venerdì 22 maggio 2009

estraneità

Piazzale Flaminio, entro in un bar.

Il cassiere è un giovane magrebino, una signora davanti a me sta pagando, percepisco uno scambio di battute che mi pare sulle prime scherzoso. Me ne disinteresso.
Inizio a bere il mio caffè, a due metri dalla cassa, e non sento nulla.
All'improvviso la tipa esce dal bar e si mette ad urlare che il cameriere l'ha insultata: nel giro di niente si aggrega una anziana signora, che insulta il cassiere e minaccia di chiamare la polizia, un tizio sui cinquanta, che apostrofa il cassiere con "vieni fuori che ti spacco il culo" più un numero indefinito di persone che commentano e insultano il giovane.

Il padrone del bar arriva, teso, cerca di capire cosa è successo.

La verità è che non è successo nulla, se non che uno scambio di battute tra cliente e cassiere ha creato un'onda di linciaggio. Intervengo.

Incazzata.

Spiego al padrone del bar che il cassiere non ha fatto un beneamato cazzo, i linciatori improvvisamente si smontano, l'onda evapora così come era nata.

Qualche giorno fa un autista ATAC mi aveva consigliato di non salire a piedi su collina Fleming (posto per ricconi, NDR) perchè c'era gente che "non è come noi".

Ovviamente mi sono ben guardata dal dargli retta.
Premesso che collina Fleming è pericolosissima, perchè in Italia la speculazione edilizia impedisce di creare marciapiedi anche negli abitati dei super-ricchi, la strada è piena di badanti, di giardinieri, di fattorini. Di immigrati che si fanno il culo e vanno a piedi. Gli abitanti, quelli che sarebbero "come me", a parte il conto in banca, beninteso, vanno in macchina.

Qui ogni minuto che passa aumenta il grado di odio e di degenerazione del tessuto civile, ogni minuto che passa i proclami del leghisti entrano nella carne e nel sangue della gente, e diventano odio inconsulto e insensato.

Sono ebrea, mi è stato raccontato per bene quello che è successo in Italia durante il fascismo, e penso di avere chiaro che cosa significhi diventare capro espiatorio e oggetto di odio.

Sta succedendo di nuovo, e nella stessa forma in cui è successo allora: la gente non ha soldi, non ha lavoro, non ha identità, non ha delle regole in cui riconoscersi come collettività.

Si riconosce solo ed esclusivamente nell'odio, fomentato ogni giorno e sempre di più. Questo paese mi è ogni giorno più estraneo.

41 commenti:

Yossarian ha detto...

'Si riconosce solo ed esclusivamente nell'odio, fomentato ogni giorno e sempre di più.'


Rosa, quando gli applausi te li meriti, non sono certo io a tirarmi indietro.

Bel post

Paola ha detto...

Ho lasciato Roma l'ultima volta percependo la stessa aggressività, e non vedendo l'ora di andarmene. Stasera atterro a Fiumicino e leggere il tuo post mi toglie un po' della già scarsa voglia di partire...

Anonimo ha detto...

Pero' gli Italiani non erano cosi'.

Mi chiedo cosa sara' successo.

Questa paura, questa diffidenza, questo clima di sospetto....

Forse, chiudendo le frontiere, analizzando il problema alla radice e smaltendo il lavoro arretrato senza nuove distrazioni potremo recuperare un po' di lucidita' e con essa l'equilibrio perduto.
qualcuno lo chiama: "l'uovo di Colombo".

rosalux ha detto...

"Mi chiedo cosa sara' successo."

Evidentemente non leggi i giornali, non senti le dichiarazioni, non guardi la TV. Quando si fonda la propaganda sul terrore, e si ha la forza sufficiente per divulgarla, l'effetto non può che essere quello.

"smaltendo il lavoro arretrato senza nuove distrazioni"

Qui devo darti ragione.
Mi gioverebbe molto.

Anonimo ha detto...

Quindi non hai sentito un cazzo, ma hai deciso che comunque l'indigena aveva torto: sarà stata lei a fare qualche avance al morigerato maghrebino, 'sta troia.
Per illustrare il concetto di reverse racism il tuo raccontino sarebbe perfetto.

Shylock

rosalux ha detto...

Purtroppo mi aspettavo questo commento, ero certa che sarebbe venuto da te.

Una cliente e un cassiere hanno uno scambio sgradevole, se ne dicono quattro (sottovoce, non dimenticarti che ero a due metri).
Una scena comune, banale, assolutamente già vista, irrilevante. Può darsi che il cassiere fosse maleducato, può darsi che la cliente fosse isterica. Sono particolari completamente irrilevanti.

Poi però l'insultata esce in strada urlando, chiama a raccolta i concittadini "etnicamente simili", e loro fanno gruppo e minacciano botte e polizia.

Fanno la voce grossa tanto da intimidire il cassiere ma non abbastanza da rispondere al primo passante - io - che fa "snap" con le dita, e l'incantesimo si spegne. Se ne vanno.

Il post era su questo Shylock, su qualcosa che tu non hai neppure notato.

