martedì 14 novembre 2006

la solitudine di Israele

Qualche giorno fa è stata pubblicata una intervista a D'Alema sull'Unità, dove il nostro ministro degli esteri si è lanciato garrulo nella ormai consueta e rituale pratica di demonizzazione dello stato di Israele (lodando però paesi come la Cina, sottolinea Ipazia). Come fa notare Furio Colombo in un suo articolo sull'Unità, è sorprendente la totale mancanza di qualsiasi riferimento alla condizioni oggettive drammatiche in cui Israele si trova ad operare. Con - ciliegina sulla torta - una vibrata protesta sulla presunta inesistente presa di posizione ufficiale degli ebrei "democratici" nei confronti della politica di Israele. (a questo proposito, qui la lettera a D'alema all'Unità del gruppo "Martin Buber ebrei per la Pace") Aggiungerei che la cosa più grave è che D'Alema sembra considerare il problema Israelo palestinese come il Problema risolto il quale cesserà il terrorismo, il rincaro del petrolio, e ogni attuale mestizia. Due terzi dell'intervista sono dedicati a Israele, e la scoloritura del ruolo di mediazione americana viene attribuita esclusivamente alle responsabilità dello stato ebraico. Giustamente (e senza perdere la pazienza, che il cielo lo protegga) Furio Colombo fa notare che la spendibilità americana come possibile figura di mediazione si è del tutto logorata con la guerra in Iraq, guerra nella quale Israele non ha avuto alcun ruolo.
Ma Ali Rashid su Liberazione sembra avere una soluzione, alla solitudine di Israele disegnata da Furio Colombo. Basterà che Israele riconosca di essere nata con l'unico scopo di opprimere e saccheggiare il popolo arabo.

Gli articoli che ho linkato sono tutti contenuti sul sito della camera della "rassegna stampa". Uno strumento molto pratico anche se non del tutto ben impostato, e poco friendly. Gli articoli sono su varie pagine, nell'illustrazione che trovate qua sotto vedete come muovervi per capire quante pagine sono (circolettato rosso in alto) e come far scorrere le pagine (circolettato rosso in basso).

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Hai notato che in fondo agli articoli c'e' scritto "Ritagli stampa ad uso esclusivo del destinatario, non riproducibile" ma la Camera dei Deputati della Repubblica pubblica i ritagli? Ganzo no?

Ah, sei linkata.

rosalux ha detto...

orca: ma li devo togliere, quindi?
Grazie per il link!

donMo ha detto...

no, li puoi lasciare, quella scritta vale solo (a quanto ne so io) per la riproduzione fotostatica.
C'è anche nelle rassegne dell'Eco della Stampa, per dire,quindi non si possono fotocopiare ma si possono pubblicare sul web. Paradossi della modernità:)

rosalux ha detto...

x donmo
grazie della dritta :-)

Anonimo ha detto...

linkata

Anonimo ha detto...

Semmai pensavo che fosse la Camera a violare l'accordo con la societa' che gli fa la rassegna.

Anonimo ha detto...

Io modestamente penso che per non essere soli bisogna sforzarsi di andare noi incontro agli altri.
E' comodo aspettare che gli estremisti islamici riconoscano Israele (cosa che non avverrà mai) prima di fare qualunque concessione.
Israele non è solo, vuole troppo senza nulla dare.

rosalux ha detto...

Gli "estremisti islamici" ovvero Hamas, hanno VINTO le elezioni, rappresentano la maggioranza dei palestinesi, e hanno nella carta costituzionale l'obiettivo dell'eliminazione dello stato di Israele. Che a te sembri "chiedere troppo", pretendere che la controparte smetta di volerti annientare, è paradossale! Quando i palestinesi faranno stragi di civili per avere quel cambiamento di confine o quella fonte idrica, allora per quello che mi riguarda potremo parlare. Per il momento vogliono l'annientamento totale del nemico, e sono la maggioranza.

rosalux ha detto...

Grassie, Ipà! :-)

rosalux ha detto...

x palmiro:
sì, avevo capito ma lì per lì mi ero un po' preuccpata. D'altra parte "linkare" non significa "riprodurre".

cloroalclero ha detto...

la SOLITUDINE DI ISRAELE. Mi viene un groppo alla gola, guarda, quasi quasi mi vien da piangere. Ma io non lo so come si fa a girare le cose in questo modo?
Da quando i palestinesi hanno eletto hamas, magari questi vanno dicendo che vorrebbero annientare israele. Israele invece non lo dice (anzi lo dice pure, solo che non tutti lo pubblicano)comunque LO FA. annienta, spara, devasta, bombarda. Uccide. O vuoi negare anche questo?

rosalux ha detto...

Difficile negare che chi è in guerra uccida.

Cloro al Clero, qual è la tua ipotesi per una pace in MO?