domenica 25 ottobre 2009

varie ed eventuali riguardo alla miserrima attualità

Due parole per dire che no, non è affatto la stessa cosa.
Ricattabile, sì, e ricattato. Ma ha pagato di tasca sua e non con candidature a destra e a manca, o vi risultano candidati trans amici di Marrazzo in regione? E quanti family day ha organizzato?
E con questo avremmo già detto l'essenziale e chiuso qualsiasi altra faccenda, dal punto di vista politico, se non fosse che Marrazzo si è autosospeso, B. ha mentito, negato l'evidenza, e ha fatto partire i mastini mediatici al contrattacco ed è ancora lì.
Non è la stessa cosa nemmeno per il cazzo.
Poi, un piccolo pensiero - non politico, eh - sulla compulsività maschile (no, non dico tutti, ma dico molti e spesso) riguardo al sesso ci sta pure, che se hai responsabilità di quel tipo, sei un personaggio pubblico, e hai quegli stipendi potresti pure sforzarti un po' è tenere chiusa la patta [semicit]. Vabbuò, vado a votare Franceschini, che in sintesi non ho voglia di votare chi è sostenuto da D'Alema e pensa che Bassolino sia una buona cosa, ne' ho voglia di votare qualcuno che non ha alcuna possibilità di vincere, quindi vada per il un-po'-fuffoso Franceschini. Con quanto entusiasmo lo lascio immaginare ai miei quattro lettori.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Non sono ancora riuscita a cogliere la connessione fra organizzare un "family day" e il dovere all'astinenza sessuale da parte di chi non scopa da anni con la moglie e una sera, dopo una cena con amici ed invitati, si trova davanti al cazzo l'opportunita' di farsi una scopatona con una che ci sta.
Dov'e' il nesso?
Da quando chi organizza un family day dev'essere sessualmente astinente? Essere sessualmente astinenti rientra tra i requisiti fondamentali per organizzare un family day?

E il nostro "sultano" chi avrebbe candidato a destra e a manca in cambio di favori sessuali? A me non risulta che nessuna donna o uomo abbia ottenuto candidature in cambio di sesso con il "sultano".
Chi ha le prove le produca.
Altrimenti continui pure a leggere la Repubblica cosi si fa una cultura.

rosalux ha detto...

x anonima: sì, certo, chi organizza il family day dovrebbe evitare di farsi beccare con un giro vorticoso di puttane (scopatona con una che ci sta? LOL).
Quanto alle candidate, il casino è iniziato con un pugno di candidate veline alle europee. La Daddario era candidata in puglia e anche la Monreale, e la piccola Noemi nell'intervista che fece scatenare il casino disse che "papi" avrebbe pensato al suo futuro di candidata o velina. Certo, qualcuna ne sistemava in rai (ricordi le telefonate a Saccà, con le donnine da sistemare?) e poi ci sono le telefonate erotiche della Carfagna e della Gelmini, ma quelle sono chiacchiere (anche di gente del suo partito, vedi Guzzanti) perchè ovviamente sono scomparse. Tu ti informi seguendo il telegiornale di Fede, presumo.

Anonimo ha detto...

Io mi informo basandomi sui fatti. I fatti, finora, non confermano le supposizioni, le illazioni, le ricostruzioni, le interpretazioni, le connessioni e le conclusioni di voi..."repubblichini".

L'unico fatto certo e' che il Sultano ha tanta, tanta "voglia d'Escobar" e che cerca di soddisfarla com'e' suo diritto e dovere dal momento che con la moglie non scopa da anni. E come gli consentono la legge e gli usi e i costumi di una nazione moderna e non piu' cattolicamente imbigottita come invece la vorreste ancora voi reazionari catto-comunisti. Una nazione, tra l'altro, che dimostra nei fatti di non avere intenzione di scimmiottare il viscido ed ipocrita puritanesimo anglosassone di cui si nutre la stampa scandalistica (e non) di quei paesi "liberati", ma ancora sessualmente involuti e repressi.

Devo inoltre informarti che le "piccole Noemi", a 14 anni, nella nostra "cattolicissima" Italia, hanno gia' perduto la verginita' anale ed hanno gia' imparato a gestirsi la vagina per corrompere, non certo per essere corrotte; e la carriera di veline se la aprono da sole: a colpi di fica.
E fanno bene perche' la vita e' breve e i talenti "naturali" bisogna saperli sfruttare. Chi paga (sempre) e spesso lo prende nel culo sono gli uomini.

