martedì 13 marzo 2007

l'antisemitismo è un tavor

E così, signore e signori, se semo visti.
Prima di tutto rassicuro Dacia: la sua prevedibile mancata presa di posizione riguardo alle paranoiche boiate razziste del sito che la ospita e con cui è in reciproco link sarebbe stato motivo sufficiente per andare via, ma quello che si è detto sui commenti ai miei post - e ancor più direi quello che non si è detto - sono un campanello d'allarme ancora più forte.

Aggiungo anzi che la sua mancata presa di posizione era tanto più prevedibile proprio alla luce di quei commenti, e della stupefacente assenza di voci discordanti. Un piccolo coro circondato da un assordante silenzio.
Dacia sa che prendere posizione contro chi sostiene che gli USA sono manovrati dagli ebrei, le avrebbe fatto perdere, più che acquistare credito politico presso il suo pubblico.

Ha ragione Mastroviti, non è il premio IADL che non va per Kilombo: sono io.

E il problema non è affatto Dacia, ne' lo è il premio della IADL.

Il problema è che si persa la capacità di leggere questa forma di semplificazione estrema e allucinatoria della realtà che è l'antisemitismo, semplicemente perché esso è tornato ad assolvere la sua storica funzione culturale. L'antisemitismo persiste, ritorna, e non cessa di esistere perché è maledettamente utile. E' un orsetto caldo, è un ciuccio, è la favola bella di Hansel e Gretel, dove il male è unico, circoscrivibile, isolabile. Basterà spingere la strega nel forno e gli uccellini torneranno a fare cip cip.

No?

Beh, signore e signori, ho una brutta notizia per voi: se Israele non esistesse...la Cina e l'India non smetterebbero di aver bisogno di petrolio, noi non smetteremmo di avere bisogno di caldaie piene in inverno, il capitalismo non smetterebbe di aver bisogno di crescere e crescere, i paesi detentori di petrolio non smetterebbero di combattere per la leadership di quel mondo frazionato con il righello dal colonialismo, ne' smetterebbero di avere una rendita di posizione che li tiene lontani dallo sviluppo ma non per molto, L'Europa non sarebbe più forte, e - no - l'Africa non avrebbe meno fame.

La verità che nessuno di quelli che usano l'antisemitismo per dormire bene e per scrivere blog vuole accettare è che se Israele, se gli ebrei non esistessero, non cambierebbe una strabeneamata cippa. Il problema "Israele", che è al centro dei vostri cuoricini, è un conflittucolo locale, che riguarda 4 stronzi 4. Una patetica minchiata.

Il tavor è scaduto signore e signori, sorry.

Gli ebrei non contavano un un cazzo nel '33 nonostante venissero considerati onnipotenti e - rullo di tamburi - non contano un cazzo neppure oggi.

Per me è una sconfitta, andar via da Kilombo, perché non mi diverte discutere con le persone a me affini, odio gli ambienti monocolori, e non ho paura di sporcarmi le mani con i babau.

Ma a fronte all'imbecillità di argomenti come "le lobby esistono", "l'antisemitismo è l'altra faccia del filosemitismo", "fai così perchè Dacia ti è antipatica", "non vorrei sembrare complottista ma voi volete distruggere Kilombo", e all'assenza di voci contrarie...beh, signori, a fronte di idiozie simili getto la spugna e vi lascio a leggere le considerazioni di Blondet su come noi usiamo i cartoni animati per rapire le coscienze dei vostri putti.

Tornerò - se capiterà - a discutere con il babau Dacia, perché pur essendo - ora che sono fuori dalla politica kilombiana lo posso dire papale papale - una donna ferocemente antisemita (per buona tradizione di famiglia, presumo: l'antisemitismo mette d'accordo Somali e Furlani, ed ecco che abbiamo trovato un'altra bella funzione) e politicamente ai miei antipodi, non è - ahi me lassa - ne' scema ne antipatica.

E nonostante ogni evidenza, la speranza nei cervelli che funzionano io ancora ce l'ho.