Per me quel tipo di reazione meccanica (che è anche la tua) è la stessa identica roba che ha consentito le leggi razziali e le camere a gas, per te invece è normale solidarietà di razza: non credo davvero ci sia molto terreno di discussione, tra me e te.

Anonimo ha detto...

Ceeerto, certo: l'apologo avrebbe funzionato anche a parti invertite.
Resta da spiegare perché la parte che scegli è sempre quella, facendo paralleli storici che non stanno né in cielo né in terra né in altro luogo e ignorando il dato di fondo: costringi a convivere persone che non lo hanno scelto ma lo subiscono e avrai questi risultati.
E anche peggiori, stanne certa.

Shylock

rosalux ha detto...

x shylock:
nel tuo delirio demente attribuisci la presenza degli immigrati (regolari, in questo caso) alla "sinistra", dimenticando che questa gente lavora nelle fabbriche, nei campi, nei bar e nelle nostre case. Di gente di destra e di sinistra: o tu rinunci alla badante e se tua madre a bisogno chiedi a tua moglie di non lavorare per badare alla suocera, per avere il territorio etnicamente pulito? Quelli come te pretendono che questa gente pulisca il culo ai nostri vecchi ma poi stia zitta, non esca di casa, non si faccia vedere, non vada a scuola. Che schifo, veramente.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Anonimo: Gli italiani non sono cambiati, l'odio per il diverso gia' c'era. Solo che prima non c'erano i diversi, e sopratutto nessuna forza politica usava questo odio per cercare consenso.
@Rosa: Bel post, linkato.

Anonimo ha detto...

Delirio, per definizione, è vedere cose che non ci sono: attribuire colpe a una parte politica mi fotte assai, infatti nella fattispecie non lo faccio; sei tu che hai il codone di paglia e perciò passi all'insulto.
A me interessa la presenza, cresciuta esponenzialmente e fuori da ogni regola, con i problemi che genera, di cui t'accorgi adesso e a cui reagisci istericamente.
Eri rimasta a 'imegin ol, de pipòl, scierin ol de uerd? Beh, t'informo che John Lennon è morto - e anche tu mi sembri piuttosto stressata, ultimamente.
Sei sconvolta nel renderti conto che la modalità di default, nei rapporti tra i gruppi umani, è l'identità e la solidarietà tribale?
Buongiorno, principessa!
Quando scenderai dal pisello, sarà sempre tardi.

Shylock

Yossarian ha detto...

@Rosa & everyone: fra l'altro, per curiosita' (Rosa non mi fraintedere, quello che dici degli immigrati che lavorano in Italia e' giusto), ma perche' gli immigrati dovrebbero far sempre 'i lavori che gli italiani non vogliono piu' fare'?.
Non si potrebbe avere degli scienziati, o dei letterati, italomaghrebini o italosenegalesi?

@Shylock: guarda, credo che Palmiro abbia ragione.
Quello che una volta era l'odio per 'i pisani', ' i terroni', o 'quello del paese vicino', si e' trasformato io odio verso lo straniero.
Ti concedo tuttavia, che l'assenza totale di idee a sinistra a parte un generalistico 'volemose bene', e i deliri nefandi e razzisti della Lega et similia, non contribuiscono a realizzare l'integrazione, che per me e' sacrosanta. Io non ho paura della societa' multietnica, anzi mi piace.
Ma non e' facile, ci vuole una politica di fatti concreti e non di proclami elettorali.

Anonimo ha detto...

Palmiro:

Per quanti sforzi faccia non riesco ad identificare come "manifestazioni di odio" gli appelli e i richiami e le soluzioni estreme cui si e' arrivati a causa della de-generazione del problema.
Mi sembra giusto ricordare alla Rosa che recentemente un nazista/razzista purosangue stava per diventare Presidente della democraticissima Repubblica di Francia.
Si, lo so:
"Ma in Francia e' diverso perche' bla bla bla e poi anche in Austria e' diverso perche' bla bla bla..e anche in Inghilterra e' diverso bla bla bla e perfino in Olanda e' diverso perche' loro non hanno bla bla bla

Certe posizioni politiche, a mio modesto parere, sono di un provincialismo davvero sconcertante.
Non voglio offendere nessuno, ma percepisco toni da melodramma, quasi da sceneggiata napoletana nell'isterismo con il quale si reagisce ai tentativi di razionalizzare un fenomeno di non facile soluzione.

Giuseppe Massignani.

Anonimo ha detto...

Palmiro:

Per quanti sforzi faccia non riesco ad identificare come "manifestazioni di odio" gli appelli e i richiami e le soluzioni estreme cui si e' arrivati a causa della de-generazione del problema.
Mi sembra giusto ricordare alla Rosa che recentemente un nazista/razzista purosangue stava per diventare Presidente della democraticissima Repubblica di Francia.
Si, lo so:
"Ma in Francia e' diverso perche' bla bla bla e poi anche in Austria e' diverso perche' bla bla bla..e anche in Inghilterra e' diverso bla bla bla e perfino in Olanda e' diverso perche' loro non hanno bla bla bla

Certe posizioni politiche, a mio modesto parere, sono di un provincialismo davvero sconcertante.
Non voglio offendere nessuno, ma percepisco toni da melodramma, quasi da sceneggiata napoletana nell'isterismo con il quale si reagisce ai tentativi di razionalizzare un fenomeno di non facile soluzione.

