domenica 18 ottobre 2009

la difesa della razza

L'America vuole uccidere i popoli mescolando le razze.
Interlandi su La difesa della Razza? No. Magli, su "il Giornale".

50 commenti:

Ivo Silvestro ha detto...

Notevole, veramente notevole.
Ma davvero un tempo la signora era una studiosa seria e rispettabile? Stento a crederci!

restodelmondo ha detto...

Agghiacciante. Paura.

rosalux ha detto...

x Ivo: sì, docente di antropologia alla sapienza, femminista, personaggio controverso e al tempo di un certo fascino, anche se è sempre stata molto ambigua.

rosalux ha detto...

x restodelmondo:
concordo, anche se dato l'andazzo non mi stupisce affatto.

Paolo ha detto...

E la pagano pure ...per scrivere queste amenità???

Se cerca di riempire il vuoto lasciato da Oriana Fallaci ...
la vedo dura ...
"La Rabbia e l'Orgoglio" ha la sua ragione di essere ed è più incisivo dell'articolo di Ida Magli

Fuori tema che ti pare dell'inno "Sorelle d'Italia"...di Calzedonia .... a me piace ...

Anonimo ha detto...

L'antropologia sociale si sta gradualmente affrancando dagli angusti spazi nei quali la "sociologia marxista" l'aveva incatenata.
Per questo Ida Magli e' all'avanguardia: perche' analizza i fenomeni sociali alla luce di fatti e fenomeni in movimento e in continua evoluzione, che non possono essere avvicinati con gli strumenti rozzi e arruginiti del Ventesimo Secolo.
I moderni fenomeni sociali devono essere studiati con intuizione, senso della prospettiva e tanta, tanta psicologia sociale che altro non e' che un riflesso ingrandito di quella individuale.
Insomma:
La Sinistra che rimane "agghiacciata" dalle considerazioni di Ida Magli si trova ormai in posizioni che definire "reazionarie" suona quasi eufemistico.
Con rispetto parlando.

rosalux ha detto...

Scusa, anonimo, in che senso la teoria della magli - ovvero quella della corruzione dei popoli attraverso la mescolanza razziale gestita dagli americani (gli ebrei li cita solo di sguincio e senza nominarli, ma altrove li nomina eccome) - ti sembra "nuova"?
Grazie per la delucidazione.

fabristol ha detto...

Ah mi sembrava di avelo già letto da qualche parte. E' del 3 settembre però hai fatto bene a linkarlo perché forse non è stato sparso abbastanza nella rete.

Yossarian ha detto...

Mi capita spesso e volentieri di avere scazzi abissali e cosmogonici con l'avgvsta proprietaria del blog sul tema della convivenza fra culture diverse.

Non credo che cesseranno mai.

Ma e' anche chiaro che si tratta di scazzi abissali e cosmogonici relativi al "come" le culture debbano relazionarsi. Non al fatto che le culture, volenti o nolenti debbano relazionarsi e che comunque lo scambio di idee e culture e' necessario alla sopravvivenza e all'evoluzione delle culture.


L'articolo della Magli mi sembra una specie di rutto dopo una abbondante indigestione di "impepata di Oswald Spengler", e in tal senso non mi sembra che la Magli disponga di idee e strumenti sociologici talmente innovativi da far gridare al portento.

Quanto agli ebrei, era inevitabile. Prima o poi si arriva sempre li'.

Del resto l'avgvsta proprietaria del Blog aveva pubblicato tempo fa un bel post su un articoletto della Magli dedicato al "complotto ebraico" in seno all'UE.

Il sottoscritto poi, e' l'esempio piu' abietto di tradimento dell'italianita' e del concetto di "sangue e suolo" leghista sostenuto dalla destra della Magli, nonche' in ambienti di sinistra fautori dell'impermeabilita' etnica fra culture che non devono "inquinarsi", piu' l'occasionale spruzzata di kilombismo antisemita.

Dal momento che meta' della mia famiglia e' israeliana, e che il mio fratellastro e' un "meticcio" finirei nella lista dei traditori.
Poi, vivo anche in Inghilterra. Peggio che mai.

Oppure, nella peggiore delle ipotesi, mi tocchera' salire sulle barricate insieme a quella immensa cagaminchia della Lucsemblog ( pure lei razzialmente impura) che mi strilla nelle orecchie che sono demagogo e qualunquista e c'ho l'invidia sociale, impedendomi di prendere la mira mentre sparo.

rosalux ha detto...

x yoss: non mi piace quando il giornale di proprietà del PDC pubblica articoli razzisti, e il PDC dice di voler cambiare la costituzione con un referendum, e ogni giorno nella mia città viene massacrato a morte un omosessuale, non mi piace un cazzo.

Anonimo ha detto...