Comunque, se le povere e piccole Noemi, le D'Addario e le Monreale ti fanno tanta, tanta pena, speriamo che un giorno qualche tenero maschietto, con i soldi, se ne prenda cura garantendo loro una serena vecchiaia senza troppi assilli di carattere economico.

rosalux ha detto...

http://paolomaggioni.files.wordpress.com/2009/10/patrizia-daddario-manifesto-elettorale.jpg

Anonimo ha detto...

Non mi risulta che la D'Addario, dopo avere slinguazzato il pene del Sultano nel Palazzo di Corte, rientrata nella sua Bari si sia riconosciuta su un manifesto elettorale incollato sul muro di casa. Un manifesto elettorale che le apriva, come premio e ricompensa per l'alta professionalita' dimostrata, una folgorante carriera politica.

Travaglio, Santoro e Repubblica sono specializzati in questo tipo di frettolosi e approssimativi accostamenti. Fingono di ignorare, pero', che nell'Italia della D'Addario, fatta di cosche, di intrallazzi e, a quanto pare, di centinaia di lussuosissime puttane con relativi magnaccioni cocainomani che rendono particolarmente eccitante l'attivita' politica locale, si pratica un'amministrazione della Res Publica che definire "peculiare" e' un generoso eufemismo: un mondo nel quale e' impossibile trovare il bandolo delle varie matasse. Un mondo, per meglio dire, fatto di intricatissime matasse senza bandoli.
La verita', sulla base dei fatti e di semplici e ovvie deduzioni, e' che una sera una prostituta di lusso, diventata, grazie alle astuzie sottili del suo protettore, intrallazzatore di indubbio talento, un'ospite per cosi dire "abituale" delle serate mondane che il Sultano organizzava per sciogliersi i nervi cantando tenere melodie napoletane, infiltratasi con registratore e video-camera tra gli ospiti di questo gioviale padrone di casa, si sia poi infilata nel suo lettone sperando di entrare nelle sue grazie.
A quel punto il Sultano, uomo di mondo con un piede nella fossa, non si perse certo in ipocriti scrupoli catto-puritanici e colse al balzo la seducente opportunita'.
Ejaculando felice.

Fattisi gli affaracci suoi e rinfrescatosi i genitalia sul bidet, il mattino seguente, addentando una brioche, il Sultano saluto' gentilmente l'affettuosa ospite mandandola a cagare.

Il resto e' cronachella da Novella Duemila. Roba da sala d'attesa per parrucchieri per signora.

E la morale della favola e' che il mondo che ci circonda puo' sempre riservarci delle sgradite sorprese.

Allegro furioso ha detto...

Rosa, il problema è uguale a quello di Berlusconi per un solo motivo: perchè entrambi si sono resi ricattabili.
Con chi passano le serate, personalmente (e credo a molti) non frega proprio nulla.
La coerenza nulla c'entra, imho.
E anch'io ho votato il fuffa-fuffo Franceschini, col risultato che sappiamo :-)
ciao

rosalux ha detto...

Per quello che riguarda me la coerenza conta eccome. Trovo ineccepibile che Pannella si faccia le canne, e lo troverei disdicevole se se le facesse Fini!

Eugenio Mastroviti ha detto...

Per quello che riguarda me la coerenza conta eccome.

E quello, Rosa, è esattamente il tuo problema: per te la coerenza conta. Per l'italiano medio, ahimè, nonon conta più, anzi: perchè l'italiano medio è ancora, con buona pace di Garibaldi e Mazzini, suddito di uno stato feudale, e se non tollera trasgressioni fra i suoi pari (e per questo va al Family Day) le accetta, anzi le ammira, in chi detiene il potere, e non vede alcuna contraddizione nel fatto che il sovrano, che gli proibisce qualunque posizione tranne la missionaria, abbia un harem e se lo goda tutto: perchè trova giusto e morale che chi detiene il potere non debba sottostare ad alcuna regola, neanche a quelle della coerenza; anzi, secoli di sottomissione feudale lo hanno abituato a considerare l'esercizio arbitrario ed illimitato del potere come moralmente giustificato ipso facto da parte di chi lo possiede. Se scavi abbastanza a fondo, la nostra cultura è assolutamente estranea a leggi, regole e norme di convivenza civile o incivile: è lecito fare tutto ciò che è possibile fare. Se mi è possibile imporre la morale cattolica agli altri ed ignorarla per me, allora farlo è giusto: anzi, il fatto stesso che io possa farlo ed altri non possano sottolinea il mio potere ed è causa di ammirazione fra i sudditi/vassalli.

