "ciavemo"? Quella lo guarda
> basita e vagamente disgustata e
> lui, didascalico: "la ciavata
> l'è 'na cosa natural!"

Eh, i nostri padanopitechi, qui, son imbattibili :)))

Totalmente nature: lineari.

Pero'... beh, non sara' stato quello il caso, ma ricordo un paio di imbecilli indigeni il cui obiettivo finale non era "ciavàr", ma sconvolgere brutalmente le vittime. Traumatizzarla sfoggiando il cliche' del perfetto cavernicolo per poi rievocare le scene di sera, in un bacaro, e ribaltarsi di risate.

Ah, per inciso, pare che vi siano standard di reazione differenziati per paesi.
Una nippo, arrossisce fino a diventare fluorescente. Dal rubicone in giu' semplicemente resta senza parole, ma grazie alla fama autoctona, crede che tu sia veramente un cavernicolo. La reazione delle yankee varia, a seconda che abbiamo o meno gia' bevuto. Alle tedesche devi spiegare il tutto con la mimica.

--
Nadja Jacur

Yossarian ha detto...

@Eugenio

Guarda, non ho problemi a fare passi indietro e credo di averne fornito ampiamente le prove, ma sullo 'sfigato' a Barnard come diceva Lutero, 'qui sono e qui rimango'.

E' uno sfigato perche' il mondo e' pieno di playboy che gli direbbero che e' uno sfigato e che quella idea che ha lui del sesso ludico e' da 'insetto maschio'.

Tempo fa lessi una bella intervista a Gigi Rizzi, noto playboy degli anni 60 e grandissimo intenditore di 'sesso ludico'.

Era forse bello Gigi Rizzi?. Non particolarmente. Era ricco. Non particolarmente ( lo divento' dopo). Era potente?. Per l'anima del cazzo.

E Gigi Rizzi il 'sesso ludico' lo ha fatto credo con quasi 2000 donne, delle quali un buon 70 per cento da svenimento, vedi la Bardot ai tempi d'oro.

Il sesso non e' fatto esclusivamente o di 'cene romantiche' e corse sulla spiaggia al tramonto da rincoglioniti che vogliono fabbricarsi dei ricordi, oppure di 'sesso in ascensore con uno sconosciuto' e sesso mercenario a tutta randa.

C'e' una vastissima gamma di scenari e situazioni in mezzo a questi due estremi.

Con tutte le colpe che le donne possono avere , e ne hanno, su questo Barnard non ha torto, lui non puo' in nome della sua incapacita' di presentarsi come una persona 'attizzante' e interessante, pretendere di avere gnocca che gli piove sulla testa quando pare a lui.

Se vuoi fare il sesso ludico, bene, specializzati, fai come i bagnini della riviera romagnola, coltiva il fisico, o se miri piu' in alto, buttala sul ' cavaliere misterioso' e colto.

Non ha fatto il giornalista per Report? Ecco, che si giochi quella carta.

Faccia l'Hemingway della situazione:

'E' stato terribile piccola, la gente cadeva come le mosche falciata dalle mitragliatrici'.

Ma non venga a sfondare i coglioni col suo 'sesso in ascensore' alla Lando e i suoi piagnistei travestiti da sociologia spicciola.

PS Si', le donne inglesi la danno, come generalmente tutte le nordiche che sono meno inibite delle donne latine, ma c'e' anche da dire che pur essendo molto belle, molte hanno la carica erotica e la raffinatezza di un'autoarticolato Scania.

Per loro erotico significa girare praticamente nude, o farsi venire le vene varicose girando senza calze d'inverno con 40 sottozero.

Mi dispiace, ma sotto questo punto di vista non c'e' paragone con le italiane, le spagnole o le francesi.

Poi per carita', e' un'opinione personale.

C'e' da dire che sono anche molto piu' pratiche e meno gne-gne delle donne latine.

E puoi ubriacarti con loro. Il che non e' affatto male.

Ciao

ipazia.dioniso at gmail.com ha detto...

STRALOL!

Psalvus ha detto...

cazzate, sesso. Ma non si prende nemmeno di striscio in considerazione che, come diceva lo zio del Bell'Antonio, siamo stanchi alla fine - tutti - di riempire di carne buchi di carne.

Ma benvenute le puttane. Per chi le vuole.

Anche Santa Maria Egiziaca, per dire, per pagarsi il viaggio in Terra Santa non disdegno' di santamente darla.

E non trovo sconveniente o femministica a oltranza la risposta di una mia amica internettara che a chi le faceva notare l'eterna impellente esigenza mascolina consigliava una mungitrice automatica da zootecnia.

rosalux ha detto...

ahahahhhahah, non male, la mungitrice!