@Rosa: non piace neanche a me, ma guarda che non succede mica solo a Roma che pestino gli omosessuali, anzi secondo il pestatore gli ha detto pure bene che lui era in trasferta, senno':

http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2009/13-ottobre-2009/picchia-due-ragazze-che-si-baciano-al-nostro-paese-c-lapidazione-1601871855551.shtml

E se la demografia non è un'opinione, ce n'est qu'un début, ma vieille. Vedasi la scarsa salubrità per i gay dei quartieri 'multietnici' delle città olandesi. Il fu Pim Fortuyn, gay lui stesso, ricordo diceva: 'Se vado al governo e riesco a sistemare le questioni giuridiche, in questo Paese di mussulmani non ne entrano più.'
Razzismo? Io la chiamerei più 'autoconservazione', come se i gay austriaci, negli anni '30, si fossero opposti a una massiccia immigrazione tedesca nel loro Paese.
Invece ti chiedevo della manifestazione di ieri, perché quelli dell'Arcigay che manifestano per l'immigrazione libera mi fanno l'impressione di uno stuolo di cinciallegre che inalberino cartelli con su scritto 'Raddoppiamo le doppiette', 'Forza Beretta' o 'Winchester libero'.
Il che sarebbe anche buffo, non fosse che io, a differenza loro, so di essere una specie appena meno cacciabile. E riconosco un fucile quando lo vedo, indifferentemente da chi lo imbracci.

Shylock

farlocca farlocchissima ha detto...

mentre leggevo cercavo una frase del tipo "e poi ti ritrovi un negro al governo" ma le le scrive più intorcinate tipo "Perché mai gli immigrati non dovrebbero avere come meta di poter governare, avere la maggioranza, poterci dominare?"

e poi tutto il pezzo sulla diversità fisica è p a z z e s c o.

Ci sarebbe molto da ridere se non fosse che la prendono pure sul serio.

Psalvus ha detto...

"La Rabbia e l'Orgoglio" ha la sua ragione di essere ed è più incisivo dell'articolo di Ida Magli"

Mi interessa sapere la ragione di essere, che vale per la Fallaci e non vale per la Magli.

Ad ogni modo, credo che la Magli - al di la' dello stile, sappia toccare dei nervi sensibili. Il tema dell'etnomasochismo, come altri l'ha chiamato, sarà sempre piu' d'attualita'. E' indubbio che questa nostra civilta' subira' un cambio totale e sara' soppiantata a passi da gigante dall'islamica. E' interessante vedere come si diffonde questo processo virale.
Io ho letto un articoletto apologetico sul burkini su D di Repubblica.

Stranamente anche l'inno trasfigurato di calzedonia - che a me piace molto - va in questa direzione di venereizzazione della nostra civilta' soccombente.

Anonimo ha detto...

Ecco:
io volevo "delucidarti", cara Rosalux, e l'avrei fatto in modo rispettoso perche' ho un rispetto innato per coloro che vedono il mondo in modo ecumenico: siano essi di estrazione marxista o di estrazione cristiana.
Poi pero' ho letto la tua risposta a Yossarian e mi ha aggredito la sensazione che avrei sprecato tempo ed energie.
E mi rattrista constatare che le sfide del XXI Secolo dovranno essere affrontate senza l'entusiastico e appassionato contributo della sinistra che tu rappresenti.
Grazie comunque per l'attenzione.
Continuero' a seguirti con interesse.

Yossarian ha detto...

@Rosa

Io non amo il PDC. Cosi' come, "en passant", credo che ogni tanto sia giusto ricordartelo.

Ora: proviamo a ragionare.

Sgombro dal campo i miei pregiudizi, e se cerchi di farlo anche tu, perche' non sono di sinistra, puo' darsi che si riesca a fare un discorso che va da un punto A a un punto B.

"viene massacrato a morte un omosessuale"

Forse aiuterebbe scegliersi compagni di partito che non portano il cilicio e che votano contro proposte di legge avanzate da omosessuali per difendere gli omosessuali.

Ci sono tanti italiani che non amano il PDC pur non essendo di sinistra, ma che sono comprensibilmente reticenti ad affidare il voto a un partito che si spacca in due su uno dei principi fondamentali e fondanti di quel partito.

Del resto se si spaccano in due sui loro principi fondanti, come e' pensabile che possano governare e prendere decisioni di portata ben piu' ampia nell'interesse di tutti gli italiani?

Ultimamente ho visto due proposte concrete in materia d'immigrazione.

Quella di Fini sul voto agli immigrati e quella della Carfagna sul burqa.

E onestamente in questi anni non ho visto nulla da sinistra che andasse in questo senso, tranne parole e manifestazioni di solidarieta'.

Per favore, non cominciare a darmi del supporter di AN perche' non e' questo il punto. Non sviamo il discorso in maniera puerile.