Giuseppe Massignani.

Anonimo ha detto...

"percepisco uno scambio di battute che mi pare sulle prime scherzoso. Me ne disinteresso....., e non sento nulla..... si aggrega una anziana signora, che insulta il cassiere e minaccia di chiamare la polizia....
, un tizio sui cinquanta, che apostrofa il cassiere con "vieni fuori che ti spacco il culo" più un numero indefinito di persone che commentano e insultano il giovane.

.

La verità è che non è successo nulla, ....Intervengo. Incazzata.


Cara rosetta. Sei una delle tante vittime del pregiudizio. Già perchè, per tua ammissione non senti nulla ed eri disinteressata. Però hai immediatamente deciso che avesse ragione il cassiere solo perchè magrebino,
Ancora una volta il tuo buonismo ha colpito: il buono deve essere per forza la parte apparentemente debole perchè questo dice la tua distorta etica.

Esistono pregiudizi e pregiudizi... e tu ne sei vittima.

Castruccio

rosalux ha detto...

x massignani: l'esempio della Francia è illuminante, e innaffia i miei argomenti. Quando ci fu la possibilità che un fascista andasse al governo, tutti lo riconobbero come tale e nessuno a sinistra si fece venire la puzza sotto al naso (che è precisamente quello che mi fa impazzire di furia): tutti votarono - molto malvolentieri e molto compattamente - Chirac.
Se a te questa sembra una differenza da poco, a me pare un abisso incolmabile.

x castruccio: segui il thread: alla tua obiezione - che comme d'abitude coincide con quella di shylock - ho già risposto.

rosalux ha detto...

x palmiro: grazie del link :-)

Anonimo ha detto...

Comme d'Habitude, semmai: l'acca c'è, anche se non si sente.
La spocchia (che invece si sente e si vede) bisogna potersela permettere: sono i particolari che fanno uno/a snob.

Shylock

P.S. Ah, il buon vecchio Castruccio! Che fine avevi fatto?

Anonimo ha detto...

No Rosetta non hai risposto affatto.
Tu poresumi sempre di sapere tutto ed attribuisci patenti di razzismo a destra e manca, salvo poi conversare con "onorevoli nemici" (che poi son razzisti veri)

Hai espresso un giudizio su una storia che, per tua stessa ammissione, non ti riguardava, interessava e non conoscevi. hai scelto la parte da deifendere solo in base ad un criterio personalissimo e ti sei prontamente messa a criticare chi, seguendo il tuo stesso criterio ma con direzione opposta, prendeva le parti della signora.

Due errori non si compensano.

Dovresti sapere che torto o ragione PRESCINDONO dal colore, lingua o religione E CHE lo schierarsi - come hai fatto tu - secondo quei criteri è PREGIUDIZIO.

Il guaio è che tu, mettendomi sullo stesso piano di Shilok (cosa di cui ti ringrazio) presumi di conoscermi e giudicarmi... anche in questo caso NON SAPENDO NULLA...

castruccio

saluti

rosalux ha detto...

x castruccio:

O non hai letto o non hai capito.

Oppure stai dicendo che se il cassiere avesse dato della scema alla tipa sarebbe stato perfettamente normale che questa chiamasse a raccolta i passanti per un linciaggio?

Voi state dicendo che per un cassiere maleducato italiano e magrebino non valgono le stesse regole.

x yossarian:
non è che "devono" fare i lavori che gli italiani non fanno più. Di fatto è così. Questi si infuriano come tori, e poi ovviamente si prendono la badante egiziano o rumena, così come se si curasse l'alzheimer con le staminali non ci sarebbe un solo cattolico che rinuncerebbe alla cura. Si chiama ipocrisia.

Anonimo ha detto...

No rosetta chi si ostina a non voler capire sei tu.

Tu nella lite vedi un magrebino ed una italiana e decidi aprioristicamente che ha ragione il magrebino

IO VEDO DUE ESSERE UMANI, di cui uno di SESSO MASCHILE e, da che mondo e mondo, potenzialmente piu' forte di una donna. L'esperienza ci insegna che le donne quando devono discvutere con un uomo estraneo chiamino aiuto. è un dato di fatto.
Io non so chi avesse torto o ragione perchè non c'ero e non decido in base alla nazionalità.

Ai miei occhi chi decide in base a tale criterio è un idiota.

saluti

Ps arrampicati sugli specchi ma la sostanza non cambia: ancora una volta la tua smania di buonismo ti ha tradita.

Anonimo ha detto...

immaginiamo la scena se la cosa fosse sfociata in un processo penale

PM: Sig.ra Rosa lei era presente ai fatti?

Rosa: Si

Pm: cosa ha avuto modo di vedere

Rosa: nulla ero disinteressata

PM: cosa ha avuto modo di sentire?

Rosa: nulla, se non uno scambio di battute.

PM: che tipo di battute

Rosa: non rilevano.

