mercoledì 28 maggio 2008

il cappellino dall'aura magica

Gli è che gli ebrei, quando entrano in Sinagoga in particolar modo, o durante i riti ma volendo sempre, si devono mettere codesto cappellino - la kippà, che in famiglia mia veniva chiamata non senza una punta di livornese ironia "la papalina". Ora, non è dovere soltanto degli ebrei di coprirsi il capo in certe circostanze - non necessariamente con quel copricapo - ma di tutti i presenti - ebrei o meno - nel cerchio temporale o spaziale in cui si svolge una ricorrenza, un rito, una celebrazione ebraica.

A me pare che l'abitudine di indossare il folkorico abito dell'ospite ospitante sia costumanza affatto offensiva, per amici parenti e conterranei dell'ospite ospite, ma non c'è modo di passare sotto silenzio un ospite ospite con la papalina in testa. Chi la indossa - spiegano certi i nemici o gli amici delusi - lo fa per deferenza verso l'ebreo, per sottomissione, e l'ebreo sicuramente ride per l'umiliazione inferta all'ospite ospite.

In tutto il mondo i non mussulmani in Moschea si cavan le scarpe - dell'odiato neocon ebreo Wolfowitz senza scarpe in una Moschea turca la sola umiliazione che si ricordi è quella ...dei suoi calzini bucati- i non cristiani in Chiesa si scoprono il capo, e gli sciattoni al casinò indossano - magari riottosamente - la cravatta, senza che questa minima regola d'etichetta debba passare per sottomissione o umiliazione, ma la papalina...è la resa al giudeo.

La cosa che più mi stranisce, di questo fatto, è che questa lettura surreale del cappellino dall'aura magica umiliante è talmente diffusa che è oramai una costumanza: non si riflette più, si dà assolutamente per scontato che nell'imporre all'ospite il capo coperto ci sia non già una regola religiosa, ma una volontà di sopraffazione: credo che l'antisemitismo non sia visibile proprio per questo: i pesi e le misure sono starati, ma è tradizione che sia così.

1 commenti:

vincenza perilli ha detto...

Non ci avevo mai pensato nei termini della "papalina" ... un al tro tassello interessante...