Fra l'altro, ce n'e' anche una terza di proposta di AN, relativa all' introduzione dell'ora di religione islamica nelle scuole.
Fini ha anche pubblicamente preso posizione contro Berlusconi e contro le idiozie demagogiche di Silvione Chavez contro la societa' multietnica.

Proposta (quella dell'ora di religione islamica) che mi trova ovviamente contrario perche' a mio avviso la scuola e' laica.

Ma non ha trovato contrario D'Alema e credo anche che piacera'anche a una consistente parte del vostro partito, fautrice di "frammentazioni" etniche in nome della "diversita'"

Quelle che poi creano ghetti.

Alla faccia di un altro dei principi dei partiti laici e progressisti.

Tu fai bene a puntare il dito contro la Magli, ma non ti accorgi che mentre gridi giustamente razzista alla Magli, sta succedendo qualcosa a destra.

Qualcosa che giustifica appieno quanto ha dichiarato Anonimo un paio di commenti piu' in su', quando parla dell'inadeguatezza dei vostri strumenti "rozzi e arrugginiti" per affrontare le nuove realta' e categorie socioculturali del XXI secolo.

Attenzione, perche' se continuate esclusivamente a gridare razzista senza fare nulla di concreto, c'e' il rischio che fra pochi anni veniate battuti sonoramente alle urne non da italiani "reazionari", bensi' da donne italomagrebine, magari mussulmane moderate e osservanti, che avendo ricevuto il diritto di voto da Fini, ed essendo riconoscenti alla legge della Carfagna che non le obbliga a portare il burqa, vogliono tuttavia che il figlio abbia la possibilita' di frequentare l'ora di religione islamica a scuola come accade con tutti i bravi cattolici.

A chi griderete razzista quel giorno?

PS Senza contare, grazie alla Binetti, gli innegabili vantaggi per la "diversita' " multietnica culturale e linguistica che deriverebbero ai ragazzi delle scuole italiane, che dopo l'ora di religione cattolica e quella islamica potrebbero ritrovarsi insieme in una ritrovata armonia multiculturale e multietnica per pestare l'omosessuale di turno, e magari imparare la frase "brutto frocio" in tutti i dialetti del Magreb, oltre che in quelli italiani.

rosalux ha detto...

x yoss: se potessi - guarda, te lo chiedo davvero per favore - evitare il "voi" mi eviteresti una irritazione che francamente data la immane distanza delle nostre posizioni è davvero un sovrappiù. Ti ringrazio. L'unico modo che conosco per "orientare" l'unico partito (unico, ripeto unico) che può arginare questa situazione veramente molto preoccupante nella direzione di una maggiore laicità, è votare alle primarie. Nel senso: non conosco putroppo altro modo per condizionare la vita democratica del paese del mio stupidissimo infinitesimale e insignificante voto.
Credo altresì che le critiche alla sinistra siano assolutamente dovute e sacrosante, e molto utili: assai meno le notazioni di costume su quanto sia grave che la gente di sinistra apprezzi il cous cous e abbia smesso di apprezzare la pasta al pomodoro.

x anonimo: è stato bello discutere con te, peccato che tu abbia solo espresso la tua volontà di non esprimere opinioni per qualche motivo che non esprimi, il che equivale a star zitti: ma grazie lo stesso per la partecipazione, eh.

Paolo ha detto...

"La Rabbia e l'Orgoglio" ha la sua ragione di essere ed è più incisivo dell'articolo di Ida Magli"
Fu scritto all'indomani dell'11/9 del 2001 ...questa è la sua ragione di essere ...incazzata...

La globalizzazione porta inevitabilmente la commistione delle razze e delle culture ...volenti o nolenti ...per ritornare al tempo che fu ...bisognerebbe far risorgere l'URSS e ritirare su il muro di Berlino e ridividere il mondo nelle due poderose sfere di influenza ...
Yosarian è simpatico, e personalmente non nulla contro gli ebrei italiani ...quello che non riesco a digerire...ma il mio è punto di vista troppo lontano ...la politica israeliana ...non ho gradito vedere distrggere le case dei coloni che si ritiravano dai territori occupati, il muro, l'invasione della striscia di casa e l'uso indiscriminato delle bombe al fosforo ...ma possibile che non riescano a disinnescare la spirale di odio...perchè con i stessi soldi per la guerra...non costruire più ospedali, più scuole, dare maggiori opportunità ai palestinesi...in fondo il problema palestinese a mio modesto parere ha generato anche l'odio e il fondamentalismo islamico, di fronte alla parzialità degli occidentali e alla miopia delle politiche economiche...la fame è il problema dei problemi...l'emigrazione è un suo prodotto ...le multinazionali non creano ricchezza nei paesi sottosviluppati...e quest'ultimi risentono della globalizzazione...precipitando di più nella povertà...
Speriamo in politiche meno ottuse, per il futuro.

rosalux ha detto...