PM: questo lo decidiamo noi. Ma in fondo cosa ha visto o sentito?

Rosa: La verità è che non è successo nulla, se non che uno scambio di battute tra cliente e cassiere ha creato un'onda di linciaggio. sono intervenuta Incazzata spiegando al padrone del bar che il cassiere non ha fatto un beneamato cazzo.

PM: moderi il linguaggio.

Difesa: c'è opposizione. Contesto alla teste di aver dichiarato di non aver sentito o visto nulla, come può dire che non sia successo nulla?

IL giudice: Sig.ra Rosa ha compreso le contestazioni?

Rosa: si la difesa è razzista perchè è ovvio che essendo il cassiere un magrebino avesse raguione lui!


castruccio

Anonimo ha detto...

Il punto e' che in Francia e in molti altri paesi europei si stanno ritrovando un po' troppo spesso ad un passo dal mandare un fascista al governo.

Questo e' il punto.
E bisogna chiedersi perche'.
E se all'ultimo momento, ad un passo dalla tragedia, prevalgono ancora i valori della civilta' occidentale (stavo per chiamarli "superiori", ma non vorrei dare al mio intervento una connotazione troppo "fascista" per certe delicatissime orecchie) e' un altro discorso.
Quando un paese come la Francia si trova sul punto di mandare un fascista al governo vuol dire che le cose sono state gestite male.
Vorrei sottolineare inoltre che la massaia francese si comporta come la massaia berlusconiano-bossiana: cerca rispetto, protezione e sicurezza. (Anche perche' e' quella che si fa il culo e spesso lavora a casa e fuori)
Le massaie occidentali hanno sui mariti un'influenza notevole. Anche perche' nel nostro mondo i pantaloni (giustamente) hanno cominciato a portarli loro, perche' senza il loro contributo non si fanno neanche due settimane a Cesenatico. E le loro "sensazioni" si riversano sempre nell'urna elettorale.
E non e' una novita' per nessuno che l'elettorato femminile incide e decide l'assetto politico di un paese occidentale. E se le donne sentono che e' il momento di Le Pen puo' voler dire, tra l'altro, che i magrebini quando mettono gli occhi addosso alla donna bianca sembrano dirle, proprio con gli occhi:
"Sei una troia e una bocchinara". E questo alle massaie francesi, italiane, russe e giapponesi etc dava e da' un po' di fastidio.
Un fastidio che tramuta la solidarieta' umana, la simpatia e la caritatevolezza in antipatia e rigetto.
Quindi, a mio modesto parere, l'esempio della Francia (e dell'Austria, dell'Inghilterra e dell'Olanda etc etc) non innaffia affatto il tuo argomento, Rosa:
Innaffia il mio.
Non e' che a sinistra ci si dimentica sempre che esistono anche "le fasciste" oltre che i "fascisti"?
E non ci si dimentica anche che la cultura che tiene la donna allo stato servile e coloro che se ne fanno portavoce e strenui difensori in nome del multiculturalismo non hanno un grosso richiamo sulla sensibilita' politica della "donna della strada"? Perche' le massaie, sono massaie; non sono socio-filosofe dell'Universita' della Sapienza.
Mia sorella, che di politica non capisce una zappa e non sa neanche cos'e' il Fascismo, mi dice che quella "gente" non le piace perche' la guarda in modo volgare e pesante e la mette sempre in imbarazzo sul bus. E presto questa politicamente ignorantissima sorellina sara' un'elettrice come te, Rosa.

Massignani.

rosalux ha detto...

x massignani: Gli italiani infatti non le guardano mai le massaie leghiste.
Le filosofe invece non le guardano neppure magrebini, come è ben noto, infatti sono tutte femministe e con i baffi. Ecco perchè votano a sinistra.
Ma tutti a me capitano, o è sempre lo stesso che si moltiplica?

Anonimo ha detto...