Quello che, temo, il centrosinistra non ha capito è che la tua è un'opinione di minoranza e che continuare a insistere sull'harem di Berlusconi, sulle concubine del sultano, non fa che accrescere negli elettori l'ammirazione per il sultano, che queste cose le fa e quindi ha il diritto di farlo.

Voialtri siete ancora come Piero Marrazzo, che, sgamato, si è dimesso, dimostrando che non aveva il potere (e quindi il diritto) per andare a puttane/travoni/quel che è impunemente, e perciò deve pagare col ludibrio e gli insulti che i sudditi riservano sempre ai morti di fame come loro quando vengono messi alla gogna.

Anonimo ha detto...

"Cronachella"; "ejalulando" con la 'j': ma tutti 'sti cloni di Ferrara che girano vorticosamente replicando salmodianti schizzetti delle seghe verbali dell'originale come si conciliano con la sua linea editoriale (aka magistero della Chiesa) sulla procreazione, a proposito di coerenza?

Shylock

נחום ha detto...

ehm, uhm, dunque, il laico, laicissimo Marrazzo...
http://www.corriere.it/politica/09_ottobre_27/marrazzo_dimissioni_4663411e-c2e0-11de-9afa-00144f02aabc.shtml

rosalux ha detto...

x nahum:
ho letto, ROTFL. Penoso.

Anonimo ha detto...

Ma...
prima che venisse alla ribalta la triste esistenza della D'Addario, costretta dai mafiosi che reggono la politica e l'economia del povero e parassita Meridione italiano ad infilarsi con video-camera e registratore nel Palazzo del Sultano e soggiacere (gratis!!!) per una notte intera alle sue perverse sevizie....

Prima che si venisse a sapere che tra il Sultano e una "povera Noemi" correva una relazione non solo profondamente immorale, ma anche penalmente perseguibile e che la Magistratura Nera, corrotta dal Sultano, mise tutto a tacere...

Prima che si scoprisse, grazie all'eroico giornalismo investigativo repubblichino, che una delle industrie piu' floride del Mezzogiorno italiano e' la baldraccheria d'alto bordo che forza povere ragazze madri ad una vita di stenti ed umiliazioni pendolarizzando tra Bari e la Costa Smeralda per un miserabile gettone di "bella presenza" senza neanche la soddisfazione di togliersi le mutandine...

Prima che si scoprisse che il Sultano costringe e restringe la sessualita' dei suoi sudditi alla sola posizione missionaria e che questi godono felici solo a pensare che a loro, sudditi feudali, non e' concesso nulla, mentre al Sultano tutto e' permesso...

Prima di scoprire che il Sultano c'ha un harem che se lo spompina da mane a sera...

Prima che si sapesse tutto questo...
perche' "gli Italiani Medi", votavano per il Cavaliere?

Allegro furioso ha detto...

mamma mia, che tempeste di insulti per chi se ne frega delle alcove altrui...servi, nientemeno.
No, dico, in questo paese succede anche questo. Che quando uno dice che il comportamento sessuale dei politici non gli interessa, possono fare quello che vogliono, si sente dare del vassallo.
Mi sembra che questo paese sia un po' rinco.
Cordialità

Eugenio Mastroviti ha detto...

Allegro furioso: temo che la furia ti abbia impedito di capire di cosa parlavo. Prendi una camomilla, rileggi, e magari cerca di capire che per quel che mi riguarda trombare uomini, donne, animali, piante e oggetti inanimati, gratis e a pagamento, è questione strettamente personale. Si parlava qui di coerenza, e dell'atteggiamento del servo che si compiace delle trombate di chi gli impedisce di trombare. Su, fai uno sforzo.

Allegro furioso ha detto...

Va bene, ho capito, Ma sinceramente non vedo cosa c'entri la coerenza, continua a sfuggirmi. Per quanto riguarda i commenti sul servilismo, quoto.
Ma non in questo tipo di vicende, via.

