martedì 23 dicembre 2008

Ida Magli, l'antropologa razzista

Per chi si stupisse, nel constatare che i più vieti e triti luoghi comuni razzisti possono venire dall' "accademia", basta ricordare il "manifesto per la difesa della razza", firmato da 180 scienziati, ed è dell'altroieri la "provocazione choc" di Watson, sulla minore intelligenza dei neri.
E' che per me, che di Ida Magli avevo seguito - da proto-vetero-femminista - gli affollatissimi corsi di antropologia culturale negli anni 80, traendone anche un certo fanatico piacere, è una sorpresa che si rinnova ogni volta.
Eppure bisogna starci, leggere per credere: "il progetto ebraico".
Ida Magli è talmente antisemita, signori, da citare Maurizio Blondet come fonte. Ida Magli è talmente antisemita da considerare tutta la storia recente un "progetto ebraico", Ida Magli è talmente antisemita da citare l'usura ebraica come "vizio" razziale, dimenticandosi che gli ebrei furono costretti all'usura, essendo uno dei pochissimi mestieri a loro concessi,e proibito ai cristiani.
Ida Magli dovrebbe vergognarsi, ma veramente tanto, tanto, tanto.

19 commenti:

Psalvus ha detto...

Ho letto a suo tempo "Contro l'Europa" che mi piacque molto e recentemente i due libri su Gesù, ma non avevo percepito affatto questo antisemitismo, abbastanza becero oltretutto nell'articolo segnalato.

Che cosa le avra' fatto scattare proprio adesso il cipollino? E' un giallo. E' un fenomeno che bisognerebbe spiegare. Bisognerebbe scrivere un'antropologia degli antropologi.

farlocca farlocchissima ha detto...

ma sì è bevuta il cervello la signora?

rosalux ha detto...

x psalvus: cosa faccia scattare ciclicamente ed endemicamente l'antisemitismo è oggetto di studi. Antropologici, ahimè.

x farlocca: mi sa che anche ai tempi era roba buona per un pubblico di "fan" più che di seri scienziati e studiosi. E' una bella lezione, vederla ora così, davvero.

farlocca farlocchissima ha detto...

uhmm mi sa che la roba buona se la spara lei zitta zitta per ispirarsi e scrivere...

Luca Tassinari ha detto...

Ida Magli è talmente rincoglionita da suscitare seri dubbi su un suo ipotetico equilibrio intellettuale pregresso. Roba da rimpiangere la Fallaci, che almeno sapeva scrivere.

comic_tadpole ha detto...

Rosa, hai un miliardo di ragioni_

E' uno schifo_

E' assolutamente pericoloso_

E' un segno di tempi che mi sembrano sempre più bui_

Appena l'ho letto sono rimasto di sasso e con una certa voglia di rigurgitare alla bocca dello stomaco_

E in tutta sincerità sono preoccupato - mi stupisco pure che un sito come 'Don Chisciotte' gli dia spazio_ Va bene che sono di 'manica larga', ma a raccattare e conservare montagne di sterco di quelle dimensioni finisce che si riempie di vermi tutta la casa con i suoi inquilini_

E mi stupisco, purtroppo, degli incomprensibili vortici mentali di gente come la Magli, o come è stato per la Fallaci e per tanti altri casi meno pubblicizzati_

Te lo dice uno che ha letto per tanto tempo Blondet - e per certi tagli che offre lo leggerei ancora, se non fosse che mi resta fisiologicamente impossibile, al livello endocrinologico e gastrico_

Per di più, come se ci potesse essere anche un 'di più', queste incursioni a mo' di pachiderma cingolato sulla pubblica agorà rischiano sempre di distruggere ogni maggior livello di approfondimento, di analisi, di cammino o incontro, e scontro, sul terreno del 'buon senso' e dell'umano_

Ripeto - sono nauseato e incredulo, e potrei dire quasi impaurito_

L.M. (Leonardo Migliarini)

Anonimo ha detto...

Ma più che 'ridursi' così, non è che semplicemente certa gente a un certo punto perde le inibizioni, si scatena e/o decide che quel che già prima era un tabù di facciata può essere tranquillamente abbandonato e il becerume che covava già dentro, sdoganato?

Shylock

Anonimo ha detto...

...anche perche' IMO non si 'diventa' così se non lo si era già, sostanzialmente, da un pezzo: solo che prima ci si vergognava, appunto.
E dello sdoganamento avvenuto certa sinistra è molto più responsabile (in quanto erroneamente ritenuta decente e presentabile) di quanto lo sia stata l'estrema destra, da sempre identificata (correttamente) come fascista e razzista.
Del resto, per me gente che 'ragiona' così non doveva essere tanto intelligente neanche prima (e a rileggere tante cose degli anni '70 oggi, cascano francamente le palle: non col senno di poi, è che l'avevano perso già allora). Basta leggersi gli 'argomenti' che usa. Nello stesso paragrafo riesce a dire:
"E’ fallito adesso anche il maggiore finanziere americano, Bernie Madoff, provocando un terribile terremoto in quanto gli avevano affidato le proprie ricchezze i più grandi capitalisti d’America. (...) Di fatto sono quasi tutti ebrei gli operatori della finanza, compreso il Madoff e i capitalisti di cui sopra."
E in quello successivo:
" Perché ci si trova oggi a dover precisare l’identità ebraica dei manipolatori della finanza mondiale? Perché esiste appunto una “visione del mondo” che li guida, un progetto di vita sul quale si fondano i dogmi che tutti noi, non ebrei, siamo stati obbligati a condividere dalla fine della seconda guerra mondiale: il primato dell’Economia nella struttura della società, il Mercato come massimo e quasi unico valore (non dimentichiamoci che anche Marx era ebreo). In realtà il “progetto” ebraico riguarda gli “altri”, tutti gli “altri” perché gli Ebrei per quanto riguarda sé stessi hanno sempre messo al primo posto la propria identità come “Popolo”."
Capit? Scopo degli ebrei, da che mondo è mondo, è metterla nel culo ai non ebrei... e la prova odierna sarebbe che questo Madoff l'ha messa nel culo ai più grandi capitalisti d'America - che sarebbero ebrei come lui. Ma ROTFL.
(Come dire: il progetto dei negri è inquinare la purezza della razza bianca e la prova vivente è questo qua, che mi'cuggino m'haddetto che si è scopato mezza Harlem.)