x yoss: btw, so anch'io che Fini sembra voler arginare quella deriva, e sembra essersi reso conto. Le carte dei tarocchi si giocano ora, ma sono assolutamente certa che finchè non si mette mano al conflitto di interessi e all'informazione, non ci sia spazio per altro. In questo contesto, Binetti è un nonnulla, una roba di rilevanza zero.
Nel frattempo B. parla di metter mani alla costituzione a suon di referendum: quello che c'è in ballo riguarda questioni tipo la suddivisione dei poteri, e cose così.
Cmq, ho riletto il commento cercando di sopportare il tuo darmi del "voi", e non ho capito bene. Pensi che la magli sia una razzista antisemita, o - come l'anonimo - che abbia un pensiero all'avanguardia? A me non pare all'avanguardia, mi pare robaccia vecchia e fascista.

Paolo ha detto...

Anche David Grossman da Fazio su rai Tre...ha espresso dubbi sulla politica di aggressione del Governo israeliano...anche lui auspica qualcosa che generi una nuova fase virtuosa nei rapporti tra palestinesi ed israeliani, che tolgano i carboni ardenti dalla cenere dell'integralismo islamico...
anche io nel mio piccolo mi auspico che si avveri...tutto il resto si sgonfierà come un sufflè...

Yossarian ha detto...

@Rosa

Se il "voi" si riferisce alla seconda persona plurale, passo volentieri al "tu", non era mia intenzione irritarti gratuitamente. Era un semplice espediente dialettico.

Malriuscito. Ok.

Cosa penso della Magli?

Rosa, dai, non credo di essere particolarmente intelligente, quindi per favore non insultare quella poca intelligenza che ho e rileggi i miei due commenti.

In secundis: non ho parlato di notazioni di costume e di cous cous. Non c'e' alcun cenno alle inclinazioni enogastronomiche della sinistra italiana nei miei due commenti.
Se ci sono, indicamele per cortesia, perche' mi sono sfuggite.

Ho parlato di fatti.

Questo e' un post che parla di razzismo e io ho commentato sull'argomento del post.

Poi tu mi rispondi che:

"finchè non si mette mano al conflitto di interessi e all'informazione, non ci sia spazio per altro"

Scusa, comincio a sentirmi un po' confuso. Non so piu' se sono off topic o che cosa.

Io non credo che per le persone prese di mira dalla Magli, il problema maggiore in Italia sia il conflitto d'interessi e l'informazione.

"Binetti è un nonnulla, una roba di rilevanza zero"

Permettimi di pensare il contrario, e credo che diversi omosessuali che non beneficieranno dell'aggravante di reato sull'omofobia bocciata dalla destra con il contributo della Binetti, non faranno i salti di gioia.

Se nemmeno la laicita' nella scuola e' piu' importante di Santoro o Fede, scusa ma allora e' proprio vero che l'Italia si governa con la televisione.

Che poi sia quella di un caudillo brianzolo, o quella di Rai3,a questo punto non fa piu' molta differenza.

Comunque:io parlavo di razzismo per restare in topic, e tu mi dirotti su conflitto d'interessi e informazione.

Inoltre, tu trovi "immani" le differenze fra noi due, quando mi sembra piuttosto chiaro quel che traspare dal mio pensiero in materia di razzismo.

Tutto cio' e' piuttosto indicativo delle condizioni della sinistra italiana Rosa, e quindi ti dico solo una cosa: il PD sta correndo verso il precipizio e consegnera' il paese ad anni di governi ininterrotti delle destre, sia quelle decenti, che purtroppo quelle della Magli.

Ripigliatevi.

rosalux ha detto...

x yoss: non volevo offendere la tua intelligenza. Hai commentato negativamente l'articolo, e poi hai dato ragione a chi lo definiva "innovativo". Mi chiedi se l'Italia si governa con la televisione. Che dirti, i giornali non li legge nessuno, chi va in rete è una minoranza, e le notizie che arrivano alle persone sono povere e distorte. Ci sono asili che hanno dovuto ridurre le pulizie a una volta a settimana, classi con quaranta persone, ambulanze che non si trovano, uno sfascio totale. Tutto ciò che non va è colpa dell'eredità del governo dei bolscevichi, ripete la televisione a macchinetta, in ogni contenitore e in ogni telegiornale. Hai mai visto un dibattito? Non hai niente da dire sul comportamento di chi partecipa? Sono arrivati a dire che il PCI appoggiava le brigate rosse! La menzogna, la violenza verbale, il razzismo è il pane quotidiano - e paradossalmente chi non trova l'ambulanza si sente rappresentato proprio da chi urla più forte. E' un paradosso ma questo per te (mi verrebbe da dire per voi, perchè siete davvero tanti) non è un problema.
Non capisco perchè.

pessima ha detto...