Anonimo ha detto...

@Mastroviti:

"Si parlava di coerenza e dell'atteggiamento del servo che si compiace delle trombate di chi gli impedisce di trombare. Su, fai uno sforzo."

Gli sforzi io li faccio, ma fatico ad immaginarmi l'"italiano medio" che si compiace delle trombate del Sultano mentre lui deve passare il tempo a spararsi le pippe.
E fatico anche ad immaginarmi l'Italiano Medio che segua alla lettera, nel privato della sua camera da letto, le dispotiche intimazioni del sultano che gli consentono la sola posizione missionaria.
Io fatico, ma a te, che hai una fertilissima fantasia, certe teorie vengono del tutto naturali.
Naturalmente tu potrai sostenere che io sono una imbecille perche' ho capito il contrario di quello che tu volevi dire. Cioe' che gli "Italiani Medi", non quelli "Sopra la Media", ai quali appartieni tu, ammirino il Sultano perche' lui scopa e loro no; piu' precisamente: perche' lui scopa, proibisce loro di scopare e se lo fanno devono farlo nella santita' del matrimonio e limitarsi alla posizione del missionario.

Sicuramente ho capito male, ma ritengo che la tua sia un'interessante "teoria da salotto" e che quando l'hai formulata dovevi avere esagerato con il Chardonnay.

P.S.
Sono sempre curiosa di sapere perche' gli Italiani Medi ammiravano tanto il Berlusconi quando ancora non sapevano che era un vecchietto perverso, pedofilo, puttaniere, fedifrago, maniaco sessuale e, con ogni probabilita', mezzo frocio.

rosalux ha detto...

x anonima:
Veramente poco prima che venisse alla luce il puttanile del PDC era in via di varo una legge che puniva l'utilizzatore finale. Poi, certo, s'è fatta marcia indietro...e chissà che a puttanile illuminato non passi anche la voglia di fare i family day, a questi signori così attenti alla vita privata dei loro sudditi...

Quanto alla tua domanda, è cosa a cui tu dovresti rispondere. Non hai figli o non ti interessa che tuo figlio stia un classi di quaranta alunni, e che non ci sia continuità didattica? Spero che tu non abbia figli handicappati - perchè - sai - gli insegnati di sostegno sono sempre di meno e non c'è il doposcuola. E vogliamo parlare delle leggi "antifanulloni" che invece di sollecitare i dirigenti a fare il loro lavoro puniscono decurtando lo stipendio ai malati (che vanno al lavoro infettando i colleghi, ma tanto il vaccino in italia non si vede...)

E tu chiedi a noi per quale motivo voi votate Berlusconi? Ma sono IO che lo chiedo a te.

Anonimo ha detto...

Mettiamola cosi:

Mezzo secolo di malgoverno catto-social-comunista ha lasciato un'eredita' pesantuccia.
Mafia e malcostume politico e amministrativo hanno prosperato.
Meno male che e' arrivato Maroni che la Mafia la odia tanto quanto odia i Terroni: e questo, paradossalmente, e' una garanzia che il lavoro intende farlo bene.

A complicare le cose si e' aggiunto il fenomeno fresco fresco (vent'anni!) di un'immigrazione selvaggia che il buonismo imbecille dell'accozzaglia catto-social-comunista ha impedito di affrontare con realismo e senso pratico.

L'attentato alle Torri Gemelle e il caos che ne e' seguito, in congiunzione con la piu' grande crisi finanziaria dal 1930 hanno caratterizzato e condizionato in modo massiccio i due ultimi "governi Berlusconi" e le "terapie" che, in condizioni relativamente normali, avrebbero potuto essere adottate per uscire dal tunnel dell'oscurantismo e dell'immobilismo catto-social-comunista.

Il resto e' cronaca di questi mesi: si procede con ottimismo cercando di tenere fede al programma di governo, attuare le grandi riforme ed entrare in una lunga congiuntura politico-economica che stabilizzi la situazione.
Se non si intromette, fra tre anni circa, un'altra "parentesi alla mortadella", l'Italia ce la dovrebbe fare sotto la continuita' di un governo di Destra.
Altrimenti ricomincia il casino di sempre, in un'Italia piena di froci e di puttane: A proposito: io ho sempre pensato che i dati sulla disoccupazione sono gonfiati, soprattutto nel Tavoliere delle Puglie dove l'industria del sesso sembra faccia concorrenza a quella dei Trulli e del Turismo.

rosalux ha detto...