42 commenti:

Anonimo ha detto...

antisemitismo e filosemitismo sono la stessa identica cosa, imbecille è chi non lo capisce. perchè a me non me ne frega un cazzo di semiti ebrei e quant'altro, per me ci sono solo stati, governi, politiche estere e problemi internazionali.

bell'espediente quello di accusare tutti i kilombisti di antisemitismo per nascondere l'antipatia verso un aggregato. la causa è l'odio per dacia, il pretesto la mezzaluna d'oro.

auguri! non sia mai che un giorno capiate che che il razzismo assume altre forme oltre all'antisemitismo.

supramonte

Anonimo ha detto...

Tante belle cose

Pensatoio

korvorosso ha detto...

"una donna ferocemente antisemita (per buona tradizione di famiglia, presumo: l'antisemitismo mette d'accordo Somali e Furlani"
non credi che questa frase, usando i tuoi parametri di razzismo, possa risultare un tantino razzista?

Anonimo ha detto...

e sì vai ciao, sì vai ciao, sì vai ciao ciao ciao
(da cantarsi con la musica di "bella ciao". D'accordo che gira la voce che tu sia un cess... però te la canto lo stesso...)

Uriel ha detto...

--------
antisemitismo e filosemitismo sono la stessa identica cosa,
--------

C'e' chi disse la stessa cosa di fascisti e antifascisti. Chissa' perche', si incazzarono gli antifascisti.

Tu sai come mai, per caso?

Uriel

ipazia ha detto...

rosa: d'altro canto non poteva fare diversamente. e mi spiego: avendo, e non per pochi anni, praticato il sottobosco della politica - ricordiamoci che per essere eletti *prima* devi fregare il tuo compagno di partito per essere messo in lista, *poi* stare assolutamente attento a non dire niente che possa alienarti l'elettorato - la signora in questione conosce molto bene le tecniche di manipolazione dell'elettorato, anche se oggi deve accontentarsi di kilombo. D'altro canto se prima o poi (e speriamo il più presto possibile) avranno il voro anche gli immigrati...

rosalux ha detto...

x korvorosso: dire che l'antisemitismo è una tradizione di famiglia? No. Non ho mai (mai, eh) conosciuto un antisemita diventato tale per conoscenza diretta degli ebrei: è *sempre* un tratto culturale familiare, e di ambiente. Ah, ambiente o cristiano o mussulmano, delle religioni "imparentate" cioè. Non sfiora i popoli dell'estremo oriente, dove le comunità ebraiche hanno prosperato, convissuto pacificamente, si sono integrate, e poi praticamente estinte per integrazione. Posso sapere dov'è il razzismo di queste mie considerazioni sull'antisemitismo come retaggio culturale, considerazioni per altro ovvie non essendo l'antisemitismo tratto innato, e posso sapere anche qual è il tuo problema?

filomeno ha detto...

ma esci da kilombo?!
:-(((

rosalux ha detto...

x supramonte: certo che assume altre forme, il razzismo. Su kilombo le altre sono bandite, però. Mi pare che il problema fosse proprio questo: o no?

nullo ha detto...

supramonte, io spero veramente che a te manchi il concetto di antisemitismo, o quello di filosemitismo, altrimenti stiamo freschi...

"
per me ci sono solo stati, governi, politiche estere e problemi internazionali
"

risparmiaci queste semplificazioni. e le persone?

senti, supra, aiuatami perfavore a decidere se uscire anch'io da kilombo: spiegami che cosa intendi con
"antisemitismo e filosemitismo sono la stessa identica cosa"
perche' cosi come l'hai messa, mi sembra scandalosa...

sull'uscita da kilombo: mi spiegate qual'e' l'appartenenza cui si rinuncia? si rinuncia al dialogo con quelli che stanno commentando (quasi tutti di kilombo, mi sembra)? perche' se non si rinuncia a quello, a che cosa si rinuncia? non si vuole essere associati con alcune cose e persone, lo capisco. neanch'io voglio esservi associato. ma quell'associazione non risulta forse inevitabile, vista la struttura del web?

rosalux ha detto...

sì, filomè. Ah, grazie della faccina triste, vah.

rosalux ha detto...

x nullo. Quando venne fuori la questione delle bandiere israeliane con la croce uncinata, io scrissi un post dove spiegavo come mi andasse benissimo di scrivere accanto a gente che insultava gli ebrei, purché venisse tolta il discrimine del razzismo dal manifesto di kilombo, essendo quella una forma di razzismo. Scrivo su usenet da anni, figurati se non sono abituata a stare in ambienti dove c'è di tutto. Ma se esiste il discrimine, allora va rispettato, altrimenti si accredita l'idea (peraltro già accreditata) che l'antisemitismo sia accettabile. A quel punto, l'osservazione di Uriel diventa sacrosanta.

