giovedì 14 dicembre 2006

una domanda per gli antimperialisti

Ispirata da una discussione con il Martinez, sul suo blog, mi chiedo e vi chiedo: ma per voi è una buona o una cattiva notizia che gli indiani Seminole si siano comprati la catena Hard Rock Cafe vendendo l'anima al capitalismo, oppure farebbero meglio a farsi esplodere sui bus di pendolari di Chicago in base alla considerazione che "esiste un diritto dei nativi americani a tutto ciò che va dall'Alaska all'Arizona"?
No, lo chiedo sul serio, eh? Vorrei un parere.


7 commenti:

KorvoRosso ha detto...

Certo che hanno fatto bene. E non hanno venduto l'anima a nessuno. Si stanno prendendo una rivincita nell'unico modo possibile all'interno di una civiltà che li ha stroncati. Non dimentichiamo che forse il primo genocidio della storia lo hanno subito loro. E nessuno permetterà mai loro di edificare, anzi, ri-edificare una nazione. Vale la pena di difendere Israele, il concetto di Israele, non il suo attuale governo, di gridare 10 100 100 Israele anche in nome dei Pellerossa, degli Aborigeni, degli Indios. La speranza è che magari inseriscano nel modo di gestire la loro impresa elementi di quella società comunitaria che faceva sì che i cacciatori dividessero i proventi della caccia tra tutti i componenti della tribù secondo i bisogni di ciascuno. Altrimenti i visi pallidi avrebbero vinto un'altra volta.

Miguel Martinez ha detto...

Mia chilometrica risposta qui:

http://kelebek.splinder.com/1166176284#10243957

E' consentito sbadigliare, e anche saltare a piè pari qualche paragrafo. Basta che non dici dopo che non ho provato a risponderti :-)

filomeno ha detto...

stavo per risponderti... ma poi ho visto che ha risposto Miguel ed ora non so più se la domanda è rivolta agli antiimperialisti (in senso classico) o a quelli del Campo Antiimperialista, come il nostro antimondialista Miguel.

certo però rimane qualcosa di difficile visto che noi (io, te, Miguel, korvorosso) siamo sostanzialmente dei CULIALCALDO, che vivono in un Paese con lavori, welfare la cui "elevatezza" (scusa l'innapropriatezza del termine ma sono da ore perso tra formule di ottica e sono un po' intontito) si fonda sullo sfruttamento degli altri. Io per esempio qualunque posizione abbia sul Venezuela, chavista o antichavista, so che saranno gli altri a doverla combattere , a vivere nella paura (di una parte o dell'altra). Potrei anche fondare "comitati pro", tanto poi mi rifugerei nel diritto alla parola e se sbaglio a dire "io ho espresso un'opinione"... atteggiamento legalmente corretto ma certo moralmente squallido.

Anonimo ha detto...

comunque a me è rimasta impressa la posizione di Gennaro Carotenuto (www.gennarocarotenuto.it) sulle elezioni in Messico.

In Messico ha vinto il delfino di Fox, con forte sospetto di brogli.
La Sinistra istituzionale ha denunciato i brogli e organizzato proteste.

La cosa si faceva pericolosa e si temeva una reazione armata del governo conservatore e filostatunitense.
L'appello di molti terzomondisti italiani e stranieri (compreso Gennaro) fu all'opposizione di Sinistra perchè facesse rientrare la protesta.

Questo perchè:
1) avevano ormai reso palese la scorrettezza del governo
2) avevano dimostrato di avere forza per non morire

ma perchè quell'appello? perchè non combattere fino alla fine se avevano ragione?

perchè essi ,gli antiimperialisti, i terzomondisti amano il popolo sfruttato e mirano alla sua liberazione.

Chiaramente discorso diverso si avrebbe se un antiimperialista (ma si puà definire tale?) non mira al benessere del popolo sfruttato ma alla distruzione di quello sfruttatore (anche se parlare di "popolo sfruttatore" è una forzatura... esiste un Sistema o un governo sfruttatore ma non un popolo)

Chiaro se uno appartiene a questa seconda specie allora l'annientamento dei Seminole o dei Palestinesi se comporta l'annientamento degli Israeliano o dei WASP è cosa comunque positiva.

E qualsiasi altra cosa, se prevede che "ci guadagnino" o si perpetui "la specie" dominatrice è qualcosa di negativo.

saluti

p.s.
Carotenuto è giornalista RADIO3, docente dell'univ di Macerata e chavista di ferro. Per gli appassionati di americalatina è un blog da leggere assolutamente

filomeno ha detto...

commento precendete anonimo il mio

filomeno

Varg ha detto...

Questa mi è nuova. Giù il cappello per i Seminole.

mario ha detto...

Il massimo sarà quando i palestinesi si prenderanno a soldoni la banca centrale di Israele (se ne esiste una).