Se e' per quello gli Italiani guardano le massaie leghiste, quelle comuniste, le massaie qualunquiste e quelle che adorano Mike Bongiorno (Bongiorniste).
Le guardano proprio tutte. E alle massaie piace anche molto farsi guardare, dagli italiani.
Certo che confondere il latin lover con il nigerian/ morocam/romanian lover e' un po' troppo.
Si, e' vero: qualche neapolitan/sicilian lover pizzica ancora il culetto delle femmene sul tram e ci hanno fatto un sacco di films, ma il mito dell'Italian lover non ne ha risentito. Mia moglie e' Inglese e se non avessi avuto il fascino del latin che le accarezzava il seno con gli occhi e le faceva capire con gli occhi che voleva amarla per sempre (magari anche facendoci subito una scopata) non mi avrebbe mai detto "Si", in macchina,
sui sedili ribaltabili.
Qui parliamo di volgarita' "diffusa": quella che sperimentano ancora le massaie francesi che stavano per mandare Le Pen alla Presidenza e che adesso sono contente di Sarkozy e la "sinistrissima" Bruni. Anche a loro piacciono i French/Latin lovers, ma avanzano qualche riserva sui magrebin/lovers.
Le femministe con i baffi esistono. Non si puo' negare. E mi sembra che facciano pochino, nei fatti, per le donne tenute in stato di subordinazione. Mi sembra che ci sia molto piu' anti-berlusconismo che anti-islamismo tra il femminismo con i baffi. (Forse perche' con le crociate contro il "velinismo" non si rischiano accoltellamenti per strada)
Sappiamo che non si puo' generalizzare e che l'Islam e' una cosa seria e degna di rispetto, sicuramente piu' della religione cristiana che invece non meriterebbe neanche uno sputo sull'occhio del suo massimo rappresentante, il "Fascista Benedetto", ma la massaia "fascista", quella che i baffi almeno cerca di ossigenarseli altrimenti il marito va a cercare soddisfazione sulla tangenziale ovest con qualche viados che la barbetta ce l'ha davvero, giudica per quello che vede.
Ed e' sulla base di cio' che l'elettorato (soprattutto femminile) vede che Le Pen si e' trovato alle porte dell'Eliseo.
Tu glielo puoi spiegare in mille modi alla massaia francese che il magrebino ha con il sesso femminile un rapporto culturalmente diverso e che l'accoppiamento Donna/Satana che ha marchiato indelebilmente la sua educazione civile lo induce, naturalissimamente, a non manifestare rispetto verso chi si scopre le braccia, ma la massaia, che, come si ripete di continuo a Sinistra, ha come caratteristica cerebrale principale l'ottusita', non si lascera' facilmente convincere.
E diventa una massaia "fascista".
Concludo ribadendo che le sensazioni dell'elettorato femminile sono importanti sull'indirizzo politico delle societa' sviluppate. E sono sensazioni che non tengono necessariamente conto solo e soltanto dell'impatto economico/sociale/strutturale che la migrazione incontrollata e le sue conseguenze determinano: seguono anche un istinto, un intuito sviluppato in un milione di anni di evoluzione e si chiedono perplesse:
"Una societa' con questo tipo di uomini e questo tipo di donne e' bella da vivere o anche solo da vedere?"

Se passi per Londra vatti a bere un caffe' in uno dei bar magrebini che circondano le Moschee di Londra.
Ti sentirai come a casa tua.

Non so se capitino tutti a te gli stronzi come me.
Intendi dire che tu al mio livello non scendi a discutere perche' io sono un cretino che non porta rispetto ai magrebini?
Puoi spiegarti? E spiegarmi perche' esiste un'elettorato femminile "fascista" e maggioritario?
Io sono un cretino che almeno si sforza di capire. Un cretino che merita rispetto. O no?

Massignani.

giacomo ha detto...

Più che un commento (condivido la gravità della situazione) chiedo cortesemente, se possibile, l'indirizzo elettronico d ROSA L. (?).
Gradirei verificare con lei come è possibile "ampliare la platea" dei potenziali lettori, suoi e miei

http://giacomokorn.wordpress.com/

Grazie e cordiali saluti.
Il mio indirizzo elettronico è

giacobbegiacomo@tiscali.it

Grato per un riscontro alla presente.
Cordiali saluti
Giacomo Korn

rosalux ha detto...

La prima riga in alto a destra ti apre direttamente una mail con il mio indirizzo. Comunque è:

rosalucsemburg@gmail.com

ciao

Anonimo ha detto...

"Ma tutti a me capitano, o è sempre lo stesso che si moltiplica"

ti avevo già risposto ma hai censurato, data l'evidente figura di palta che ne avresti fatto!

Siamo molti piu' di uno, anche se ti farebbe comodo che fossimo solo 1.
Siamo la maggioranza il che dimostra, ancora una volta, che tu appartieni a quella minoranza che pretenderebbe di governare sugli altri; già perchè vi arrogate il diritto (o la presunzione?) di sapere cosa sia meglio per tutti :-)

Tipico, ad esempio, di quella sinistra che pretendeva di rappresentare gli interessi degli operai senza aver mai messo piede in una fabbrica e ritenendo gli operai troppo ignoranti per saper riconoscere i propri diritti ed interessi.

castruiccio

un caro saluto a Shilok

Psalvus ha detto...

Io vorrei immaginare per un attimo non noi della vecchia generazione che abbiamo bisogno delle badanti straniere, ma della generazione che verrà, del futuro prossimo, dove ci sarà il problema di chi fara' la badante alle attuali badanti. Si capirà allora,finalmente, che nulla la sinistra (la quarantennale sinistra babyboomer figliadeifiori eccecc) aveva da dire sulla dissoluzione dell'etica dei doveri, cioe' sulla indisponibilita' a farti carico dei tuoi anziani e dei piu' deboli in prima persona e non delegandolo agli affamati del terzomondo.

Questa sinistra tanto sensibile ai diritti della servitu'(" Quelli come te pretendono che questa gente pulisca il culo ai nostri vecchi ma poi stia zitta, non esca di casa, non si faccia vedere, non vada a scuola...") sorvola sui doveri che dovrebbe pretendere da se stessa.

E' per questo che un discorso sui diritti degli affamati fatto da mangiatori di brioches risulta sempre un po' falso e ripugnante.
E destinato a un nuovo 1789.

simotrone ha detto...