nullo ha detto...

immagino che chiedere di aggiungere il discrimine dell'antisemitismo a quello del razzismo non cambierebbe niente...

filomeno ha detto...

leggo che anche quell'antipaticona di Ipazia vuole andarsene. :-(
Eugenio ha deciso?

ho già visto questo situazioni e queste reazioni:

secondo me politicamente sbagliate, ci sono ancora dei terreni fertili che invitano a rimanere ma umanamente capisco .



beh ciao

dacia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mikecas ha detto...

vedo un proliferare di accuse di razzismo....
ma nessuno mai che faccia caso al fondamentalismo che ha dentro....
Credo che il fondamentalismo, il ritenere qualcosa vera in assoluto, il non essere disposti a mettere in discussione le proprie verita' sia il vero nemico della carta di kilombo.
Onestamente metterei il cartello:
vietato l'ingresso ai fondamentalisti
peccato che sarebbe una larvata forma di fonfamentalismo... :)
A me spiace se si perdono dei contributi che a volte ho anche condiviso, ma alcune perdite mi spiacciono di meno di altre.....

dacia ha detto...

Ipazia,

oggi Kilombo, domani il mondo.

E dopo che tutti i négher mi avranno votato, abolirò le elezioni.

Dacia Valent, futura megaimperatricegalattica

rosalux ha detto...

x nullo: no, direi che è più dannoso che altro. Mica ho bisogno di scrivere "contro il razzismo, e contro l'odio verso i neri", no? Dovrebbe essere scontato.
x filomeno: è una conseguenza logica di una battaglia politica, se la fai e la perdi, te ne vai.

ipazia ha detto...

non ti illudere valent, come ti ho detto altrove, sei un residuo di tangentopoli. nemmeno uno dei migliori visto che non sei riuscita a riciclarti. fare il giro dei partiti da cui hai elemosinato un posto sarebbe storia lunga. sei riuscita persino a farti candidare da quel fascista di di pietro, (tra ex questurini ci si intende evidentemente) candidatura inutile, visto che ti hanno trombato. adesso cavalchi il tema del razzismo antislamico, prima quello della morale e prima ancora quello delle molestie sessuali. ci campi, ma a malapena. ma dio non voglia che io contesti a un altro come porta il pane in tavola. hai appena ammazzato un altro luogo di libero confronto. che almeno ti sia utile, no?

kamau ha detto...

onestamente mi dispiace che tu te ne vada.

nel mio ultimo post sull'argomento avevo scritto che la mezzaluna è anche merito di nullo (il blogger con la famosa vignetta di maometto). e penso che sia stato anche tuo (penso ai post su toaff, che ho apprezzato molto).

quando parlo di razzismo io intendo un sistema di idee che qualifica certe popolazioni geneticamente inferiori. l'antisemitismo è chiaramente una forma di razzismo.

ma possiamo qualificare l'opposizione allo stato di israele come antisemitismo? l'antisionismo non è forse l'opposizione ad una forma politica non necessariamente collegata all'identità religiosa?

se ritengo che lo stato italiano vada abolito e vadano ristabiliti i regni dell'italia risorgimentale sono forse un razzista?

dacia ha detto...

Non ricordavo tutte queste bizze, tesoro, ma anche tu sai di essere tutt'altro che indimenticabile, vero?

Deve essere tristissimo tenersi così aggiornata sulle peripezie di una persona, tra l'altro pure Nera, che odi appassionatamente, ma credo si tratti del tipico masochismo del razzista di professione e della sfigata per vocazione.

Quanto all' "aver ammazzato un altro luogo di libero confronto", il fatto che tu abbia fatto seppuku non trasforma kilombo in un deserto, ma te in un cadavere.

