sabato 28 marzo 2009

serendipity 2

Mi capita, quando lavoro, di fare le ricerche sui temi più impensabili, e ogni tanto trovo delle perle, sul cammino, in modo del tutto casuale.
Cercavo di capire se "mocio" è un nome commerciale della Vileda e se il famoso "mop" - parrucca di straccetti per pulire il pavimento abbia un nome italiano.
E cercando "scopettone", è emersa la copertina di un libro di Sandra Scoppettone, autrice per l'infanzia e giallista disegnato da Louise Fitzhugh, che trovo decisamente strepitosa.
Disegnatrice e - a sua volta - autrice d'avanguardia negli anni '60, la Fitzhugh rifuggiva - e in quegli anni non è poco - dagli stereotipi melensi e buonisti dei racconti per ragazzi e adolescenti. Un suo racconto, che parlava di un innamoramento tra due ragazzine, fu censurato e non ne restano più tracce: d'altronde - quelli eran tempi, sì! Oggi i paesi più civili come il nostro probabilmente la arresterebbero*, mentre i più incivili la metterebbero a morte.
Secondo un sito che la celebra, e che consiglio di visitare, i suoi disegni avrebbero ispirato i Village People.
* Nooooo, scherzo: qui si aprirebbe un dibattito in cui la maggioranza compattamente proporrebbe un decreto d'urgenza anti-perversione per censurare la letteratura per l'infanzia e punire penalmente gli autori colpevoli, e l'opposizione parteciperebbe astenendosi, lasciando libertà di coscienza e eleggendo Castagnetti a capo di una commissione aperta al dialogo.

5 commenti:

gillipixel ha detto...

Bellissimo spunto culturale, Rose, e stupenda l'associazione che hai fatto con la Gente di Villaggio :-)

rosalux ha detto...

Grazie! Ma l'ha fatta quel sito l'associazione... :-)

FarGilRos ha detto...

ah :-) va beh :-)

fB ha detto...

Occasione perfetta per un endorsing.

Sandra Scoppettone, di cui possiedo un discreto numero di gialli sia in originale che in traduzione, è un'ottima scrittrice molto copiata da autori e autrici che, ahimé, hanno immeritatamente venduto molto più di lei.

rosalux ha detto...

x FB: Buono a sapersi!