giovedì 18 settembre 2008

stranezze

Come mai, mi chiedo, sono ancora qui e non in libreria a comprarlo?

2 commenti:

psalvus ha detto...

l'ho gia' letto. Un po' deludente pero'.

Per es, contrariamente a quello che molti credono (e Sacks con essi) quelli che hanno il dono dell'orecchio assoluto non e' affatto detto che siano piu' "musicali" della maggior parte dei comuni mortali che non ce l'hanno. Anzi.
Il deterioramento nella vecchiaia di questa qualita' rende a questi individui problematica l'intellegibilita' degli intervalli, dei modi e degli accordi.

Altro esempio: l'analisi della malattia neurodegenerativa di cui soffri' Ravel negli ultimi suoi anni lo porta a giudizi a dir poco imbarazzanti su certe qualita' del famoso Bolero.

Sulle sinestesia (colori-accordi) altre banalita'.
Io l'ho preso in prestito dalla biblioteca, quindi non ho sciupato euro.
La qualita' letteraria comunque non e' spregevole.

Giulietta ha detto...

Dubito che ciò che è noto a una pagina abbozzata di wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Orecchio_assoluto sia ignoto a un neuroscienziato qualunque.
Per il resto, se non si riesce a comprendere dove finisce lo scienziato e inizia lo scrittore, con i suoi giudizi e ipotesi diciamo "idiosincratiche", il problema non sta certo nella qualità del testo, forse in quanto è sofisticato il lettore.