A me il post è piaciuto.

me stesso medesimo ha detto...

A me è successa una cosa simile: ero sull'autobus, non particolarmente affollatto in quel momento. Stavo di fatto occupando due posti, io e lo zaino. E' salito nel frattempo un africano, già di una certa età. Come avrei fatto con qualunque altra persona, ho spostato lo zaino e liberato il posto accanto a me. L'uomo non si è seduto ugualmente, dato che c'erano numerosi posti liberi. Sta di fatto che una conoscente, seduta lì vicino, mi ha guardato perplessa e ha domandato "e se si sedeva?". Non ho risposto e ho ficcato le cuffie dell'mp3 nelle orecchie.

rosalux ha detto...

x me medesimo (!)
Vero, purtroppo è roba quotidiana.

amaryllide ha detto...

castruccio, vedo che il lavaggio del cervello berlusconiano ha fatto effetto. Essere maggioranza non significa aver ragione. Una maggioranza di razzisti rende l'Italia una fogna, non un paese civile. E non è dando degli snob agli antirazzisi che la puzza di fogna viene meno e i miasmi diventino benefici come l'aerosol alle terme. C'è chi lo capisce e chi no, ma chi non lo capisce e pretende di mettere a tacere la minoranza che lo capisce non si deve illudere che così facendo i miasmi pestilenziali non faranno effetto sul suo sistema respiratorio. Quando avrete reso il paese una bolgia di bestie che si scannano anche voi ci rimarrete secchi, eh...

amaryllide ha detto...

X Rosalux e l'esempio francese.

Palle! Il fascista al governo l'hanno votato, è bastato che fosse un minimo più presentabile di Le Pen e non si facesse riconoscere col braccio teso..

la legge Hadopi è fascismo puro, ed un fascismo proiettato verso un futuro orwelliano, che è più pericoloso (perchè meno riconoscibile, ma non meno letale per la democrazia) delle camicie nere.
Oppure questa:
http://www.carta.org/campagne/diritti+civili/17596

Anonimo ha detto...

X AMARYLLIDE

"vedo che il lavaggio del cervello berlusconiano ha fatto effetto."

Per dimostrare che è falso quanto affermo e che non siete snob , cosa fai? te ne esci con un'affermazione da snob: chi non la pensa come voi ha subiuto il lavaggio del cervello.

ottima logica! peccato che la storia vi abbia sconfitti. Del resto la sinistra ogni 30 anni ammetti i propri errori passati ma al contempo ne commette di nuovi. però insiste con la stessa arroganza di ieri che questa volta ha ragione.

No Amaryllide. l'errore è pretendere, come fece prodi, di governare con uno scaqrto rappresentativo minimo

l'errore è pretendere di rappresentare persone da cui si è lontani e che in fondo si disprezza (lavaggio del cervello?)

l'errore è pretendere di rappresentare un popolo che non si conosce affatto e di cui non si conoscono bisogni e necessità

l'errore è formare una coalizione unita solo da ll'antiberlusconismo e non da interessi, programmi...

già perchè una volta si era anticomunisti, antifascisti etc etc oggi si è spostato tutto sulla persona

COntinuate così e perderete le elezioni per i prossimi 100 anni!

Razzismo? ma solo tu e rosetta lo vedete. la nostra costituzione ha degli anticorpi che neppure immagini... dovresti conoscere la costituzione per saperlo.
Razzismo perchè non vogliamo calare le brache all'islam?

Ma non vedi che la sinistra che per anni ha criticato la chiesa (o l'ebraismo quando c'era da attaccare israele) oggi invoca per gli islamici tutte quelle garanzie che IERI criticava alla chiesa? Il laicismo di sinistra si è immolato sukll'altare di maometto e quindi dove ieri si chiedeva una scuola LAICA oggi si invocano mense halal
piscine per sole donne islamiche e roba simile.

Che si dovrebbe fare per non essere razzisti (o essere buonisti come voi)? fare entrare più persone di quante ne possiamo ospitare?

Forse non te ne accorgi ma in italia c'è la crisi degli alloggi. le infrastrutture (ospedali e mezzi pubblici) non bastavano già prima.

Tu entraresti in un cinema le cui poltrone son tutte prenotate/occupate? pretenderesti di entrare in un teatro pienamente occupato?

E' qui che il popolo si incazza. già perchè diventa una guerra fra popoli rischiando di diventare una guerra di "razze" rectrius religioni.

Il ricco non va in ospedale e non prende l'autobus e quindi non vede/incontra (e quindi non si scontra) L'EXTRACOMUNITARIO.
Chi usa mezzi e strutture pubbliche ogni giorno si confronta con questa realtà. razzismo? no sopravvivenza.

I nazisti cercarono la pulizia etnica nel loro paese ma anche fuori, deportando ebrei, al fine di sterminarli, anche da altri paesi e quindi il parallelo non regge.

le nuove destre differiscono dal passato. Dove prima erano espqansioniste oggi la destra è protezionista dei propri confini e della propria identità culturale.

E se non voglio un domani essere un dhimmi non è essere razzista ma realista e libero.

