mercoledì 21 ottobre 2009

la destra del fare (pietà)

La destra - dicono - ha le idee chiare, diversamente dalla sinistra non litiga e fa.
Certo, colpisce qualche piccola incrinatura, tipo - chessò - che Brunetta è favorevole al mercato superflessibile e Tremonti invece vuole tornare al posto fisso, ma che volete: son questioncelle di second'ordine e sul burqua son tutti d'accordo.

Che poi trovo buffa l'idea di definire "valore" il posto fisso. Chiaro che è un valore, anche 100.000 euro in banca sono un valore, e da tenere ben stretto. Se ce li hai.
Ma se per "valore" si intende virtù sociale, etica, politica, beh può essere un valore il non lasciare nessuno senza tetto o con la fame, il dare a tutti il diritto di studio, non "il posto fisso" e qualsiasi politico degno di quel nome dovrebbe porsi il problema di trovare delle strade per realizzarli, quei valori lì, e non di dare una ricetta precotta e per di più scaduta.

In anni dorati, in cui circolavano soldi e c'era lavoro e le pensioni non erano in crisi, in Italia si è usato il lavoro fisso al posto dello stato sociale: c'erano i disoccupati? Si creavano una serie di posti di lavoro statali fittizi e il problema era risolto. Per il resto il mercato tirava, non c'era ancora la concorrenza della Cina e simili, ed era tollerabile - in quella situazione florida e felice, una certa scarsa mobilità del mercato del lavoro. Ti prendevi gente a lavorare, il mercato tendeva a crescere e ti tenevi chi avevi. Al più se ti era piombato tra capo e collo il classico assenteista fancazzista mugugnavi un po', ma poi ti consolavi per il semplice motivo che erano gli anni sessanta.

In realtà quando Tremonti annuncia roboante che "il lavoro fisso è un valore", dice - tanto per cambiare - uno slogan vuoto, vacuo e inutile blabla. Tornare al lavoro fisso come era inteso qui un tempo implicherebbe tornare agli anni sessanta, e giuro che se Tremonti ci riuscisse lo voterei anch'io.

Quella pacchia è finita perchè è finita: perchè la concorrenza c'è, perchè c'è la crisi energetica, perchè ora c'è pure la crisi finanziaria: il problema casomai è che finito quel mercato al suo posto sono stati creati una serie di contratti di lavoro che non solo non sono "fissi" ma sono pagati molto al di sotto di quello che serve per sopravvivere, oltre che a inibire qualsiasi possibilità di crescita lavorativa all'interno di una azienda, e inoltre non sono state create "reti" per sostenere chi da quel mercato resta fuori.

Come mai questi uomini d'azione destri e virili s'azzuffano tra liberisti e statalisti e non mettono mano ai contratti di lavoro, che così come sono fanno schifo?

15 commenti:

gillipixel ha detto...

Analisi impeccabile, Rose e...già, se dicevano che la Fata Turchina è un valore, dimostravano più onestà intellettuale :-)

rosalux ha detto...

x gil::-)già: precarizzano a gogò, tolgono posti di lavoro ma le dichiarazioni dei massimi sistemi non mancano mai.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Mah, chettedevodì, per me il "posto fisso" è semmai un disvalore dove esiste un mercato del lavoro degno di questo nome, ma è più che un valore, una necessità base per la sopravvivenza, dove c'è solo un mercato del bestiame come in buona parte d'Italia.

Anonimo ha detto...

ma abbiate pazienza, il posto fisso non significa mica stare incatenati al solito lavoro per tutta la vita eh, significa essere assunto, sia pure con tutte le necessarie prove, a tempo indeterminato , fermo restando che il lavoro possa essere comunque cambiato per una serie di motivi tra cui il licenziamento o la stessa volontà del lavoratore.

Voglio dire che scagliarsi ora contro il concetto di posto fisso, come fanno alcuni con molta sufficienza, vedendolo per forza ancorato a antiquate modalità novecentesche di reclutamento dei lavoratori, mi sembra, perlomeno a sinistra, riflessione insufficiente se non malafede.

Decidiamoci, prima a piangere contro la precarietà, la flessibilità male applicata , il furto del futuro, il mutuo non concesso eppoi appena si ritorna in modo critico sul concetto di contratto e sul mercato del lavoro che ne deriva, non si risce a fare una proposta una di modifica dell'esistente.
Che poi Tremonti sia stato demagogico è un'altra cosa, bene contestarlo e chiedere che sia coerente ma basta?

maria

rosalux ha detto...

x maria: mah, in realtà è quello il punto. Se ha una proposta per de-precarizzare il lavoro la facesse. Attribuire al lavoro fisso la qualità di "valore" in se' è ciacola irritante, tanto più da parte di un governo che ha precarizzato totalmente la scuola, ad esempio.

Anonimo ha detto...

Rosa, vai a votare per le primarie e se sì, chi?

Shylock

rosalux ha detto...

Sì, vado, e voto Franceschini. Non che ne sia particolarmente convinta, cmq.

Anonimo ha detto...

perche' non Marino?
Hai visto Ottoemezzo ierisera? Era l'unico presentabile, la Serracchiani era perfino piu' paracula della Turco, che e' tutto dire.

Shylock

rosalux ha detto...

Sì, mi hanno detto che è stato bravo. Non mi piace votare per "dare un messaggio", Marino non ha chance.

Anonimo ha detto...

Oddio, se fosse per la rete, Marino piglierebbe il 90% ;-)
Piu' che bravo lui, le altre due erano francamente impresentabili: una (Turco) a difendere la candidatura di Bassolino in Campania dicendo che comunque e' rappresentativo e poi c'era in lista anche un pincopallo qualsiasi che era tanto ggiovane e bravo, l'altra (Serracchiani) che si vede che non ha un cazzo di idea su uno stracazzo di niente ma e' li' che freme e non vede l'ora di piazzare il culo su piu' poltrone possibili, ma quando la tipa in studio le ha obiettato che nel suo famoso discorso aveva tuonato contro i doppi incarichi ha risposto boh, non ricordo, comunque non e' questo il punto, blabla.
Impresentabili, guarda.

Shylock

rosalux ha detto...

In effetti desolante. Deciderò domani, ci penso ancora un po' e poi vedo.

Anonimo ha detto...

Il video della puntata lo trovi qui, se vuoi farti un'idea piu' precisa:

http://www.la7.it/approfondimento/dettaglio.asp?prop=ottoemezzo&video=32190

Shylock

rosalux ha detto...

Grazie. Comunque ho saputo che quella cretina della serracchiani presenta una lista sua, per franceschini, quindi ci saranno due liste per franceschini creando una confusione del cazzo. Riuscissero a imbroccarne una giusta saremmo tutti più contenti, ma non è dato, a quanto pare.

Anonimo ha detto...

Mah, vorra' ben sfruttare il suo quarto d'ora di celebrita', la ganza.

Shylock

rosalux ha detto...

sì, appunto, penosa