Mettiamola così, io ti parlo della scuola o della sanità e tu mi rispondi con i massimi sistemi ed è colpa della crisi. Proviamo a parlare del territorio? Della splendida idea di aumentare la cubatura ("semplificando" le norme antiterremoto, poi reintegrate dopo il casino dell'abruzzo) o di costruire in bocca al mare in sardegna? Vogliamo parlare delle norme anti evasione che la sinistra aveva iniziato a praticare e che il governo ha messo fuori uso? Macchè, colpa della crisi, e poi l'importante è essere ottimisti: se il paese va dal culo canta che ti passa. La mafia? Presumo che per te conti niente che nella villa del presidente del consiglio abbia vissuto un criminale pluriomicida legato a cosa nostra, e quanto alla lega - deve essere proprio per odio della mafia che hanno fatto togliere la targa a Peppino Impastato.
Ah, no, scusami, quello è "solo" sano e virile razzismo antimeridionale, ma cosa vado a pensare.

Vabbuò, votate Berlusconi perchè è ottimista. E poi dite che non sono le vaccate del monopolio TV a stordirvi.

rosalux ha detto...

ah, mafioso definito "eroico" da berlusconi e dell'utri.
http://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Mangano

ma a voi questo non crea problemi, l'importante è se chi governa lo mette o lo prende nel culo.

Anonimo ha detto...

Anche del povero Andreotti si diceva che fosse mafioso perche' conosceva certa brutta gente.
Anche Enzo Tortora, presunto mafioso, ha avuto i suoi guai per colpa di certa "magistratura".

Il punto e' questo: la Mafia meridionale si e' infilata dappertutto e corrompe quasi tutti. Al punto che le persone per bene devono stare attente a chi invitano a cena o a chi stringono la mano. C'e' persino qualche puttanona di Bari che gira con camere e registratori portatili per sbloccare, in stile mafioso, certi inghippi immobiliari.

Dobbiamo ringraziare mezzo secolo di malgoverno catto-social-comunista se siamo ridotti a questo.
E tu lo sai, ma fingi di ignorarlo e mi chiedi di parlare dei "minimi sistemi".
Avresti ragione se i "massimi sistemi" fossero in ordine. Ma non essendolo (per via dell'infame mezzo secolo catto-social-comunista), e' stupido aspettarsi che "i minimi sistemi" funzionino in modo soddisfacente.

Tracciando linee molto grosse, ma di profondo significato storico-politico, potremmo metterla cosi:
Per tenere fuori il bolscevismo dall'Italia del XX Secolo ci volle (purtroppo!) un Ventennio Mussoliniano.

Per tenere fuori il post-bolscevismo dall'Italia del XXI ci vuole (purtroppo) un Ventennio Berlusconiano.

Come sarebbe bello il mondo se non ci fossero i Rossi, i Cristiani e i Musulmani! E' ovvio che in mezzo a tanta melma emerga un tizio come Berlusconi.
Per fortuna e' arrivato anche Maroni che la Mafia la odia tanto quanto odia i terroni. Forse la guerra alla Mafia non ha avuto finora successo perche' nessun catto-social-comunista la odiava veramente.
Il fondo, il nemico, per vincerlo, devi odiarlo. E Maroni, i terroni, li odia.
Ci vorra' del tempo per ripulire la stalla in cui e' stata ridotta l'Italia nel corso di mezzo secolo di malaffare cristo-mafio-marxista, ma se non si intromette un'altra volta il "Mortadella", pesciolino rosso che nuota nell'acqua santa, in una decina d'anni ce la si dovrebbe fare.....
Poi, disinfestata la stalla dai crimini catto-comunisti, l'Italia sara' quel "paese normale" di cui parlava una delle comparse del passato "Cinquantennio", e al governo cominceremo a vedere dei veri statisti.
Al Cavaliere, senza dubbio, deve essere attribuito il merito di avere de-comunistizzato l'Italia.
E a Maroni, forse, quello di averla de-mafiosizzata.
Poi si comincera' a parlare in dettaglio dei "minimi sistemi".
Nel frattempo, chi si contenta, gode.