Perchè, caro amico/a dimentichi una cosa: questa gente è vero che fugge da tanti orrori ma è altrettanto vero che cerca di ricreare qui le medesime brutture da cui fugge

castruccio

amaryllide ha detto...

"la storia vi abbia sconfitti."
"COntinuate così e perderete le elezioni per i prossimi 100 anni!"
e arridaje con gli slogan berlusconiani.
"la sinistra che per anni ha criticato la chiesa (o l'ebraismo quando c'era da attaccare israele) oggi invoca per gli islamici tutte quelle garanzie che IERI criticava alla chiesa? "
primo: magari la sinistra fosse stata davvero anticlericale come millanti tu, ripetendo l'ennesimo slogan berlusconiano. Non ti dice niente il fatto che i referendum su aborto e divorzio li hanno promossi i radicali e non il PCI?
Secondo: cosa c'entrano gli islamici con la mia critica, che riguarda l'idiozia che la maggioranza ha sempre ragione?

"Tu entraresti in un cinema le cui poltrone son tutte occupate? pretenderesti di entrare in un teatro pienamente occupato? E' qui che il popolo si incazza."
Ci sono due popoli: quello con la spina dorsale e quello composto di vigliacchi. Il popolo con la spina dorsale va' dal padrone del cinema e impone che allarghi il cinema, quello di vigliacchi da' la caccia al nero che si sta guardando il film. Gli italiani sono in maggioranza del secondo tipo

"Chi usa mezzi e strutture pubbliche ogni giorno si confronta con questa realtà. razzismo? no sopravvivenza."
no, è vigliaccheria di gente senza palle che invece di prendersela con chi evadendo le tasse fa sì che l'autobus, l'ospedale, la scuola cada a pezzi, se la prende con chi condivide la sfortuna di dover usare quelle strutture pubbliche fatiscenti.
"E se non voglio un domani essere un dhimmi non è essere razzista ma realista e libero."
stronzata galattica. Tu non sarai un dhimmi domani, perchè sei già servo oggi dell'evasore e del mafioso, per cui alla libertà ci hai rinunciato da un pezzo, e resterai servo anche quando avrai scaricato la tua frustrazione dando fuoco a un extracomunitario.

Anonimo ha detto...

amarillide qui chi parla per slogan sei tu!

Allargare il cinema? ma che film hai visto?? servon soldi.,

Caccia al negro? ma cosa ti sei fumato?

E come ti permetti di darmi del frustrato e del razzista? hai per caso letto una mia affermazione razzista? ci conosciamo? quindi pensa bene prima di parlare e di offendere, Io non lk'ho fatto!

Ps mafioso berlusconi? è stato condannato? te lo chiedo perchè stai confondendo libertà di parola con fregnaccia libera ed altrimenti il tuo post rischia di integrare estremi di reato.

saluti

castruccio

Anonimo ha detto...

"Sono ebrea, mi è stato raccontato per bene quello che è successo in Italia durante il fascismo, e penso di avere chiaro che cosa significhi diventare capro espiatorio e oggetto di odio."

Sei ebrea, per nascita? religione? liturgia? ma non eri laica :-) ?

Ti sarà stato raccontato bene ma sicuramente hai compreso male o, peggio ancora ti spieghi peggio.


Il paragone frea ieri ed oggi, fra antisemitismo di ieri e "xenobofia" di oggi non regge afgfatto. Lo dice anche l'Avv. R.Gattegna che se non erro è il presidente delle comunità israelitiche italiane.

Non regge perchè

1) gli ebrei erano cittadini italiani e tu qui li paragoni a cittadini extracomunitari con tutte le diversità del caso

2) gli ebrei erano ben integrati nel tessuto politico, sociale, economico, produttivo/commerciale e culturale.
Ho scritto integrati e non assimilati, cosa ben differente. Significa che i cittadini italiani di religione ebraica ewrano presenti i tutti i settori del comercio, industria, finanza, cultura PUR MANTENENDO le proprie origini e liturgie

ed anche qui il paragone non regge

3) i cittadini di religione ebraica, in quanto tali AVEVANO già i loro diritti al pari di tutti gli altri cittadini

4) gli stranieri di oggi invocano per essi stessi I DIRITTI CHE SONO TIPICAMENTE RISERVATI AI SOLI CITTADINI. e già, cara rosetta, perchè ti piaccia o meno la nostra costituzione alcuni diritti li riserva si soli cittadini (voto? alcuni lavori come esercito/poilizia/magistratura) ed il guaio è che questo vale anche in tutti gli altri stati del mondo.

Tu paragoni ceci con patate!

Gli ebrei di ieri si videro levare i propri diritti

molti degli immigrati di oggi PRETENDONO diritti che non gli spetterebbero

castruccio

rosalux ha detto...

Quello che è in comune è l'uso propagandistico dell'odio.

Anonimo ha detto...

Mi pare un po' troppo poco.

Anche l'uso dell'odio antiberlusconiano da parte della sinistra potrebbe rientrarci.