Consiglio a Ida Magli (che fine ingloriosa, l'ho anche studiata per un esame di antropologia, ai suoi tempi!)e indirettamente anche a chi ne ha di bisogno, la lettura di un commento di Anilda Ibrahimi sulla manifestazione di sabato a Roma, citata nei commenti. Oggi non si trova ancora in rete, ma da domani sì. Mi sembra che faccia alcune osservazioni interessanti, tipo questa: " i leghisti medi hanno paura di una invasione culturale di massa, nella quale le altre culture meno aperte, meno soggette a contaminazioni prendono il sopravvento e soffocano la loro. Ma, in realtà, quello che sta accadendo è esattamente il contrario.... bisogna fare qualcosa perchè tutte queste culture che ci possono dare tanto non spariscano, non si assimilino in fretta" Il punto di vista della Ibrahimi, l'autrice di Rosso come una sposa, è quello di madre di una emigrata di seconda generazione.

Anonimo ha detto...

Per la verità credo che chi non trova l'ambulanza scelga di votare per disperazione chi sembra che faccia ancora qualcosa, non importa che cosa.
Non è un paradosso... ed è un problema, ma si possono biasimare gli elettori fino ad un certo punto. Se dalla parte del PD si offrono al potenziale elettore solamente... cosa? Toni gentili nel parlare? Perchè la percezione è che sì, vabbeh, la destra e il PDL a volte risultano difficili da digerire, ma almeno qualcosa la fanno; il PD è tanto più carino e aggraziato, tuttavia quando ha l'occasione cosa fa? Niente. Non ferma la destra. Non disfa gli sfasci della destra, non prova nemmeno a porvi rimedio.

Il problema è che davanti alla percezione sicuramente condivisa (e non solo a sinistra, direi) che il Paese stia scivolando su una china davvero pericolosa, si somma l'altra percezione che il PD stia semplicemente a guardare. Con occhi inespressivi.

Il problema è che non ci crede più nessuno che con Bersani (o chi per lui) al governo il problema del razzismo, dell'omofobia, del conflitto di interessi, e chi più ne ha più ne metta, potrà finalmente essere incanalato verso una soluzione meno cruenta di quella proposta dall'altra parte.

Il problema è che andare a votare per queste persone, che sistematicamente non fanno nulla nemmeno per riuscire a restare al potere per una legislatura intera, lasciamo stare sul resto, diventa offensivo verso noi stessi.

E no, io non sono di quelli che credono che i politici siano tutti uguali. Sono semplicemente una persona che non riesce più a credere a parole nel vento.

Anonimo ha detto...

Rosa, rimanendo in tema, che ne pensi di questa iniziativa?

http://roma.repubblica.it/dettaglio/in-piazza-san-marco-semaforo-day-contro-lordinanza-anti-lavavetri/1753403

Shylock

rosalux ha detto...

x anonimo: mi sfugge la logica: non si vota il PD e lo si critica perchè è debole: Ma è debole perchè non lo si vota! Il fallimento di Prodi è dovuto specificamente al fatto che una parte di elettorato potenziale ha rinunciato a votare, o ha votato partitucoli.
Che poi si lamenti del fallimento è del tutto paradossale.

x shy: penso che con tutte le vaccate di alemanno, fare casino su questa sia una stronzata.

Tuttavia ho visto a Firenze l'azione di "scacciamento mosche" degli ambulanti. Inefficace, sgradevole, inutile. E non ho mai letto una sola notizia sul giornale di qualche indagine sul raket delle firme false e simili. Ma ne abbiamo già parlato.

Paolo ha detto...

:-D
mi sa che ho parlato ti corda in casa dell'impiccato...ma se non vi è giunto alcun mio commento...mi scuso..per questo

Un saluto a Te
Rosalux
(non sono un provocatore)

Anonimo ha detto...

Mi sono dimenticata di specificare che mi chiamo Valeria.

Due precisazioni: la prima è che sono abbastanza contorta da votare ugualmente PD, e mai i partitucoli, la seconda è che il PD mostra debolezza anche quando il voto degli elettori non c'entra.
Guarda l'esempio sullo scudo fiscale, tanto per dirne una.

Sinceramente non credo regga più questa teoria secondo la quale il PD è debole perchè non lo si vota, poverino. Semmai è il contrario.

Yossarian ha detto...

@Rosa

"Ma è debole perchè non lo si vota!"

scusa ma il voto non e' un "feticcio", o un bel gesto fine a se stesso: si fonda sulla fiducia che io ripongo nel politico che scelgo per rappresentarmi, e soprattutto serve per dare al politico una legittimazione che lo metta in grado di compiere azioni fattive e concrete mirate alla realizzazione del "bene comune".

E' la base del patto sociale delle democrazie rappresentative.

Se un partito non mi soddisfa, se le sue azioni non mi convincono o a mio giudizio non fa nulla, allora non lo voto.

