domenica 14 ottobre 2007

voto, e tiro a sorte

Da parole valigia:

Io vado a votare, domani, per dare un truciolo di chance in più a questa improbabile possibilità, oltre che per evitare che il PD (che nascerà comunque) non nasca già delegittimato.

Quoto, alla lettera.
Anch'io domani vado a votare, e non so ancora per chi. Probabilmente tirerò a sorte.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Hanno buttato fuori di Pietro e Pannella con dei cavilli. Ma in America fanno cosi'?

Mi sa tanto di apparatnik, che cerca di rifarsi le extention.

E poi non c'e' storia fra l'unto kennediano e i secondi: i bagarini lo danno al 70 per cento...

Psalvus

rosalux ha detto...

Sì, infatti sono primarie del cacchio, e si sono dati la zappa sui piedi: la gente non è cretina e l'ha capito. Ciononostante non ho alcuna fiducia nei partiti alla sinistra del PD, e men che meno in quelli alla sua destra. Quindi mi pare mio interesse che - nonostante questo inizio veramente squallido - non vengano affossati sul nascere.

restodelmondo ha detto...

Ora, pare che la laicità italiana sia nelle mani di Rosi Bindi. Io mi ricordo ancora quel "meglio che un bambino cresca in Africa con la sua tribù piuttosto che con una coppia di omosessuali", e sono sempre più certa di non votare - né alle primarie, né alle politiche.

filomenoviscido ha detto...

"meglio che un bambino cresca in Africa con la sua tribù piuttosto che con una coppia di omosessuali"

urka questa non la conoscevo!!

paolo beneforti ha detto...

molto onorato. :)