Sentitamente, Dacia Valent (sempre in procinto di conquistare la galassia)

rosalux ha detto...

x kamau: io avevo ho chiesto di prendere posizioni riguardo un sito islamico che invece di occuparsi di islam o di antislamismo si occupa...di ebrei e di olocausto (nella homepage non appaiono praticamente altri temi) e che ospita articoli dove si sostiene la vecchia tesi del complotto giudaico. Questo è antisemitismo, inequivocabilmente. Sull'antisionismo sarebbe un discorso lungo, ma io non ho chiesto prendere posizioni riguardo a Israele o al sionismo. Grazie, comunque, per avere manifestato dispiacere. :-)

ipazia ha detto...

valent, non ricordi perchè non c'è nulla di me che tu possa ricordare. sei un animale politico, e la mia strada invece tutt'altra. tu hai scelto la ribalta, e anche se ti è andata male una scelta è una scelta. all'epoca, io ragazzina, la tua fasulla storia di questurina molestata - l'unica questurina molestata che l'italia ricordi, viatico per il parlamento europeo - fece il giro dell'italia, con tutti i bravi padri di famiglia pronti a indignarsi per le disavventure di una giovane donna coraggiosa. coraggiosa come molti poliziotti, a manganellare gente arrestata. non lo racconti questo ai tuoi nuovi amici di kilombo? non glielo dici che hai cominciato la tua carriera come di pietro e calabresi, picchiando la gente in questura? ah, valent...bei tempi no?

supramonte ha detto...

x nullo: è un refuso, la frase corretta è: "antisemismo e filosemitismo sono due facce della stessa medaglia". tradotto: l'appartenenza a una razza o a una religione non è un'argomentazione accettabile per prender posizione aprioristiche in tematiche concrete di politica internazionale.

e con questo chiudo definitivamente questa bella esperienza di dialogo in questo blog.

ps per rosalucsemburg: ti pregherei di levare il mio link dal tuo blog. non vorrei che qualcuno un domani mi accussasse di prossimità a siti razzisti... ;)

supramonte ha detto...

ps per ipazia: ah, vedo bene che non vedevo l'ora di toglierti qualche sassolino dalla scarpa... :)

kamau ha detto...

stiamo parlando di aljazira? io me lo sono guardato un po', e tutta questa ossessione per gli ebrei proprio non l'ho trovata.

cos'è che ti ha scandalizzata? la lettura consigliata sulla lobby ebraica, che fa riferimento ad un articolo di mearsheimer e walt, pubblicata dalla london review of books?

oppure gli articoli sull'uso politco dell'olocausto?

filomeno ha detto...

@ kamau:
senti levami una curiosità ... ma kamau significa mastella?



e dai... di una parolina buona anche a me !! non preoccuparti , poi ti presento due miei "avversari" così puoi democristianiamente dirla anche a loro :-p

kamau ha detto...

a te ne ho già dette troppe. d'ora in poi solo insulti.

filomeno ha detto...

@rosa:

beh rosa è una questione di ponderare costi e benifici.
secondo me, si sarebbe ancora in attivo.
La politica dopotutto è spesso "sangue e merda". :-(

beh .... certo se io fossi un guerriero iperboreo della Tradizione armato di pantofole e bicchierozzo di vino dopo questo tuo annuncio starei in estasi a contemplare come ho contribuito a sconfiggere il Male che si era infiltrato in kilombo e reciterei qualche versetto del Quran (mica perchè ci credo ma perchè fa alternativo per un italostatunitense!!)
E sarei tutto entusiasta tanto da scrivere un bel po' di articoli, con la solita morale : "armiamoci e partite"... dopotutto se ha funzionato per scacciar il male da Kilombo ;-)

sicura di non voler restare?


p.s.
ma Ipazia ha dei buoni avvocati!? :-)

dacia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
dacia ha detto...

Ipazia,

fattene una ragione: ci hai provato e ti è andata di merda.

Se ti fa sentire meglio riempirmi di contumelie, ti suggerisco un paio di argomentini in grado di mettermi k.o.: mio fratello si è suicidato o magari è stato ucciso in un regolamento di conti tra spacciatori o busoni. Oppure mio marito che costringevo a menarmi tre volte al dì perché sono una pervertita sporcacciona.

Una rosicata come questa è, direi, più che epocale un po' patetica. Quanto più elegante sarebbe tacere, non trovi?

Senti, appena ti passa ti invito a farti un giro con me sulla mia ochetta biposto. L'unico problema è che ci devi entrare dal di sotto: quel popo' di tafanario che t'aritrovi, non passerebbe.