E' un mio sacrosanto diritto. Se un partito perde voti non deve interrogare me sul perche' perde voti, bensi' interrogare se stesso.

Altrimenti siamo alle maggioranze bulgare.

Non si puo' dipingere l'elettore come un traditore perche' non ti vota. Questo e' estremamente disonesto, insultante per l'elettorato, e qualsiasi cosa sia, non e' democrazia.
E' il partito che deve interrogarsi sul suo fallimento e adottare una politica diversa e non l'elettore.

In secundis: allora, riformulo la domanda in maniera neutra per evitare fraintendimenti.

AN e la Carfagna hanno fatto delle proposte interessanti sul voto agli immigrati, sul burqa. In piu', sull'ora di religione islamica si e' trovato d'accordo anche D'Alema.

Qual e' la tua opinione?

Quindi un breve inciso sulla Magli:

Ti cito testualmente dal tuo commento al sottoscritto.

"e poi hai dato ragione a chi lo definiva "innovativo" "

Ora, innazitutto chiedo scusa ad Anonimo perche' sto per fare un paragone forte, ma lui non c'entra nulla. E' un esempio Anonimo, tu non c'entri nulla. Sara' meglio ripeterlo.

Se leggendo le memorie di Ribbentrop trovo un passo dell'ex ministero degli esteri nazista che recita: " Nel 38 a Monaco,Le democrazie occidentali avevano strumenti inadatti, rozzi e arrugginiti per contrastare Hitler "

E quindi dopo un'analisi concludo che Ribbentrop ha ragione, e che le democrazie occidentali possedevano strumenti inadatti, vuol dire che segretamente aspiro a fare il comandante della divisione SS Das Reich?

Non credo.

Cosi' come non credo ci voglia una laurea in filosofia del linguaggio
per capire.

Infine:

Quel "voi" un po' sprezzante riferito a quelli come noi che secondo te sono ignavi che tacciono e che si rifiutano di combattere i reazionari, e' uno dei motivi per i quali "voi" subite delle disastrose debacle elettorali.

"Noi" non siamo reazionari o fascisti, e' se permetti e' ora di finirla con questa storia.
Non possiamo votarvi solo perche' siete di sinistra. Non e' giusto, ed e' un ricatto morale veramente molto disonesto.

La fiducia dovete guadagnarvela con i fatti e allora vi voteremo anche molto, ma molto volentieri.

Votare a scatola chiusa, e' reazionario. E quel "voi" ci indispone parecchio.

Anonimo ha detto...

What's 'raket delle firme false'?

Shylock

rosalux ha detto...

x paolo: guarda, ti assicuro che qui non passano solo i commenti di chi fa nome e cognome, spamma o roba simile: se non è apparso il tuo commento ritenta. Davvero.

x yoss: certo che citare la carfagna per la proposta sul burqua la dice lunga. Credo che nessuna donna abbia mai indossato il burqua in italia, ne' alcun uomo musulmano abbia mai fatto pressione perchè qualche donna lo usi, qui. Inoltre abbiamo una ottima legge - che ci viene dagli anni di piombo e sulla quale concordo - che proibisce già quella pratica che comunque è singolarmente inesistente. Pensa tu quanto potenziale di fuffa e quanta totale e beota inutilità ci possa essere in questa minchiata della carfagna.

x shy: quella roba per cui ci sono degli sweat shop che le producono, le firme false, e c'è una catena di produzione e distribuzione che non viene mai risalita o indagata: ma dare la randellata al negro in piazza della Signoria fa tanto teatro dei burattini, diverte i turisti e dà un certo tono di attivismo che male non fa. Un po' tipo la cazzata di miss carfagna col burqa: fuffa allo stato puro.

rosalux ha detto...

x paolo: ho recuperato i commenti. In certi casi non mi arriva l'avviso in mail e non mi accorgo che ci sono..

Anonimo ha detto...

Rosa:

"Credo che nessuna donna abbia mai indossato il burqua in italia, ne' alcun uomo musulmano abbia mai fatto pressione perchè qualche donna lo usi, qui."

A prescindere dalle tue credenze, io almeno un paio le ho viste (e in stazione, mica in un vicolo di periferia).

Sugli sweat shop, e' un po' come per la droga: il fatto che dietro ci siano i cartelli dei narcos non è un buon motivo per non fare il culo ai pusher, quando si beccano per strada.
A meno che anche costoro non siano una delle magnifiche e progressive 'risorse' dell'immigrazione, come risposero i sindacati alle imprenditrici forlivesi del divano (vedi Report) che si erano rivolte a loro perché tutelassero i lavoratori italiani in regola dalla concorrenza in nero dei laboratori cinesi.

Shylock

Yossarian ha detto...

@Rosa

La Carfagna non l'ho citata io perche' sono un fan della Carfagna: si chiama cronaca ed e' su tutti i giornali e....si vabbe'...

