martedì 16 gennaio 2007

la natura non esiste

Poligamia, prostituzione e le le leggi di natura: istruzioni per fottersi un'ora su ICQ. (elementi fondamentali: avere arretrati di lavoro e un'amica filosofa). [leggi tutto]

16 commenti:

Uriel ha detto...

Credo che state parlando della ragione per la quale alcuni diritti sono cosiddetti "irrinunciabili". Cioe', non sono validi solo se una parte dichiara di volerne godere, ma sono validi in ogni caso, persino se una parte dichiara di NON volerne godere. Un esempio e' quello di contratto asimmetrico: poiche' Agnelli ha i soldi mentre l'operaio si trova sulla strada se perde il lavoro, Agnelli ha gioco facile a dire all'operaio di dichiarare alla legge che non vuole il diritto alle ferie pagate. Ma per questo motivo il diritto alle ferie pagate e' definito "irrinunciabile": poiche' l'operaio non puo' rinunciarvi, nemmeno le pressioni di Agnelli o i ricatti possono funzionare. La soluzione giuridica al vostro dilemma c'e', e consiste nel dichiarare "irrinunciabili" alcuni diritti, in modo da tutelare dal ricatto la parte piu' debole.

Uriel

castruccio ha detto...

Poligamia?
ancora co 'sta storia? eppure ormai la trappolona si è appalesata e quanto scrivevo ha trovato ampie conferme... anche il povero magdi allam è caduto nella trappola.

Uriel ha detto...

Eh, se non ci fosse castruccio che e' cosi' intelliggggente da capire le trappole, come faremmo noi?

Uriel

rosalux ha detto...

x Uriel - Non so: è un "diritto" irrinunciabile quello della donna a restare unica? Se lo è, non è garantibile da nulla. Io dico che certi fenomeni, come la poligamia o la prostituzione, sono semplicemente insiti nella natura umana. Non vuol dire che tutti/tutte pratichino l'una o l'altra, o che sia un bene praticarle. Dico che poligamia e prostituzione sono trasversali alle culture diverse e alle diverse epoche, e che sono fenomeni estremamente comuni, fondati entrambi sulla differenza di interessi e obiettivi tra i due sessi: non sono sicura che sia meglio proibirle che regolarle, tutto qua.

castruccio ha detto...

Uriel,
mi piace l'ironia, m non a sproposito: è chiaro che non hai letto tutti i post relativi alla questione. Rosa in quei post affermava che Lia fosse in totale buonafede e che l'unica volontà di Lia fosse quella di riformare l'islam al suo interno... lei!

In poche parole la nostra gentile ospite è caduta nella trappolona.
Tu sarai anche intelligentissimo da non esserci cascato... ma non tanto da aver letto tutto prima di dire la tua :-)

Numero 6 ha detto...

Il 70%??
Sopravvaluti gli uomini.

Uriel ha detto...

E' diritto irrinunciabile cio' che lo stato decide che sia diritto irrinunciabile. I diritti vengono dalla legge, mica sono nel DNA. Se decido che tu hai diritto a tre caffe' al giorno, e lo stato fa una legge, tu hai diritto a tre caffe' al giorno, riga.

Uriel

Uriel ha detto...

@Castruccio: secondo me la tua e' una strategia per sdoganare l'ironia, lo dicevo gia' sei mesi fa, e il mio macellaio e' pienamente d'accordo.

Uriel

castruccio ha detto...

uriel
leggendoti mi viene il dubbio di essere estremamente sfortunato: ho incontrato l'unico ebreo completamente fesso e con un senso dell'umorismo davvero limitato :-)

Considerato che fai quest'effetto a me che veno considerato un ipersionista (mah!), figurati che impressione ne riceverà una come lia

Uriel ha detto...

Castruccio: mi dispiace per il tuo primitivo modello del mondo, ma io non sono ebreo. Niente contro gli ebrei, ma non lo sono.

Uriel.

P.S: le persone si dividono in due categorie: quelle che dividono le persone in due categorie, e quelle che non lo fanno.

Palmiro Pangloss ha detto...

Rosa&Ipa: la prostituzione non va legalizzata, va liberalizzata. La legalizzazione e' quella cosa oggettivamente brutta che c'era prima della Merlin e che ricorda Ipa. Contro gli abusi, la riduzione in schiavitu' e tutto il resto esistono gia' norme, sia penali che del lavoro, che eviterebbero o almeno sanzionerebbero gli abusi.

Uriel ha detto...

Palmiro, ho vissuto per qualche tempo in Germania , dove la prostituzione e' legale. Un'ora con la ragazza costa 120-150 euri, (diciamo una decente),piu' 40 sacchi per entrare e una cinquantina per offrire da bere prima di ritirarsi in camera. Che costa 30 euri l'ora. Quando liberalizzi, i bordelli diventano delle macchine spennapolli per soli ricchi. Non credo proprio che l'attuale cliente troverebbe vantaggio di questa cosa, e dall'altro lato nessuna lavorerebbe per gli attuali 40 sacchi se un bordello ne offrisse 300.

Palmiro Pangloss ha detto...

Uriel: http://www.fkk-dolcevita.com/_allgem/preise.htm

Uriel ha detto...

Palmiro, sei un ingenuo. Nei posti come quello ti danno sempre il prezzo della ragazza. Ma quando entri, non e' come nei vecchi bordelli italiani che scegli e vai in stanza. Ti siedi e ordini da bere, e due o tre tipe (che sono pagate a provvigioni) si siedono vicino cosi "scegli quella che ti piace". cosi' prendi una bottiglia di vino , e ti partono 50 sacchi. Scoprirai in seguito che paghi anche la stanza e la doccia, se la vuoi fare. Non saresti il primo (ho visto piu' di un collega "scornato" dall'esperienza) che ci casca, a quanto vedo dalla tua sicumera... :)

Palmiro Pangloss ha detto...

> Palmiro, sei un ingenuo.

Sono un uomo di mondo, fidati.

Uriel ha detto...

Boh. Quei posti sono organizzati per spennarti, non per essere economici. Il Pkk e' sauna club , ti dice quanto costano le ragazze: ti dice anche che c'e' l'affitto dell'armadietto per i vestiti e il prezzo della sauna/piscina/jacuzzi?

Beata ingenuita', davvero.

Uriel