Sursum corda, Dacia Valent (imperatrix ecc. ecc. ecc.)

P.S.: non so se Ipazia abbia dei buoni avvocati, so per certo che difetta di un'energica badante. Meglio se "negra".

Ec ha detto...

"Dacia sa che prendere posizione contro chi sostiene che gli USA sono manovrati dagli ebrei, le avrebbe fatto perdere, più che acquistare credito politico presso il suo pubblico."

Si tratta di confutare che gli USA sono manovrati dagli ebrei, o che il lobbysmo sionista influenza profondamente, e alla luce del sole (non c'è trucco e non c'è inganno, e non c'è accusa ideologica di antisemitismo che tenga), la politica estera ammergana? Perchè la differenza c'è ;-D

rosalux ha detto...

x kamau: esatto: "le letture consigliate", ovvero praticamente tutta la colonna di destra, in cui spicca l'articolo di Manni. Se poi per te non è razzista pensare che gli ebrei siano una cricca di geni malefici abilissimi sì ad operare per per il male dell'umanità, ma al tempo stesso incapaci di conquistare un tocco minuscolo di deserto in 60 anni di guerra, beh: non ho il potere di contrastare una superstizione tanto solida. Lo continuerai a credere qualunque cosa io dica, tanto vale chiuderla qua.

rosalux ha detto...

x supramonte: mi aspettavo che vincesse il referendum, mi aspettavo che Dacia non prendesse posizioni, mi aspettavo che alcuni fossero contenti di non sentire più la nostra voce. Non mi sarei mai aspettata un atteggiamento tanta insultante e volgare mancanza volontà di confronto da una persona come te.

supramonte ha detto...

non ho mai considerato la caccia alle streghe (anzi, la caccia alla strega), una forma di confronto.

grazie per aver rimosso il link al mio blog,
bon viaggio.

dacia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
dacia ha detto...

Rosa,

scusa tanto, io di posizioni non ne ho prese fino a quando tu non mi hai chiamato in causa.

Non ritenevo elegante (si, credo che sia questa la parola giusta) intervenire in un dibattito che verteva sull'organizzazione di cui sono portavoce.

Ho azzardato un post goliardico sulla cosa, giusto per sdrammatizzare. Quella era la mia intenzione.

Se ho preso posizione, l'ho fatto per rispondere a te.

Quello che penso di questo insensato braccio di ferro, l'ho già scritto da me. Come al solito sboronamente, ma che vuoi, questo è il mio stile ciabattone.

Sappi però che mi sembra assurdo che tu schiodi da Kilombo, per il semplice motivo che - a differenza di Ipazia - tu sei una compagna.

Perché un coro senza contralto è un coro incompleto.

Una cosa ho imparato nella mia tragicomica vita: non mettermi mai nella posizione di dover adempiere ad un aut aut. Semplicemente non ne faccio.

Mia sorella dice di me: è una brava ragazza, basta non parlare di politica con lei.

Ecco, io penso esattamente la stessa cosa di te: è una brava ragazza, basta non affrontare il tema Israele con lei.

Credo che scontiamo entrambe il fatto di avere il nervo scoperto (thanks Uriel) sul alcune delle cose che ci costruiscono come individui.

Lo credo di te, lo so per certo di me.

Purtroppo.

Per il resto, andartene è stata una tua scelta. Restare non sarebbe una sconfitta, né uno sputtanamento, ma una nuova sfida.

Per quanto possa valere, sappi che non ti linko per il semplice motivo che so non ti farebbe piacere.

Ma sei una combattente, cazzo se lo sei.

Respect, Dacia

P.S.: Ipazia, come vedi sto facendo proselitismo per assicurarmi anche i voti della sinistra sionista. Accattivarmi te sarebbe cacofonico, cosiderato quanto sei cattiva oltre che captiva in un incubo che si chiama "l'orrenda e patetica vita di Carmen". Quindi a te, cicca cicca.

Dacia Imperatrix Valent

kamau ha detto...

bah. sostenere che esiste una lobby sionista non mi pare strano, anzi mi parrebbe strano il contrario. siamo in italia, dove la lobby più forte che c'è è il vaticano. perchè gli ebrei dovrebbero essere migliori dei cattolici?

l'articolo di walt e mearsheimer non l'ho letto (perchè, in sè, dell'argomento m' importa poco), mi hanno detto che è ben documentato. avresti potuto leggerlo e farcene una recensione.

l'ultima parte dell'articolo è, in effetti, ridicola: come se repubblica avesse mai fatto proprie battaglie sioniste e, quindi, dai contenuti razzisti: si deduce la linea politica di una persona in base alla propria appartenenza etnica (?).