Shylock

dacia ha detto...

Ecco, io vorrei far - sommessamente - notare che quando la Maglie ipotizzava complotti plutoislamicomassonici, chiedendo addirittura che si negassero i mutui agli immigrati musulmani qui il silezio è stato parecchio assordante.

Benvenuta nella confraternita.

(A me almeno 'sta cretina è sempre sembrata una cretina... eheheheh)

iaia

elia ha detto...

ma l'avete letto l'articolo? avete un lavoro e/o figli? quello che sta succedendo lo percepite o siete tutti miliardari figli di papa'. io ho 29 anni 4 figli piu' uno in arrivo, lavoro in cantiere, e questa crisi la sento tutta, e sinceramente mi fa parecchio incazzare. per quanto riguarda l'articolo non mi sembra affatto antisemita, semplicemente realista. voglio dire, se non pensate che la lobby ebraica sionista e' onnipotente ovunque, guardate le presidenziali americane. i candidati fanno a gara a chi lecca piu il cuxx all'estrema destra israeliana sionista razzista nazista.
APRITE GLI OCCHI.
Fatti non foste per viver come bruti.
buon natale a tutti

falecius ha detto...

Allibisco, davvero.

rosalux ha detto...

x dacia: sì, che dirti: ci sono degli stilemi così stantii, così ripetitivi, così specifici che sobbalzi quando vedi l'incastro a mo' di puzzle.

Anonimo ha detto...

"io ho 29 anni 4 figli piu' uno in arrivo, (...) per quanto riguarda l'articolo non mi sembra affatto antisemita, semplicemente realista. voglio dire, se non pensate che la lobby ebraica sionista e' onnipotente ovunque, guardate le presidenziali americane (CRAP-CRAP)"
Rosa, alla prossima riunione della lobby planetaria di noi miliardari sionisti razzisti nazisti figli di papà, ricordami di proporre la sterilizzazione forzata per i diversamente intelligenti: qualcosa di subdolo, tipo ormoni selettivi nell'acquedotto, vedi un po' te.
Intanto auguri.

Shylock

maus ha detto...

ancora non ho letto l'articolo ma già ne traggo un vago senso di triste soddisfazione: l'ho sempre considerata un'imbecille, la magli.

maus ha detto...

provo un senso di triste soddisfazione: io l'ho sempre ritenuta un'imbecille, la magli

rosalux ha detto...

x maus: mah, "imbecille" non è il termine adatto, credo. Priva di qualsiasi attendibilità, anche allora da quello che mi ricordo fondava le sue lezioni assai più sul carisma (e su una certa capacità ad imbastire fantastiche narrazioni) che sul rigore scientifico. Però tirava più di un pelo di fica, la Magli, ai miei tempi.

Anonimo ha detto...

Leggevo Ida Magli anni fa, quando scriveva, mi sembra, su La Repubblica. Poi non ne ho più avuto notizia. Oggi, per caso, dando una scorsaalle news di google, ho potuto appezzare il "salto di qualità" fatto dall'antropologa, la quale scrive sul Giornale.
Ho letto qualche articolo, su vari argomenti ed ho trovato che la vecchia antropologa, come si dice a Roma, "ha scoperto in oro come il cavallo di Marcaurelio". La trovo:
Razzista
Xenofoba
Sessista
Antisemita
Contro gli omosessuali
Contro i diversi di ogni genere.

La signora Magli, rispolvera, con il beneplacido del Giornale, tutte le più trite teorie antisemite, xenofobe e razziste, che neppure la destra più estrema utilizza più.

Penso che i leghisti gongolino leggendo le sue scempiaggini. Perché a ben leggere le teorie della Magli sono scempiaggini sia da un punto di vista storico, sia da un punto di vista antropologico-culturale.
Lacosa che mi fa più ribrezzo e paura è che non è nè stupida, nè ignorante. Che schifo.
Alvaro

Anonimo ha detto...

Negli Stati Uniti sia i candidati repubblicani che democratici sono finanziati dalle stesse grandi corporation di businessman legati all'AIPAC ebraica senza distinzioni politiche; e guarda caso la politica estera USA va sempre a favore d'Israele, grazie al quale coi veti ottiene la totale immunità da tutte le risoluzioni ONU circa i massacri a Gaza..
Dire che gli ebrei sono un capro espiatorio è una mistificazione, perchè la lobby ebraica c'è, si sente, ed è forte.

rosalux ha detto...

Quali sono le grandi corporation legate all'AIPAC?