Arrivederci

Psalvus ha detto...

in effetti i template del blogspot fanno un po' shitting

Psalvus ha detto...

a proposito della difesa della razza, dei cavalli di razza: Si liquefano i Partiti e affiorano le Fondazioni, che non hanno bisogno nè di primarie nè di altri riti democratici. Mica bischeri i Fini e i D'Alema.

rosalux ha detto...

x yossarian: scusa, se tu dici che la carfagna ha fatto una proposta interessante sul burqua, facilmente io posso capire che sia tu a trovarla "interessante".
Ora, io ti rispondo (argomentando) che non è interessante affatto e che anzi è tipica fuffa propagandistica e tu fai il sostenuto, quello che tanto è inutile discutere con noi bolscevichi: ora qua non c'è un problema di differenze politiche, c'è - davvero - un problema di comunicazione...perchè trovi sgradevole che io ti faccia notare che la proposta carfagna non è affatto interessante e che è aria fritta?

Yossarian ha detto...

@Rosa

No, ma qui siamo al delirio: io non ho mai visto nessuno cosi'in vita mia.

"Interessante" non significa che voto la Carfagna, era una domanda relativa a quella proposta e al contesto.
Ma ti rendi conto del livello?

Ma dico dai i numeri? Cos'e' quello sproloquio sui bolscevichi?
Io ti chiedo di rispondere a quello che e' stato un avvenimento politicamente interessante e tu mi tratti come se fossi il portavoce del PDL o da squadrista, solo perche' "interessante" e "Carfagna" si trovano vicini?

Dio bono, sei un commissario politico del NKVD, pussa via dalla mia vita.

Sparisci per sempre. Fanatica.

Riusciresti a far votare a destra Engels.

rosalux ha detto...

x yoss: non ho detto ne' portavoce di berlusconi ne' - men che meno - squadrista. Hai detto "interessante" e ho risposto: "non interessante" spiegandoti perchè. Non è interessante perchè non ci sono donne col burqua (non conosco nessuno a parte shy che ne abbia mai vista una) e soprattutto non interessante perchè c'è una legge che proibisce già di andare in giro a volto coperto - tranne che per portare il casco. Dove mai queste considerazioni siano fanatiche e meritino una reazione come la tua non me lo spiegherò mai (tranne che con una difficoltà comunicativa, capita).
Spero solo che tu non coinvolga RB in questa follia di iperreattività, perchè le voglio bene e mi è simpatica.
bye.

Anonimo ha detto...

x yoss: certo che citare la carfagna per la proposta sul burqua la dice lunga. Credo che nessuna donna abbia mai indossato il burqua in italia, ne' alcun uomo musulmano abbia mai fatto pressione perchè qualche donna lo usi, qui. Inoltre abbiamo una ottima legge - che ci viene dagli anni di piombo e sulla quale concordo - che proibisce già quella pratica che comunque è singolarmente inesistente. Pensa tu quanto potenziale di fuffa e quanta totale e beota inutilità ci possa essere in questa minchiata della carfagna.


maria
brava rosalux, ti quoto con tutto il cuore

Rachel Barnacle ha detto...

@ Rosalux:
"Spero solo che tu non coinvolga RB in questa follia di iperreattività, perchè le voglio bene e mi è simpatica"

Ahibò, mi commuovo :)
Comunque - come ho già avuto modo di dire in passato - io ho imparato a farmi i cazzi miei a sei anni, e non ho intenzione di smettere proprio ora.
Credo inoltre di aver chiarito esaustivamente la mia posizione riguardo le vostre tenzoni dialettiche, conferendo ad entrambi il premio scassacazzo del mese.
Avrei dovuto consegnarvelo ogni quindici giorni - considerata la vostra alacrità - ma mi seccava tornare continuamente sulla stessa cosa (a differenza vostra. LOL).

P.S. Anch'io ti voglio bene, e mi stai simpatica. Piattola. XD

Anonimo ha detto...

Bboni, state bbooooni ;-)

Ro', rilancio dicendo che una volta ne ho viste ben due (col niqab: non griglia ma fessura per gli occhi), sedute ai tavolini di un bar, in centro a Francoforte, pensa te.
E ho visto come cercavano, disperatamente e invano, di alimentarsi in modo dignitoso, con la museruola e la palandrana fin sopra le unghie. Problemi che non toccavano il marito-padrone, tronfio con la sua bella faccia da cazzo bene in vista: lui stava facendo prendere aria ai suoi animali domestici, mica doveva condividere un'esperienza con delle persone.
Ecco, chi come me ha visto una scena simile, di umiliazione e negazione dell'essere umano, non puo' esprimere che un sonoro, sentito disprezzo di fronte a quelli/e che e ma come possiamo giudicar, e ma anche la mia nonna c'aveva il fazzoletto in testa, e chi ti dice che quella non sia una libera scelta, etc.