Miguel Martinez ha detto...

Per Rosalux,

Voglio essere chiaro: a me non dispiace se te ne vai da Kilombo.

A me dispiace, invece, dei toni che alcuni hanno usato contro di te, perché ti ritengo una persona che cerca di essere corretta.

Non c'entra niente la questione dell'"antisemitismo".

C'entra, come dice MMax, la questione che esistono due cose, radicalmente diverse.

MMax dice "due sinistre", ma non mi interessano molto le definizioni.

Pongo, se permetti, la questione dal mio punto di vista tutt'altro che obiettivo, ma ciò che conta è che tu colga la linea di divisione.

Fatto sta, come ho scritto sul blog di Filomeno, che nei fatti, al di là delle chiacchiere universalmente condivise su libertà-democrazia-pace ecc. ecc., c'è gente che vuole, o accetta, nuove basi imperiali a Vicenza.

E c'è gente che le combatte.

O c'è gente che sostiene quattro stati per due popoli in Terra Santa (Israele con il 90% del territorio, poi i bantustan palestinesi di Gaza, Hebron e Ramallah, divisi tra di loro).

E c'è invece gente che sostiene un unico stato democratico per tutti, tra il Giordano e il mare.

Tu sei libera di riformulare le due tesi come "due stati per due popoli" e "maggioranza di fanatici beduini sterminatori". Ma sarai d'accordo che sono tesi inconciliabili tra di loro.

Ora, cos'hanno in comune le persone che sostengono tali opposte tesi?

Per me, non hanno nulla di comune dal punto di vista politico.

E quindi, politicamente, ognuno prende la sua strada. Non voglio influenzare l'esito delle votazioni, per cui dico, se vincete "voi" (non è un pronome che mi piace, ma spero che capirai), io me ne vado da Kilombo. E mi sembra normale che anche "voi" facciate altrettanto.

Le persone però possono avere molto in comune dal punto di vista umano, e siccome non sono uno stalinista, ritengo che questo sia un elemento di enorme importanza.

E da quel punto di vista io ti rispetto.

E vorrei che lo facessero anche le persone che stanno dalla mia stessa parte.

E forse i tuoi critici potrebbero imparare qualcosa da un bellissimo post che hai scritto alcuni giorni fa proprio su questo tema.

Uriel ha detto...

---------
una donna ferocemente antisemita (per buona tradizione di famiglia, presumo: l'antisemitismo mette d'accordo Somali e Furlani, ed ecco che abbiamo trovato un'altra bella funzione)
----------

Uhm. Combattere l'antisemitismo attribuendolo a due razze mi sembra come legare il cane con la salsiccia.

Forse questa frase ti e' riuscita male?

Uriel

P.S: saro' anche antisistema, pero' non credo alle razze , non a quella ebraica ma neanche quella furlana o somala.

Palmiro Pangloss ha detto...

Saro' anche di destra, come dice Inminoranza, ma mentre le razze non esistono le tribu', i popoli, le culture e le etnie esistono e come. Il problema e' farle convivere in modo accettabilmente pacifico e rispettoso.

Uriel ha detto...

@palmiro, le tribu' ed i popoli si scannano quando stanno perdendo identita', non quando ce l'hanno. Una persona a me vicina , che si e' fatta tutta Sarajevo, mi ha detto semplicemente una cosa che mi ha colpito: quando inizio' la storia della ex jugoslavia, le persone non sapevano nemmeno le preghiere di base, Tito aveva annientato tutti i localismi col sangue (giustamente. I leghisti andrebbero sterminati con i metodi dell' UDBA). Per questo si sono scannati: l'unico modo che conoscevano per essere ortodossi era sparare su un cattolico, e viceversa. L'Islam e' diventato aggressivo perche' la secolarizzazione sta iniziando ad indebolirlo , etc etc. Etnie e company diventano aggressive quando e MENTRE rischiano di scomparire. Quando dimentichi le preghiere, prendi il fucile.