La tua analisi storiografica è scarsina, cara Rosa. Ed è ingenerosa con i cittadini italiani di religione ebraica che tanto hanno dato a questo paese.

Non ho mai letto di ebrei che abbiano preteso che non ebrei si astengano dal mangiare maiale nelle mense scolastiche per non turbare la loro religiosità. Al più ci si è limitati a chiedere vitto separato e kasher

Viceversa ho letto di islamici che hanno preteso che anche i non islamici si astenessero dal mangiare maiale, per non turbarli.

Non ho mai letto che nelle scuole ebraiche si svolgesse un programma scolastico difforme da quello statale. Al massimo viene integrato da ore supplementari di studio ...
Mi risulta che nella tua città natale la scuola ebraica venisse in passato utilizzata dagli avventisti del settimo giorno ed oggi anche da laici o cristiani visto l'elevato standard...

viceversa abbiamo visto scuole islamiche chiuse perchè non conformi a leggi e regolamenti urbanistici (la parola sicurezza dice nulla?) con progerammi di studio totalmente difformi da quello statale (e l'integrazione dove la mettiamo?)

Non mi sembra che gli ebrei abbiano mai invocato piscine separate.

vedi sopra.

vedi cara Rosa, le differenze sono molteplici. Le leggi razziali italiane o quelle di noirimberga colpirono cittadini, privandoli delle loro proprietà, identità, lavori, dignità ed infine libertà e vita.

Si privava qualcuno di qualcosa che aveva.

Qui, invece, si tratta di impedire che qualcuno pretenda più diritti del dovuto.

lòa nostra costituzione, infatti, riserva alcuni diritti ai soli cittadini mentre garantisce altri, quelli fondamentali, a tutti, cittadini e non.

Pertanto qui in italia per esercitare la professione di magistrato occorrerà essere cittadino, indipendentemente dalla religione professata.

In egitto, per indicare un paese islamico cd moderato, un CITTADINO egiziano di religione cristiana (decine di milioni) non potrà svolgere il lavoro di magistrato, tanto per dirne una.

Si confonde umanità ed accoglienza con il diritto alla propria sopravvivenza. Se le vecchie destre erano espansioniste (ricerca di spazio vitale) le nuove destre sono protezioniste (garanzia DEL PROPRIO SPAZIO VITALE ENTRO I PROPRI CONFINI)

Abbiamo strutture ed infrastrutture inidonee per gli autoctoni e, contrariamente a quanto amarillide afferma (bella cosa la demagogia!) non ci sono soldi per crearne di nuove e comunque non basterebbero ad accogliere masse incontrollate.

occorre, pertanto disciplinare gli ingressi... per garantire a chi entra pari dignità sociale. Ma se le strutture sono scarse allora l'odio cresce...

tu confondi la crescita dell'odio e la sua rilevazione con la strumentalizzazione e l'uso propagandistico.
certe forze politiche non fannmo altro che rilevare le paure, GIUSTIFICATE, del popolo e farle proprie. questo è il segreto delle vittorie elettorali!

metti due criceti in gabbia e conviveranno pacificamente. aumenta il numero e vedrai violenza. ma se qualcuno di questi criceti avrà un proprio spazio... questo non accadrà. Dove nasce lo scontro? quando nasce? quando si è in troppi ad usufruire di scarse risorse. chi ne fa le spese? l'ultimo arrivato!

prendiamo la francia che da brava potenza (ex) coloniale ha immigrati a milioni. Sai che i primi a votare a destra sono proprio i nuovi cittadini? sai perch+? perchè temono che i nuovi arrivati possano mettere in forse tuttu quello hanno costruito.

castruccio

Anonimo ha detto...

Tu entreresti in un cinema le cui poltrone son tutte occupate? pretenderesti di entrare in un teatro pienamente occupato? E' qui che il popolo si incazza."

E risponde Amarillyde:

"Ci sono due popoli: quello con la spina dorsale e quello composto di vigliacchi. Il popolo con la spina dorsale va' dal padrone del cinema e impone che allarghi il cinema, quello di vigliacchi da' la caccia al nero che si sta guardando il film. Gli italiani sono in maggioranza del secondo tipo..."

Quindi basterebbe allargare il cinema e tutti i problemi sarebbero risolti.

Bravo Amarillyde!
Io non ti conosco, ma posso escludere con certezza che tu sia laureato in Scienze Economiche e tanto meno in Scienze Politiche e Sociali. (quelle serie, non quelle di Mario Capanna)
Il tuo campo devono essere i computers. (meno male)

Giuseppe Massignani

Anonimo ha detto...

neppure io conosco amarillide e posso escludere con altrettanta certezza che sia laureato o semplicemente diplomato.

Occorrerebbe chiedere ad amarillide come allargare l'italia, magari invadendo la svizzera? e con che soldi?

bella cosa la demagogia. Il guaio è che certe persone son fermamente convinte di essere intelligenti, anzi spesso si interrogano chiedendosi come mai quello che è cosi' chiaro per loro non risulta tale per altri. magari concludono ritenendosi piu' intelligenti.

E, poi si chiedono pure come mai non son riusciti nella vita. ah, già, la colpa è di qualcun altro.