Shylock

rosalux ha detto...

x rb: LOL, povera! ahhahahahhahah
x shy: ah, a francoforte. Pure io ho visto donne con il niquab, ma NON in italia.

Anonimo ha detto...

Forse devo rimettere i sottotitoli.
Io un paio di donne inburqate le ho viste anche _in Italia_, persino in stazione.
_Poi_ riportavo quest'altro episodio di Francoforte. Che addirittura ti rassicura, ah beh mica è successo qui da noi.
Li conosco bene certi metodi di autoinsabbiamento della capoccia, non sei la prima né purtroppo l'unica (vedi il problema delle domestiche-schiave in UK, ad esempio).
Quando avrai sturato le orecchie dalla sabbia, mi spieghi, con comodo eh, come la tua idea di dignità della donna (ma anche solo della persona) si concilia con le pratiche che ti ho descritto?
A parte che basterebbe girare per strada senza fette di kebab sugli occhi e semplicemente osservare la discriminazione e l'asservimento all'opera: non c'è nemmeno bisogno di capire cosa dicono, il linguaggio del corpo spiega già benissimo i rapporti di dominio e sottomissione.

Shylock

rosalux ha detto...

x shy: per favore, non essere pavloviano. Ho detto che la "interessante" proposta della Carfagna è una vaccata perchè:
1) Il burqua in Italia non viene portato. Ne hai viste due, io ho visto due tizi vestiti da Nembo Kid. E' inutile mettersi a fare una discussione infinita, perchè l'osservazione che in italia il Burqua non si vede è oggettiva, chiunque legga può farsi una statistica mentale e contare le donne col velo integrale che ha incontrato in vita sua in Italia, e dedurne che la media è "zero" (virgola zero zero zero zero zero uno). Ma soprattutto ho detto che:
2) La proposta della Carfagna è una vaccata perchè ABBIAMO UNA LEGGE CHE LO PROIBISCE GIA'. In Italia infatti E'OBBLIGATORIO andare in giro a volto scoperto. E infine ho detto che:
3) concordo con questa legge CHE GIA' C'E perchè in un paese dove esiste una libera circolazione di persone e di beni è impensabile avere a che fare con gente che non vedi in faccia. Sono stata abbastanza chiara o devo ripetere sta roba per un milione di volte? Specificare "Burqua" è superfluo, propagandistico e ha il solo scopo di mantenere ben viva la tensione etnica.

Ora mi dici tu cosa pensi della proposta Carfagna? Perchè è di questo che stavamo parlando.

Anonimo ha detto...

Allora, la Carfagna è quella che è, la destra italiana è quella che è.
MA: la sinistra italiana, quando si tratta di diritti umani, o è in piazza per difendere gli spacciatori di merda Made in Gomorra e la libera circolazione degli schiavi del racket dei semafori e delle femmine con guinzaglio e museruola, oppure non esiste, come il PD; o quando esiste, si fa tenere per le palle dai talebani à la Binetti, che per te è un nonnulla, salvo protestare perché poi la destra fa il cazzo che le pare.
La destra fa il suo mestiere, compreso quello di parlare alla pancia delle persone. Ma almeno certi problemi non fa finta che non esistano o non li ritorce sprezzante verso chi li solleva.
Direi che non c'è partita, infatti i risultati si vedono.

Shylock

Psalvus ha detto...

si chiama niqab, non burqa, lo sai, e ti assicuro Rosa che io ne vedo tanti di niqab sia dove lavoro, ente pubblico per lo sviluppo diciamo cosi' demografico, ma anche di fronte casa mia.
Ho anche notato che chi il velo non l'aveva negli anni passati (conoscevo le signore, so di che parlo, e nemmeno il foulard!), adesso, per non sapere ne' leggere ne' scrivere, se lo mette. Pare si chiami integrazione...

rosalux ha detto...

si vedono veli integrali (niqab o burka che siano?)
Ti prego, dimmi dove lavori che voglio venire a vederli.
Giuro, abito nella capitale e non ne ho mai visto neppure uno. Le uniche velate che ho visto le ho viste in marocco, e in aereo.

Anonimo ha detto...

Rosa: "Giuro, abito nella capitale e non ne ho mai visto neppure uno".

Mah, probabilmente nei quartieri alti non s'usa (al massimo la pashmina di pelo di yeti).
Ma è solo questione di tempo, tranquilla.

Shylock

rosalux ha detto...

ho vissuto per diversi anni a primavalle, il palazzo accanto all'hotel giotto che era un posto dove c'erano SOLO ed esclusivamente immigrati. Ti ho già detto una volta che non ho il culo parato, mammà non mi ha regalato casa, lavoro e mi pago il mio affitto, non mi fare incazzare pure tu, eh.

Anonimo ha detto...

Sinno'?
Me corchi?

Shylock